Bioimpedenziometria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La bioimpedenziometria è una metodica utilizzata per la determinazione della composizione corporea (massa grassa, massa magra, acqua totale).[1]

Principio di base[modifica | modifica wikitesto]

L'impedenziometria misura l'impedenza del corpo ("bioimpedenza" o "bioresistenza") al passaggio di una corrente elettrica a bassa potenza e alta frequenza (50 kHz).[2][3]

Le apparecchiature[modifica | modifica wikitesto]

Le apparecchiature utilizzate possono essere di vario tipo, ma non tutte presentano il medesimo grado di precisione. Le comuni bilance o maniglie per impedenzometria hanno scarso grado di attendibilità. Un'apparecchiatura professionale è invece costituita da 4 elettrodi, da applicare, rispettivamente, sul dorso delle mani e sul dorso dei piedi; ad essi vengono collegati dei fili conduttori, attraverso cui viene fatta circolare la corrente, che, attraversando le strutture corporee, subirà un calo della sua intensità dovuta all'impedenza associata alle strutture corporee; il segnale risultante (ovvero la risposta in termini di intensità elettrica) viene trasmesso ad un apparecchio trasduttore, che raccoglie i dati traducendoli in misure corporee. Anche le apparecchiature professionali non sono esenti da margini di errore, statisticamente si parla di uno scarto tra dato reale e dato rilevato di circa il 4%.[4].

Alcuni dati sulla resistività biologica del corpo umano, sono visibili nella tabella sottostante, da cui si desume che ogni elemento ha una impedenza caratteristica al passaggio della corrente.
Ad esempio, l'urina presenta una bassa impedenza elettrica, pari a 30 Ω/cm² (essendo ricca di elementi chimici disciolti); mentre il grasso corporeo, con 2500 Ω/cm², oppone un'elevata resistività elettrica.

Un modello di bioimpedenziometro elettronico con elettrodi a presa palmare
Resistività biologica
tessuti, organi e fluidi corporei Ω·cm²
sangue 150
urina 30
muscoli 300-1600
polmoni 1275
grassi 2500

Il protocollo di indagine[modifica | modifica wikitesto]

I parametri che possono concorrere ad inficiare l'attendibilità del risultato sono numerosi, a tal proposito sarà necessario rispettare un protocollo di indagine particolarmente rigido, in modo che il dato riscontrato sia quanto più preciso possibile. La disidratazione del soggetto, la temperatura, l'eventuale attività fisica svolta nelle ore precedenti la misurazione, l'ingestione di particolari alimenti, e numerosi altri fattori, possono invalidare fortemente il risultato.

Parametri[modifica | modifica wikitesto]

Attraverso le misurazioni effettuate dalle apparecchiature, è possibile ottenere vari parametri:

  • Acqua corporea totale (TBW - total body water);
  • Acqua extracellulare (ECW - extra cell water);
  • Acqua intracellulare (ICW - intra cell water);
  • Massa cellulare (BCM - body cell mass);
  • Massa magra (FFM - fat free mass);
  • Massa grassa (FM - fat mass);
  • Massa muscolare (MM - muscle mass);
  • Metabolismo basale correlato alla massa cellulare.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Redirect
  2. ^ La calorimetria e l’impedenziometria | Dietologica
  3. ^ BIA o impedenziometria
  4. ^ De Pascalis P., A scuola di fitness, sec. ed., Calzetti Mariucci Edizioni, Perugia, 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pierluigi De Pascalis, A scuola di fitness, sec. ed., Perugia, Calzetti Mariucci Editore, 2009.
  • Dittmar M., Comparison of bipolar and tetrapolar impedance techniques for assessing fat mass, Am J Hum Biol, 16(5):593-7, 2004.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina