Bljuma Zeigarnik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bljuma Zeigarnik in russo: Блю́ма Ву́льфовна Зейга́рник? (Prienai, 9 novembre 190024 febbraio 1988) è stata una psicologa e psichiatra lituana membro della Scuola di Berlino e del circolo Vygotskij (fondato da Lev Semënovič Vygotskij). Bljuma Zeigarnik teorizò l'omonimo effetto Zeigarnik e contribuì a rendere la psicopatologia sperimentale una disciplina autonoma nell'Unione Sovietica nel periodo successivo alla seconda guerra mondiale.

Vita e carriera[modifica | modifica sorgente]

Nata a Prienai nel Governatorato di Kovno da una famiglia di ebrei lituani si iscrisse alla Humboldt-Universität di Berlino nel 1927. Decrisse l'effetto Zeigarnik[1] in un lavoro preparato sotto la supervisione di Kurt Lewin. Durante la seconda guerra mondiale collaborò con Alexander Luria nella cura delle ferite alla testa. Fu cofondatrice del dipartimento di Psicologia dell'università di Mosca e dei seminari in psicopatologia. Morì a mosca all'età di 87 anni.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Vedi articolo da psicocafe

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie