Blaziken

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
 Blaziken 
Blaziken
Blaziken

Nome nelle varie lingue
Italiano Blaziken
Giapponese バシャーモ Bashāmo
Tedesco Lohgock
Francese Brasegali
 Pokédex 
Classico 257
Hoenn 6
Caratteristiche
Specie Pokémon Vampe
Altezza 190 cm
Peso 52 kg
Generazione Terza
Evoluzione di Combusken
Megaevolve in MegaBlaziken
Stato Secondo Stadio
Tipi Fuoco
Lotta
Abilità Aiutofuoco
Acceleratore
Legenda · progetto Pokémon

Blaziken (in giapponese バシャーモ Bashāmo, in tedesco Lohgock, in francese Brasegali) è un Pokémon della Terza generazione di tipo Fuoco/Lotta. Il suo numero identificativo Pokédex è 257.

È l'ultimo stadio evolutivo di uno degli starter della terza generazione. Le allenatrici Vera e Sapphire possiedono un esemplare del Pokémon.

Il Blaziken di Harrison è il terzo Pokémon della terza generazione ad essere apparso nell'anime Pokémon.

Nei videogiochi Pokémon X e Y Blaziken ottiene una megaevoluzione denominata MegaBlaziken.[1]

Originariamente era previsto che Blaziken ed il Pokémon leggendario Latias fossero un unico Pokémon.[2]

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome è un incrocio tra le parole inglesi blaze (fiamma) e chicken (pollo).

Il suo nome giapponese, バシャーモ Bursyamo[3], deriva dall'unione delle parole burst (esplosione) o burn (bruciatura) con la parola 軍鶏 shamo (razza di uccelli giapponesi, in origine allevata per i combattimenti tra galli).

Il suo nome tedesco, Lohgock, potrebbe derivare dall'unione delle parole Lohe (fiamma) e Gockel (gallo).

Il suo nome francese, Brasegali, è l'unione delle parole brasier (braciere) e galliformes.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Ra

Blaziken è basato su un gallo da combattimento. Il Pokémon potrebbe essere ispirato al Basan, uccello sputafuoco della mitologia giapponese, o alla Karura. Il suo aspetto ricorda le divinità egizie Horus e Ra.

Evoluzioni[modifica | modifica wikitesto]

Si evolve da Torchic e da Combusken al livello 36. Si megaevolve in MegaBlaziken utilizzando lo strumento Blazikenite.[1]

Pokédex[modifica | modifica wikitesto]

  • RossoFuoco/VerdeFoglia/Y: Quando affronta un forte nemico lancia fiammate dai polsi. Le zampe poderose gli permettono di scavalcare interi palazzi.
  • Rubino: In lotta Blaziken emette fiamme micidiali coi suoi pugni, attaccando coraggiosamente il nemico. Più forte è il nemico, tanto più intenso è il fuoco proveniente dai pugni.
  • Zaffiro: Blaziken è dotato di zampe molto potenti in grado di radere al suolo un edificio di 30 piani in un colpo solo. I suoi pugni fulminei lasciano il nemico ustionato e talvolta carbonizzato.
  • Smeraldo: Blaziken si dedica alle arti marziali che usano pugni e calci. A cicli di molti anni, le sue piume bruciano, lasciando il posto a un nuovo morbido piumaggio.
  • Diamante/Perla/Platino/Nero/Bianco/Nero2/Bianco2: Le fiamme che fuoriescono dai suoi polsi gli avvolgono i pugni. Quando colpisce il nemico, lo scotta.
  • HeartGold/SoulSilver/X: Riesce a superare un edificio di 30 piani con un salto. I suoi pugni di fuoco inceneriscono il nemico.

Nel videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Nei videogiochi Pokémon Rubino e Zaffiro, Pokémon Smeraldo e Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver Blaziken è ottenibile in seguito all'evoluzione di Combusken.

In Pokémon Mystery Dungeon: Esploratori del Tempo e Esploratori dell'Oscurità e Pokémon Mystery Dungeon: Esploratori del Cielo è ottenibile all'interno del Cratere Oscuro (Dark Crater).

Nel videogioco Pokémon Ranger: Ombre su Almia è presente all'interno della Torre Altru.

MegaBlaziken[modifica | modifica wikitesto]

MegaBlaziken è la megaevoluzione di Blaziken ottenibile tramite la Megapietra Blazikenite, strumento non disponibile nei videogiochi Pokémon X e Y.[1] Tale oggetto viene distribuito tramite Nintendo Network insieme ad un Torchic dotato dell'abilità Acceleratore.[4]

Differenze tra i sessi[modifica | modifica wikitesto]

Gli esemplari di sesso femminile presentano delle piume di dimensione inferiore rispetto a quelle dei maschi.

Mosse[modifica | modifica wikitesto]

Blaziken apprende numerose mosse di tipo Fuoco come Fuocopugno, Fuococarica ed Incendio. Oltre ad utilizzare attacchi di Lotta, tra cui Calcinvolo e Stramontante, Blaziken impara naturalmente la mossa Baldeali, sebbene non sia un Pokémon di tipo Volante.

