Bliss (Muse)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bliss
Bliss Video Muse.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
Artista Muse
Tipo album Singolo
Pubblicazione 20 agosto 2001
Durata 4:12 (versione album)
4:36 (versione singolo)
Album di provenienza Origin of Symmetry
Dischi 1
Tracce 3
Genere Neoprogressive
Space rock
Etichetta Mushroom, Taste Media
Produttore David Bottrill, Muse
Registrazione 2000-2001
Formati CD, 45 giri, DVD, download digitale
Muse - cronologia
Singolo precedente
(2001)
Singolo successivo
(2001)

Bliss è un singolo del gruppo musicale britannico Muse, il terzo estratto dal secondo album in studio Origin of Symmetry e pubblicato il 20 agosto 2001.

La versione contenuta nelle varie edizioni del singolo presenta un finale esteso di arpeggi e di sintetizzatori.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Seconda traccia di Origin of Symmetry, Bliss si apre e si conclude con un apeggio di pianoforte, con il resto del brano dominato dal basso e dal sintetizzatore. Secondo il frontman Matthew Bellamy, che lo ritiene il suo preferito della discografia dei Muse, il testo rappresenta il miglior stato mentale che una persona può avere:[1]

« È uno stato d'animo in cui si tira fuori tutto quello che si ha senza bisogno di ritorno. È anche un brano rivolto verso i giovani, qualcuno che non è stato ancora esposto a determinate cose. »

Dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Durante il tour promozionale dell'album Origin of Symmetry, Bliss veniva eseguita alla conclusione dei concerti, giocando con le armonizzazioni finali del pezzo durante il rilascio sul pubblico di giganteschi palloni coreografici che venivano fatti cadere dal tetto delle strutture che ospitava l'evento.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip del brano, diretto da David Slade e lavorato attraverso la tecnica delle miniature, mostra Bellamy gettarsi in caduta libera da un trampolino in un enorme buco all'interno di un gigante macchinario, al centro di una città futuristica. Per tutta la durata del video, Bellamy precipita e viene visto dagli altri due membri del gruppo. La sua caduta simula una deriva nello spazio e continua ad accelerare fino a quando giunge al bordo dell'universo, dove si dissolve al contatto con l'atmosfera.

Slade affermò che Bellamy recitò per la maggior parte delle riprese appeso a dei fili e lo ha definito sadomasochista essendosi procurato diversi lividi nei due giorni di riprese, traumi che sono guariti in tre settimane. Oltretutto, durante la lavorazione, il leader del gruppo ha anche vomitato diverse volte.[senza fonte]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD promozionale (Francia,[2] Regno Unito)[3]
  1. Bliss (Radio Edit) – 3:49
CD promozionale (Germania)[4]
  1. Bliss (Radio Edit) – 3:49
  2. Bliss (Full Length Version) – 4:36
CD singolo (Benelux)[5]
  1. Bliss – 4:36
  2. The Gallery – 3:32
CD singolo – parte 1 (Regno Unito)[6]
  1. Bliss – 4:36
  2. The Gallery – 3:32
  3. Screenager (Live) – 4:01
  4. Bliss (The Video) – 4:28
CD singolo – parte 2 (Regno Unito)[7]
  1. Bliss – 4:36
  2. Hyper Chondriac Music – 5:30
  3. New Born (Live) – 5:59
CD maxi-singolo (Benelux)[8]
  1. Bliss – 4:36
  2. Screenager (Live) – 4:01
  3. New Born (Live) – 5:59
  4. Bliss (The Video) – 4:28
CD maxi-singolo (Europa)[9]
  1. Bliss – 4:36
  2. The Gallery – 3:32
  3. Screenager (Live) – 4:01
  4. Hyper Chondriac Music – 5:30
  5. New Born (Live) – 5:59
CD maxi-singolo (Grecia)[10]
  1. Bliss – 4:36
  2. The Gallery – 3:32
  3. Screenager (Live) – 4:01
  4. Hyper Chondriac Music – 5:30
  5. New Born (Live) – 5:59
  6. Bliss (The Video) – 4:28
DVD (Regno Unito)[11]
  1. Bliss (DVD audio) – 4:36
  2. The Making of Bliss – 4:36
45 giri (Regno Unito)[12]
  • Lato A
  1. Bliss – 4:36
  • Lato B
  1. Hyper Chondriac Music – 5:30
Download digitale[13]
  1. Bliss – 4:38
  2. The Gallery – 3:30
  3. Screenager (Live) – 4:02
  4. Hyper Chondriac Music – 5:29
  5. New Born (Live) – 5:57

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2001) Posizione
massima
Francia[14] 87
Paesi Bassi[14] 70
Regno Unito[15] 22

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bliss, InMuseWorld. URL consultato il 20 marzo 2015.
  2. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (CD, Single, Promo) ‎– France su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  3. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (CD, Single, Promo)‎ – UK su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  4. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (CD, Single, Promo)‎ – Germany su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  5. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (CD, Single, Cardboard Sleeve) su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  6. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (CD, Single, CD1) su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  7. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (CD, Single, CD2) su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  8. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (CD, Maxi-Single) ‎– Benelux su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  9. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (CD, Maxi-Single) ‎– Europe su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  10. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (Special Collector's 5-track EP + Video) su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  11. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (DVD, Single) su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  12. ^ (EN) Muse ‎– Bliss (7", Vinyl, Single) su Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 marzo 2015.
  13. ^ Bliss - EP, iTunes. URL consultato il 25 gennaio 2012.
  14. ^ a b (NL) Muse - Bliss, Ultratop. URL consultato il 30 novembre 2013.
  15. ^ (EN) 2001 Top 40 Official Singles Chart UK Archive - 1st September 2001, Official Charts Company. URL consultato il 30 novembre 2013.
rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock progressivo