Bishorn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bishorn
Turtmanngletscher.jpg
Il Bishorn (a sinistra, sullo sfondo) ed il Turtmanngletscher (a destra)
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Vallese Vallese
Altezza 4.153 m s.l.m.
Catena Alpi
Coordinate 46°07′03.97″N 7°42′52.99″E / 46.11777°N 7.71472°E46.11777; 7.71472Coordinate: 46°07′03.97″N 7°42′52.99″E / 46.11777°N 7.71472°E46.11777; 7.71472
Data prima ascensione 18 agosto 1884
Autore/i prima ascensione G. S. Barnes e R. Chessyre-Walker con le guide Joseph Imboden e J. M. Chanton
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Svizzera
Bishorn
Mappa di localizzazione: Alpi
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi occidentali
Grande Settore Alpi Nord-occidentali
Sezione Alpi Pennine
Sottosezione Alpi del Weisshorn e del Cervino
Supergruppo Catena Weisshorn-Zinalrothorn
Gruppo Gruppo del Weisshorn
Codice I/B-9.II-D.8

Il Bishorn (4.153 m s.l.m.) è una montagna svizzera delle Alpi Pennine. Si trova appena a nord del Weisshorn.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il versante nord del monte. A destra la Punta Burnaby e a sinistra la vetta occidentale.
Il Bishorn (a destra) con a sinistra il più alto Weisshorn visti da est.
In primo piano il Bishorn e dietro il Weisshorn visti da nord-ovest. Si notano distintamente le due vette del Bishorn.

È collocata tra la Mattertal e l'alta Turtmanntal. Dal versante verso ovest sovrasta il Turtmanngletscher.

La montagna ha due distinte vette; di qui il toponimo Bishorn che significa doppio corno. Le due vette sono separate da un facile colle innevato largo circa 600 metri:

  • la vetta occidentale più alta (4.153 m) conquistata per la prima volta il 18 agosto 1884 da G. S. Barnes e R. Chessyre-Walker con le guide Joseph Imboden e J. M. Chanton;
  • la vetta orientale (Punta Burnaby - 4.134 m) conquistata per la prima volta il 6 maggio 1884 da Elizabeth Burnaby con le guide Joseph Imboden e Peter Sarbach.

La montagna fa parte della cosiddetta corona imperiale, insieme di montagne che formano un ferro di cavallo: Les Diablons (3.609 m), il Bishorn (4.153 m), il Weisshorn (4.505 m), lo Schalihorn (3.974& m), lo Zinalrothorn (4.221 m), il Trifthorn (3.728 m), l'Obergabelhorn (4.062 m), il Mont Durand (3.712 m), la Pointe de Zinal (3.790 m), la Dent Blanche (4.356 m), il Grand Cornier (3.961 m), il Pigne de la Lé (3.396 m), la Garde de Bordon (3.310 m), ed al centro di questa gigantesca parabola il Monte Besso (3.667 m).

Accesso alla vetta[modifica | modifica sorgente]

La via normale di accesso alla vetta parte dalla Cabane de Tracuit (3.265 m), accessibile da Zinal (1.675 metri) lungo il versante nord-ovest. La facilità di questa via ha valso al Bishorn il soprannome di "4000 delle signore".

Dal rifugio si scende leggermente per arrivare sul Turtmanngletscher. Dapprima con leggera pendenza si attraversa il ghiacciaio in direzione est e poi lo si risale in direzione nord fino al colletto (4.135 m) che separa il Bishorn dalla Punta Burnaby. Infine si sale la facile cresta.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]