BloodRayne (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BloodRayne
Bloodraynefilm.JPEG
Titolo originale BloodRayne
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA, Germania
Anno 2005
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere horror
Regia Uwe Boll
Soggetto Guinevere Turner
Sceneggiatura Guinevere Turner
Fotografia Mathias Neumann
Montaggio David Richardson
Musiche Henning Lohner
Scenografia James Steuart
Costumi Carla Baer
Interpreti e personaggi

BloodRayne è un film del 2005 diretto da Uwe Boll e basato sull'omonimo videogioco. Il film ha avuto due sequel diretti dallo stesso regista: BloodRayne 2 (2007) e BloodRayne III: The Third Reich (2010). Da quest'ultimo è stata tratta una parodia dal titolo Blubberella (2011) sempre diretta da Boll.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Rayne è una dhampir, una creatura per metà vampiro e per metà umana, nata dall'unione violenta di una donna e di Kagan, il Re dei Vampiri. Rayne, per vendicare la madre, si unisce a Sebastian e Vladimir, due membri della società di Brimstone, organizzazione dedita alla caccia ai vampiri. Dopo aver recuperato due delle tre reliquie di Beliar, oggetti che possono rendere il vampiro che ne entra in possesso immune alle croci, all'acqua e alla luce solare, Rayne riesce alla fine a sconfiggere Kagan.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Il film ha ricevuto durante l'edizione dei Razzie Awards 2006 cinque nomination come Peggior film, Peggior attrice per Kristanna Loken, Peggior attore non protagonista per Ben Kingsley, Peggior attrice non protagonista per Michelle Rodriguez, Peggior regista per Uwe Boll e Peggior sceneggiatura per Guinevere Turner.

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Il film ha due seguiti, entrambi usciti in direct-to-video: BloodRayne 2: Deliverance (2007) e BloodRayne: The Third Reich (2010).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema