Bleach (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bleach
Artista Nirvana
Tipo album Studio
Pubblicazione 15 giugno 1989
(vedi date di pubblicazione)
Durata 42 min : 14 s
Dischi 1
Tracce 11 nell'edizione del 1989, 13 in quella del 1992
Genere Grunge[1]
Etichetta Sub Pop Records
Produttore Jack Endino
Registrazione ai "Reciprocal Recording Studios" di Seattle, tra il dicembre 1988 e il gennaio 1989
Nirvana - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1991)
Logo
Logo del disco Bleach

Bleach è il primo album in studio del gruppo musicale grunge statunitense Nirvana, pubblicato nel giugno del 1989 dall'etichetta indipendente Sub Pop Records.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Registrazione[modifica | modifica wikitesto]

In seguito alla pubblicazione nel novembre 1988 del singolo d'esordio Love Buzz i Nirvana incominciarono la registrazione di un album in studio nell'arco di due-tre settimane, nonostante la Sub Pop avesse chiesto loro soltanto un EP.[2] La maggior parte delle sessioni di registrazione si svolsero ai "Reciprocal Recording Studios" di Seattle, con il produttore locale Jack Endino. La band iniziò a registrare il 24 dicembre del 1988, in una sessione lunga 5 ore.[3] Il gruppo registrò di nuovo tra il 29 e il 31 dicembre e di nuovo ancora il 14 e il 24 gennaio.[4] Il produttore Endino programmò per la band trenta ore complessive in sala di registrazione.[5] Tre delle canzoni dell'album (Floyd the Barber, Paper Cuts e Downer) erano già state precedentemente registrate, sempre nel 1988, ma con Dale Crover alla batteria. Malgrado i tentativi di registrare gli stessi brani con il nuovo batterista Chad Channing, il gruppo alla fine decise di inserire nell'album versioni remixate delle registrazioni con Crover.[5] Downer faceva parte del primo demo registrato da Cobain con il suo gruppo precedente, i Fecal Matter. Oltre che nelle versioni CD dell'album, la traccia compare anche nella compilation Incesticide. Stando a quanto riportato da Endino, il brano Big Long Now venne scartato dalla versione finale perché Cobain riteneva che in Bleach ci fosse già "abbastanza roba lenta e pesante", quindi "non voleva far pubblicare il brano".[4] L'album era ormai preparato e sequenziato ma il capo della Sub Pop Bruce Pavitt diede l'ordine di risequenziarlo completamente. La registrazione fu ulteriormente ritardata parecchi mesi a causa della mancanza di fondi della casa discografica.[5]

Endino predispose il gruppo a trenta ore complessive di registrazione al costo di 606,17$.[6] Il denaro venne fornito da Jason Everman,[7] un chitarrista che era rimasto colpito dal demo con Dale Crover. Everman per breve tempo si unì al gruppo come secondo chitarrista[5] e compare nei crediti della copertina dell'album sebbene non abbia preso parte alle registrazioni. Il bassista Krist Novoselic spiegò che "Volevamo solo farlo sentire a casa nel gruppo".[8]

Pubblicazione e promozione[modifica | modifica wikitesto]

La copertina dell'album fu fotografata da Tracy Marander,[9] l'allora fidanzata di Cobain, durante un concerto tenuto dalla band al Reko Muse art gallery di Olympia, nello stato di Washington.[10] Il 25 febbraio 1989 i Nirvana cominciarono un tour in varie località della costa orientale degli Stati Uniti, arrivando a suonare anche all'Università di Washington.[11] Il gruppo iniziò il suo primo tour europeo il 30 ottobre dello stesso anno a Newcastle upon Tyne e, il 3 dicembre successivo, suonarono al London Astoria. Dopo l'uscita dell'album, i discount Kmart commercializzarono una linea d'abbigliamento per promuovere i Nirvana e il nascente genere grunge. Christopher Sandford racconta che: "quando gli esperti di moda notarono le camicie da boscaiolo e le brutte jersey a fantasia geometrica stile anni cinquanta di Cobain, trovandovi un esempio di 'stile di bassa moda', non fecero caso al fatto che le camicie di flanella e i maglioni erano vestiti di tutti i giorni per chi, come Cobain e il suo gruppo, proveniva da zone a clima marino come quella degli Stati Uniti nordoccidentali";[12] Cobain disse in seguito che non aveva mai avuto intenzione di cominciare una moda o di comportarsi da modello.[12] Il 1º aprile 1990 i Nirvana iniziarono il loro secondo tour negli Stati Uniti, durante il quale il batterista Chad Channing venne sostituito da Dave Grohl[11]

Il titolo provvisorio dell'album era Too Many Humans,[13] ma venne rinominato Bleach dopo che Cobain scoprì, durante la tappa nella città di San Francisco, un manifesto che invitava alla prevenzione dell'AIDS. Il manifesto consigliava a chi faceva uso di eroina di passare della candeggina (bleach in inglese) sugli aghi delle siringhe prima di utilizzarle ed era accompagnato dallo slogan "Bleach Your Works".[5] In Australia, prima del 1992, Bleach fu pubblicato dalla Waterfront Records in una nuova versione con le copertine di diversi colori e in vinile colorato.[14]

Nell'aprile del 1992, sull'onda del successo del secondo album dei Nirvana, Nevermind, la Sub Pop pubblicò una versione rimasterizzata di Bleach nei formati LP, CD e musicassetta, di cui la Geffen Records curò la distribuzione internazionale.[15] La versione CD era confezionata in una custodia di cartone pieghevole che comprendeva un libretto bonus pieno di foto della band nel periodo 1987-1990.[16] Per il 20º anniversario dell'album, il 3 novembre 2009 la Sub Pop ne pubblicò una ristampa deluxe insieme a una rimasterizzazione dei nastri originali realizzata da George Marino nel marzo precedente e una registrazione dal vivo di un'esibizione tenuta dal gruppo al Pine Street Theatre di Portland nel 1990.[17]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Kurt Cobain, eccetto dove indicato.