Blaziken può apprendere le mosse MN Taglio, Forza, Spaccaroccia e Scalaroccia.

Calciardente[modifica | modifica wikitesto]

Nei videogiochi della terza generazione, Blaziken è l'unico Pokémon in grado di utilizzare la mossa Calciardente (ブレイズキック? Blaze Kick).[5] A partire dalla quarta l'attacco di tipo Fuoco può essere appreso da Hitmonlee ed insegnato, tramite allevamento ai Pokémon Chimchar e Riolu.[6][7]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Punti Salute: 80 (max 364)
  • Attacco: 120 (max 372)
  • Difesa: 70 (max 262)
  • Attacco Speciale: 110 (max 350)
  • Difesa Speciale: 70 (max 262)
  • Velocità: 80 (max 284)

MegaBlaziken[modifica | modifica wikitesto]

  • Punti Salute: 80 (max 364)
  • Attacco: 160 (max 460)
  • Difesa: 80 (max 284)
  • Attacco Speciale: 130 (max 394)
  • Difesa Speciale: 80 (max 284)
  • Velocità: 100 (max 328)

Nell'anime[modifica | modifica wikitesto]

Blaziken appare per la prima volta nel corso dell'episodio La Fiaccola (Pop Goes The Sneasel!) in cui viene utilizzato dall'allenatore Harrison contro un esemplare di Sneasel.[8] Lo stesso Pokémon sconfiggerà il Bayleef ed il Charizard di Ash Ketchum in Il torneo della vittoria (terza parte) (Playing with Fire) ed in Il torneo della vittoria (quarta parte) (Johto Photo Finish).[9][10][11]

Il Combusken di Vera si evolverà in Blaziken nel corso di Una partenza da rimandare (Once More with Reeling).[12][13]

Un esemplare del Pokémon è inoltre presente nel lungometraggio Pokémon: Fratello dallo Spazio.[14]

MegaBlaziken appare per la prima volta nel corso dell'episodio Kalos, dove iniziano i sogni e le avventure! (Kalos, Where Dreams and Adventures Begin!).[15]

Nel manga[modifica | modifica wikitesto]

Nel manga Pokémon Adventures l'allenatrice Sapphire possiede un esemplare di Blaziken.[16]

Nel gioco di carte collezionabili[modifica | modifica wikitesto]

Blaziken appare in 12 carte, prevalentemente di tipo Fuoco, appartenenti a 10 set:[17][18]

  • EX Rubino e Zaffiro (due carte, una delle quali Olografica)
  • EX Team Magma VS Team Idro (come Blaziken ex)
  • EX Smeraldo (Olografica)
  • EX Fantasmi di Holon
  • EX Guardiani dei Cristalli (come Blaziken ex di tipo Combattimento)
  • EX Power Keepers (Olografica, ristampa della carta appartenente a EX Rubino e Zaffiro)
  • Incontri Leggendari (Olografica)
  • Platino (Olografica)
  • Supreme Victors (due carte, come Blaziken FB e Blaziken FB LV. X, Pokémon dell'Asso Dalia)
  • Esploratori delle Tenebre (Olografica)

In occasione della proiezione giapponese del lungometraggio Pokémon: Fratello dallo Spazio è stata inoltre prodotta una carta raffigurante il Blaziken di Rafe.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Pokémon che possono megaevolversi
  2. ^ (EN) Unreleased Pokémon and characters da Bulbapedia
  3. ^ Registrazione n. 4639557 del Japan National Center for Industrial Property
  4. ^ (EN) Distribuzione di Torchic
  5. ^ (EN) Blaze Kick (Gen III) da Serebii.net
  6. ^ (EN) Blaze Kick (Gen IV) da Serebii.net
  7. ^ (EN) Blaze Kick da veekun
  8. ^ (EN) Episode 267 - Pop Goes The Sneasel da Serebii.net
  9. ^ (EN) Episode 273 - Playing with Fire! da Serebii.net
  10. ^ (EN) Episode 274 - Johto Photo Finish da Serebii.net
  11. ^ (EN) Harrison's Blaziken da Serebii.net
  12. ^ (EN) Episode 467 - Once More With Reeling! da Serebii.net
  13. ^ (EN) May's Blaziken da Bulbapedia
  14. ^ (EN) Destiny Deoxys! da Serebii.net
  15. ^ (EN) Episode 804 - Kalos, Where Dreams and Adventures Begin! da Serebii.net
  16. ^ (EN) Toro da Bulbapedia
  17. ^ (EN) Blaziken (TCG) da Bulbapedia
  18. ^ (EN) #257 Blaziken - Cardex da Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Elizabeth Hollinger, Pokémon Ruby & Sapphire: Prima's Official Strategy Guide, Prima Games, 2003, p. 81, ISBN 978-0-7615-4256-8.
  • (EN) Fletcher Black, Pokémon Emerald: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2005, p. 116, ISBN 978-0-7615-5107-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 142, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 458, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 327, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon