Biocombat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Rombi di tuono e cieli di fuoco per i Biocombat
serie TV cartone
Titolo orig. ビーストウォーズ 超生命体トランスフォーマー
(Transformers: Beast Wars)
Lingua orig. inglese, giapponese
Paese Giappone, Stati Uniti, Canada
Autore Robert Buckley
1ª TV 16 settembre 1996 – 7 marzo 1999
Episodi 52 (completa)
Durata ep. 22 min
Genere mecha
Cronologia
  1. Rombi di tuono e cieli di fuoco per i Biocombat
  2. Beast Wars II

Transformers: Beast Wars - in Italia Biocombat - è una linea di giocattoli dei Transformers distribuita dalla Hasbro fra il 1995 ed il 2000, ed una serie televisiva d'animazione in computer grafica vincitrice di un Daytime Emmy Award[1], le cui trasmissioni sono iniziate il 16 settembre 1996. In Italia la serie è stata ribattezzata Rombi di tuono e cieli di fuoco per i Biocombat ed è andata in onda tra il 1997 ed il 2000 su Italia 1 venendo poi replicata sul canale satellitare IT. La serie è ambientata in una nuova Continuity.

Generalità[modifica | modifica wikitesto]

Beast Wars fu una serie rivoluzionaria nella storia dei Transformers, non solo per il suo radicale cambiamento nell'animazione, ma anche per la presenza dei personaggi, che di fatto rappresentano delle nuove entrate.

La serie fu realizzata completamente in CG dal 1996 al 1999 dalla società canadese Mainframe, su commissione della Kenner, società controllata della Hasbro, licenziataria del merchandise e produttrice di tutti i giocattoli derivati dai Transformers per il mercato occidentale. I personaggi non si trasformano più da veicoli terrestri a robot, bensì da animali a robot. Questo è un elemento totalmente nuovo nel panorama dei Transformers e l'idea fu accolta con molto entusiasmo da parte dei fans.

La presenza di scrittori del calibro di Larry Di Tillio e Bob Budansky, ha garantito una lunga e complessa continuity interconnessa con la serie storica Transformers (G1).

La trama in più di un'occasione si è portata a livelli molto elevati (in particolare nella seconda e terza stagione dello show) dimostrando di essere stata calibrata anche per la visione di un pubblico più adulto ed esigente.

Gli Autorobot (Autobot) e i Distructor (Decepticon) vengono sostituiti rispettivamente dai Maximal e dai Predacon (quest'ultimo nome fu già utilizzato nella prima generazione: ciò ha suscitato molto clamore e molte teorie per giustificare, nella continuity, la presenza di questa fazione).

Optimus Prime viene sostitutito da un nuovo comandante, Optimus Primal (Beast Convoy in giapponese, Black Jack in italiano). Anche in questo caso, la presenza di un nome così simile all'originale ha fatto nascere molte e controverse teorie, su chi sia veramente Optimus Primal: secondo la storyline è però un discendente di Optimus Prime/Commander, con cui si fonde nella terza stagione. A proposito di Optimus Prime/Commander è successa una cosa curiosa: nell'edizione italiana, nel corso della sua apparizione, nello show, il personaggio è stato chiamato Black Jack, stesso nome adottato per Optimus Primal. Probabilmente perché vedendo che Megatron aveva lo stesso nome del grande capo passato si è pensato "bene" di fare la stessa cosa.

Megatron viene sostituito da un omonimo ribelle, che si dimostra molto più abile del suo "antenato" nell'elaborare strategie e nel difendere i Predacon contro i Maximal.

Il prologo alla storia è simile a quello G1; le due squadre si scontrano nello spazio sulle loro astronavi, attraverso un tunnel temporale finiscono nello spazio vicino a un pianeta, precipitano entrambe e subito dopo i Transformers si rendono conto di trovarsi su un pianeta con due lune, i sistemi di riformattazione li adattano alla vita animale del posto, i sensori e le esplorazioni indicano che il pianeta è ricco di Energon grezzo, pronto per essere rubato dai Predacon. Inizia così la Guerra delle Bestie.

In Italia la serie cambiò il nome in fase di doppiaggio in "Rombi di tuono e cieli di fuoco per i Biocombat". Anche i nomi dei robot protagonisti furono cambiati, soprattutto quelli dei Maximals.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Maximals
  • Black Jack/Optimus Primal (successore dell'Optimus Prime originale)
  • Rhinox
  • Rattilus/Rattrap
  • Ghepard/Cheetor
  • Dinobot
  • Tigertron/Tigatron
  • Falcon Lady/Airrazor
  • Tigerhawk
  • Grifo/Silverbolt
  • Black Arachnia (terza stagione)
  • Abysses/Dept Charge
Predacons
  • Megatron (successore del Megatron originale)
  • Scorpionok/Scorponok
  • Tarantulas
  • Terrorsaur
  • Punginator/Waspinator
  • Black Arachnia (prime due stagioni)
  • Formicon/Inferno
  • Serpex/Quickstrike
  • Granchior/Rampage
  • TwoDinobot/Dinobot II
Altri personaggi
  • Ursus/Ravage (l'antico Decepticon Ravage, in italiano Iena)
  • Jak e Una (bimbi umani)
  • Hammer (padre di Jak e Una)
  • I Vok (popolo alieno)
  • Convertor (Maximal difettoso)

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Prima Stagione[modifica | modifica wikitesto]

  • 1. L’atterraggio
  • 2. Un nuovo compagno
  • 3. La ragnatela
  • 4. Pari opportunità per i Biocombat
  • 5. Il passaggio del comando
  • 6. Sete di potere per i Biocombat
  • 7. Compagni dispersi
  • 8. Doppia condanna
  • 9. Trappola per topi
  • 10. Gorilla dalla furia ceca
  • 11. La sonda
  • 12. Vittoria
  • 13. Strani progetti
  • 14. Il vero e il falso
  • 15. La scintilla
  • 16. Il grilletto – Parte 1
  • 17. Il grilletto – Parte 2
  • 18. Intrighi
  • 19. Il richiamo della foresta
  • 20. Viaggio nelle tenebre
  • 21. Il traditore
  • 22. Il virus
  • 23. La legge della Natura
  • 24. Prima della tempesta
  • 25. L’arrivo – Parte 1
  • 26. L’arrivo – Parte 2

Seconda Stagione[modifica | modifica wikitesto]

  • 1. Dopo l’esplosione
  • 2. Lo sbarco – Parte 1
  • 3. Lo sbarco – Parte 2
  • 4. La stazione di rifornimento
  • 5. Il tradimento
  • 6. Minaccia aliena – Parte 1
  • 7. Minaccia aliena – Parte 2
  • 8. Il ritrovamento
  • 9. Un grande eroe
  • 10. L’arrivo di Convertor
  • 11. Il coraggio di Grifo – Parte 1
  • 12. Il coraggio di Grifo – Parte 2
  • 13. Il coraggio di Grifo – Parte 3

Terza Stagione[modifica | modifica wikitesto]

  • 1. L’alba di una nuova era
  • 2. Dal profondo degli abissi
  • 3. Uniti si vince
  • 4. Progetti oscuri
  • 5. Mille emozioni – Parte 1
  • 6. Mille emozioni – Parte 2
  • 7. In fuga
  • 8. Il raggio distruttore
  • 9. Addio Aracnia
  • 10. Uniti per sempre
  • 11. Un nuovo amico!
  • 12. Destini – Parte 1
  • 13. Destini – Parte 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ PBS early Daytime Emmy leader - Entertainment News, TV News, Media - Variety, 11 maggio 1998. URL consultato il 10 aprile 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Animazione