  1. Blew – 2:54
  2. Floyd the Barber – 2:18
  3. About a Girl – 2:48
  4. School – 2:42
  5. Love Buzz – 3:35 (Robbie van Leeuwen)
  6. Paper Cuts – 4:06
  7. Negative Creep – 2:56
  8. Scoff – 4:10
  9. Swap Meet – 3:03
  10. Mr. Moustache – 3:24
  11. Sifting – 5:22
  12. Big Cheese – 3:42 (Cobain, Krist Novoselic) – presente solo nella versione su CD del 1992
  13. Downer – 1:43 – presente solo nella versione su CD del 1992

Durata totale: 42:43

Formazione[9][modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche (1992) Posizione
Australia[20] 34
Austria[20] 26
Belgio (Vallonia)[20] 23
Finlandia[21] 24
Germania[22] 24
Giappone[23] 46
Nuova Zelanda[24] 30
Regno Unito[25] 33
Stati Uniti[26] 89

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Anno Formato Etichetta Catalogo Note
1989 CD Sub Pop Records SP34B [27]
Musicassetta SP34A
LP SP34
1992 CD Geffen Records 24433
1995 1929
2005 LP Phantom Records TUPLP6
CD Warner Music Group 9878700342
2008 LP 7840034 [28]
2009 Sub Pop Records 70834
CD
Rhino Entertainment 5186561462 [29]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2006 è uscita in Giappone All Apologies, una compilation di tributo ai Nirvana con 13 cover interpretate da artisti nipponici. Fra queste, About a Girl è stata reinterpretata dagli Art-School e Blew da Miyavi.
  • Il celebre manga giapponese Bleach ha ereditato il titolo proprio dall'album dei Nirvana, essendo il suo autore, Tite Kubo, un loro grandissimo fan.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bleach > Overview, All Music Guide. URL consultato il 3 agosto 2009.
  2. ^ Azerrad, 1994, pp. 85–89.
  3. ^ Azerrad, 1994, p. 90.
  4. ^ a b (EN) Gillian G. Gaar, Verse Chorus Verse: The Recording History of Nirvana in Goldmine, n° 432, 14 febbraio 1997, p. 13.
  5. ^ a b c d e Azerrad, 1994, p. 91.
  6. ^ True, 2006, p. 102.
  7. ^ True, 2006, p. 104.
  8. ^ Azerrad, 1994, p. 92.
  9. ^ a b (EN) Bleach > Credits, Allmusic. URL consultato l'11 agosto 2009.
  10. ^ True, 2006, p. 125-126.
  11. ^ a b Sandford, 2004, pp. 378-379.
  12. ^ a b Sandford, 2004, p. 112.
  13. ^ Cross, p. 105
  14. ^ Berkenstadt-Cross, 2003, p. 147.
  15. ^ Berkenstadt-Cross, 2003, p. 148.
  16. ^ Azerrad, 1994, p. 95.
  17. ^ Tom Breihan, Sub Pop to Reissue Nirvana's Bleach in Pitchfork Media, 14 agosto 2008. URL consultato il 14 agosto 2008.
  18. ^ Abbreviazione che Cobain stesso usava per il suo nome completo Kurt Donald Cobain
  19. ^ True, 2006, p. 110
  20. ^ a b c Nirvana – Bleach (Album), Swiss Charts. URL consultato il 5 luglio 2009.
  21. ^ Pennanen, Timo (2003). Sisältää hitin: levyt ja esittäjät Suomen musiikkilistoilla vuodesta 1972. Otava Publishing Company Ltd. ISBN 951121053X.
  22. ^ (DE) Chartverfolgung - NIRVANA - BLEACH, Musicline.de. URL consultato il 29 settembre 2010.
  23. ^ Album Chart-Book Complete Edition 1970–2005. Orikonmāketingupuromōshon (2006). ISBN 4871310779.
  24. ^ Scapolo, Dean (2001). New Zealand Music Charts, 1975–2000: Albums. ISBN 0908876343.
  25. ^ Roberts, David, ed. (2006). British Hit Singles & Albums. 19th edition. HIT Entertainment. ISBN 1-90499-410-5.
  26. ^ (EN) Bleach > Charts & Awards, Allmusic. URL consultato il 18 luglio 2010.
  27. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, Bleach > Charts & Awards, Allmusic. URL consultato il 18 luglio 2010.
  28. ^ Stephen Thomas Erlewine, Bleach (Deluxe Edition) > Overview, Allmusic. URL consultato il 18 agosto 2010.
  29. ^ (EN) Bleach > Overview, Allmusic. URL consultato il 18 agosto 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock