Blackthorne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo gruppo musicale, vedi Blackthorne (gruppo musicale).
Blackthorne
Blackthorne.jpg
Sviluppo Blizzard Entertainment
Pubblicazione Interplay
Data di pubblicazione 1994
Genere Piattaforme
Tema Fantasy, Fantascienza
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma MS-DOS, Super Nintendo, Game Boy Advance, Mac OS, Sega Mega Drive 32X
Periferiche di input tastiera, gamepad

Blackthorne (distribuito anche come Blackhawk) è un videogioco a piattaforme creato dalla Blizzard Entertainment nel 1994 per PC, SNES e Game Boy Advance.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Blackthorn è un principe di un remoto pianeta che sta per essere attaccato da una terribile razza aliena. Il re di questo mondo, decide di far fuggire suo figlio tramite un incantesimo e di fargli portare insieme a lui una misteriosa pietra che sarà fondamentale per salvare il loro popolo.

Il protagonista finisce sulla Terra e qui cresce, diventando un adulto cupo e violento. Un giorno finisce involontariamente sul mondo natale e si ritrova il suo regno ormai piegato in schiavitù. Blackthorn si troverà quindi a combattere una guerra per distruggere gli abominevoli mostri e il loro oscuro imperatore.

Gameplay[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di un videogioco a piattaforme con un sistema di movimento molto simile a Prince of Persia (1989). I livelli sono non lineari e piuttosto intricati, la direzione da prendere non è ovvia ma è quasi sempre necessario esplorare tutto un livello per risolverlo.

Il protagonista potrà usare varie armi tra cui fucili, pistole, mitra, granate. I nemici principali sono tipici orchi dotati di armi moderne, che in genere vanno sconfitti con un lungo scontro a fuoco. Infatti sia il giocatore che i nemici possono, ovunque si trovino, acquattarsi nell'ombra, mettendosi al riparo dai proiettili; mentre si è al riparo però non possono muoversi, né sparare, né ricaricare l'arma. Le armi in genere vengono ricaricate, indipendentemente dalla volontà del giocatore, dopo ogni colpo o scarica di colpi, e in quel breve momento si è vulnerabili. Uno scontro a fuoco è basato quindi sul ripararsi e sulla scelta del momento giusto per esporsi e sparare.

Si ha la possibilità di accumulare oggetti in un inventario per risolvere i vari enigmi di cui il gioco è disseminato. Un oggetto importante ad esempio è la granata-vespa che, una volta attivata, vola e può essere guidata dal giocatore e fatta esplodere in punti altrimenti irraggiungibili, per eliminare un nemico ben piazzato o distruggere un'apparecchiatura che tiene chiuso un passaggio.

Inoltre, ad aiutare il giocatore, ci sono alcuni schiavi con cui Blackthorn può interagire per scoprire varie informazioni riguardo alla risoluzione dei passaggi, trappole o misteri circa la trama.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi