Bisacquino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bisacquino
comune
Bisacquino – Stemma Bisacquino – Bandiera
Bisacquino – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Sicily.svg Sicilia
Provincia Provincia di Palermo-Stemma.png Palermo
Amministrazione
Sindaco Tommaso Francesco Di Giorgio dal 7/05/2012
Territorio
Coordinate 37°42′00″N 13°15′00″E / 37.7°N 13.25°E37.7; 13.25 (Bisacquino)Coordinate: 37°42′00″N 13°15′00″E / 37.7°N 13.25°E37.7; 13.25 (Bisacquino)
Altitudine 655 m s.l.m.
Superficie 64,97 km²
Abitanti 4 829[1] (09-10-2011)
Densità 74,33 ab./km²
Frazioni San Biagio
Comuni confinanti Caltabellotta (AG), Campofiorito, Chiusa Sclafani, Contessa Entellina, Corleone, Giuliana, Monreale, Roccamena, Sambuca di Sicilia (AG)
Altre informazioni
Cod. postale 90032
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 082010
Cod. catastale A882
Targa PA
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti bisacquinesi
Patrono santa Rosalia, Maria SS. del Balzo
Giorno festivo 3 maggio, 15 agosto, 4 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bisacquino
Posizione del comune di Bisacquino nella provincia di Palermo
Posizione del comune di Bisacquino nella provincia di Palermo
Sito istituzionale

Bisacquino (Busacchinu in siciliano[2]) è un comune italiano di 4 829 abitanti[1] della provincia di Palermo in Sicilia.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Bisacquino si trova all'interno della Sicilia occidentale, quasi all'estremo lembo meridionale della provincia di Palermo. È raggiungibile da Palermo e Sciacca alle quali è collegata con le due strade panoramiche ss 188/c e ss 189/c e da cui dista rispettivamente 75 e 57 km. Aggrappata alle falde del monte Triona, (massiccio calcareo compatto del Trias), alto 1.215 m, conta circa 5.000 abitanti e si eleva di circa 710 m s.l.m. Il territorio è suddiviso in tre aree distinte, non confinanti fra loro. Una di queste, a sud, chiamata San Biagio, si trova incuneata nel territorio della Provincia di Agrigento, ed è perciò, per questa provincia, un'"enclave" provinciale, rarità amministrativa e geografica in Sicilia (altro esempio, Resuttano, in cui gran parte del territorio comunale, appartenente alla provincia di Caltanissetta, è circondato dal territorio della Provincia di Palermo). Bisacquino è uno dei principali centri dell'entroterra palermitano dal punto di vista storico. Rappresenta inoltre un punto di riferimento della sua zona grazie anche ai numerosi indirizzi scolastici presenti nella ridente cittadina.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Persone legate a Bisacquino[modifica | modifica wikitesto]

A Bisacquino nacque, il 18 maggio 1897, il regista italo-americano Frank Capra. Nel 1977, Frank Capra, fece visita a Bisacquino dove migliaia di persone lo attendevano. Questo grande evento fece registrare una grande importanza mediatica con radio, giornali e la tv nazionale per cui a Bisacquino era presente il giornalista Emilio Fede. Il 28 dicembre 2012, sul canale nazionale la 7, è andato in onda una puntata del programma La valigia dei sogni, condotto da Simone Annichiarico sulla vita di Frank Capra girato proprio a Bisacquino nel quartiere dell'infanzia del regista. In occasione è stata dedicata a Frank Capra una via del paese.

Mons. Giuseppe Petralia nacque a Bisacquino nel 1906 e venne eletto vescovo di Agrigento il 13 ottobre del 1963.

Mons. Pasquale Bacile nacque a Bisacquino il 29 agosto del 1916 fu eletto vescovo di Acireale da Paolo VI il 5 luglio 1964.

Il sacerdote Don Calogero Di Vincenti nacque a Bisacquino il 6 febbraio 1925, Decano di Bisacquino dal 19 marzo 1952, fondatore dell'Istituto Tecnico Commerciale e dell'Istituto Professionale per l'Agricoltura, morì il 23 febbraio 1977.

Il servo di Dio Mons. Giovanni Bacile nacque a Bisacquino il 12 agosto 1880 e morì in fama di santità il 20 agosto del 1941.

Il prof. Antonino Lo Voi nacque a Bisacquino il 25 febbraio 1900, laureatosi nel 1924 presso l'Università degli studi di Palermo in matematica e fisica, fu membro nel 1972 a Stoccolma, della commissione dei matematici per l'assegnazione del Premio Nobel.

A Bisacquino visse uno dei più potenti boss della mafia, Vito Cascio Ferro. Prima giovane anarchico, poi presidente dei Fasci di Bisacquino, partecipò alla "occupazione delle terre" del 1892 rifugiandosi poi in Tunisia per la repressione ordinata dal Ministro degli Interni Francesco Crispi.

Di Bisacquino è il padre di Sebastian Giovinco, calciatore della Juventus.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Dal 26 luglio 2012 al 4 agosto 2012 il comune ha ospitato il 2º campo regionale E/G AGESCI, in cui parteciparono circa 5000 ragazzi. In questo evento i ragazzi hanno costruito una stazione meteorologica per il comune. Il 3 agosto 2012 ha fatto il suo intervento anche don Luigi Ciotti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al censimento 2011.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 80.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia