Billy Boyd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Billy Boyd

Billy Boyd (Glasgow, 28 agosto 1968) è un attore e cantante scozzese.

Diplomato in arte drammatica alla Royal Scottish Academy of Music and Drama, lavora per molto tempo per fiction e programmi televisivi delle emittenti scozzesi e inglesi. A 30 anni fa il suo esordio cinematografico comparendo nel cast del film Urban Ghost Story di Genevieve Joliffe. Nel 2000 viene scelto dal regista Peter Jackson per interpretare il ruolo dello hobbit Peregrino Tuc nella trilogia de Il Signore degli Anelli. Nel 2003 interpreta Barret Bonden nel film di Peter Weir Master and Commander - Sfida ai confini del mare. Due anni dopo, nel 2005 viene diretto da Douglas Mackinnon nel film The Flying Scotsman, il suo ruolo è quello di Malky.

A fine 2006 insieme a John Crawford (ex membro, sostituito da Paul Burke), Billy Johnston e Rick Martin ha fondato la band alternative rock Beecake[1]. Boyd ne è il frontman e cantante. Il nome fu scelto dopo che Dominic Monaghan, collega di Boyd sul set de Il Signore degli Anelli e suo grande amico, inviò a Boyd la foto di una torta ricoperta da api[2]. Il gruppo vanta un EP, Just B (2007) e due album: Soul Swimming (2010) e Blue Sky Paradise (2012)[3].

Nel 2014 incide la canzone The Last Goodbye, utilizzata nei titoli di coda del film Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate di Peter Jackson.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Si è sposato nel dicembre 2010 con Alison McKinnon; come testimoni di nozze ha scelto gli attori Elijah Wood (Frodo) e Dominic Monaghan (Merry), compagni di lavoro sul set della trilogia Il signore degli anelli.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

  • Corrado Conforti ne Il Signore degli Anelli - La Compagnia dell'Anello, Il Signore degli Anelli - Le due Torri e Il Signore degli Anelli - Il ritorno del Re

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.basicallybillyboyd.com/beecake/
  2. ^ http://www.contactmusic.com/news/lost-star-gets-lead-role_1058756
  3. ^ https://play.spotify.com/artist/40jCB566F9JHU3fLb8A2XL

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 85584129