Big Muskie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Big Muskie nel febbraio 1999

Il Big Muskie era una macchina escavatrice, (in inglese dragline), costruita dalla Bucyrus - Erie per conto della Central Ohio Coal Company, una divisione della American Electric Power.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Il Big Muskie fu la più grande macchina escavatrice di tipo drag-line del mondo, con un peso prossimo alle 13.000 tonnellate. Operò negli Stati Uniti, in Ohio, dal 1969 al 1991, e fu alimentata da una linea elettrica a 13.800 volt.

Costruita nel 1969 e costata all'epoca 25 milioni di dollari, il Big Muskie poté smuovere oltre 465 milioni di metri cubi di terra (il doppio di quanto necessario alla costruzione del canale di Panama), portando in superficie 20 milioni di tonnellate di carbone. Oltre 200.000 ore uomo furono necessarie alla sua costruzione, che si protrasse per due anni.

Il Big Muskie fu smantellato nel 1999, nonostante le richieste di mantenerlo attivo come museo. La benna, pesante 240 tonnellate, rimase sul posto come attrazione turistica.

Nel 1994 fu creata una riserva naturale, chiamata The Wilds, bonificando 10.000 acri di terreno (circa 40 chilometri quadrati) divelti negli anni dal Big Muskie. Il terreno, divenuto di proprietà del parco, è stato ripopolato con numerose specie animali africane, asiatiche e nord-americane[1].

Dati Tecnici[modifica | modifica sorgente]

  • Larghezza: 46 metri
  • Lunghezza: 149 metri (con la benna a terra)
  • Altezza: 68 metri
  • Anno di fabbricazione: 1969
  • Anno di smantellamento: 1999

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ [1] Thewilds.org

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria