Bidzina Ivanishvili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bidzina Ivanishvili
Bidzina Ivanishvili (cropped).jpg

Primo Ministro della Georgia
Durata mandato ottobre 2012 –
20 novembre 2013
Presidente Mikheil Saakashvili
Successore Irakli Garibashvili

Dati generali
Partito politico Sogno Georgiano
Firma Firma di Bidzina Ivanishvili

Bidzina Ivanishvili, georgiano: ბიძინა ივანიშვილი (Chorvila, 18 febbraio 1956), è un politico e imprenditore georgiano. È stato primo ministro della Georgia dall'ottobre 2012 al 20 novembre 2013, dopo essersi imposto nelle elezioni politiche del 1º ottobre 2012[1].

È leader della coalizione denominata "Sogno Georgiano", che ha vinto le elezioni parlamentari del 1 ottobre 2012, sconfiggendo il partito del presidente georgiano Mikheil Saakashvili "Movimento Nazionale Unito", e conquistando 83 seggi su 150. Ivanishvili ha chiamato l'ex calciatore Kakha Kaladze a ricoprire il ruolo di vice-premier.[2]

Ivanishvili, nel giro di meno di un anno, è riuscito ad unire rapidamente gran parte delle forze politiche e di opposizione contrarie al governo Saakashvili, formando un polo politico alternativo sui temi delle riforme sociali, sulla mancanza di un sistema giudiziario indipendente e garantista, ma anche sulla denuncia delle ingiustizie ai danni delle istituzioni democratiche compiute dal governo in carica, e le pressioni politiche su soggetti ritenuti vicini alle forze di opposizione.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel marzo 2010, Ivanishvili ha ottenuto la cittadinanza francese. Nel mese di ottobre 2011, è stato privato della sua cittadinanza georgiana, ai sensi dell'art. 32 della legge sulla cittadinanza georgiana, poco dopo aver annunciato la sua intenzione di formare un partito politico per sfidare il presidente georgiano Mikheil Saakashvili.[3] Dopo la nomina a primo ministro riottiene la cittadinanza georgiana e la sua cittadinanza francese venne abrogata.[4]

Nel mese di marzo 2012, Ivanishvili si è classificato al 153º posto nella classifica Forbes dei maggiori miliardari del mondo, con un patrimonio stimato di 6,4 miliardi di dollari. Questo fa di lui l'uomo più ricco della Georgia.[5]

Il 20 novembre 2013 ha rassegnato le dimissioni in coincidenza con le elezioni presidenziali che hanno visto la vittoria del candidato Giorgi Margvelashvili, venendo sostituito nella carica di primo ministro da Irakli Garibashvili.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b La Stampa - La Georgia cambia rotta Arriva il miliardario Ivanishvili
  2. ^ ## Georgia/ Ivanishvili presenta suo governo, Kaladze vicepremier
  3. ^ Georgia ‘illegally denied’ Ivanishvili citizenship | neurope.eu
  4. ^ Georgian President returns Bidzina Ivanishvili's citizenship
  5. ^ Bidzina Ivanishvili - Forbes

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]