Birger di Svezia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
Birger di Svezia in un dipinto della Chiesa di San Benito (Danimarca)

Birger Magnusson (128031 maggio 1321) fu re di Svezia dal 1290 al 1318, succedendo al padre Magnus III; a causa della sua giovane età fu controllato dal potente reggente Torgils Knutsson fino all'assassinio di quest'ultimo nel 1306.

Il regno di Birger fu sconvolto dalla guerra civile coi fratelli Erik Birgersson e Valdemaro Birgesson.
Nel 1304 i fratelli furono condannati all'esilio, ma riconciliatisi con Birger nel 1305, in seguito imprigionarono il re.
Solo l'intervento diretto della Danimarca e della Norvegia riportò Birger al potere.
Aspettò diversi anni e nel 1317 catturò i fratelli e li giustiziò.
Nel 1318 i nobili svedesi rovesciarono Birger, giustiziarono suo figli e lo costrinserò all'esilio in Danimarca dove morì nel 1321.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Maestro dell'Ordine dei Serafini - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine dei Serafini
Predecessore Re di Svezia Successore
Magnus III 12901318 Magnus IV
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie