Biagio Pelacani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Biagio Pelacani, noto anche come Biagio da Parma (Parma, 1355 circa – 1416), è stato un matematico italiano.

Nel 1374 ottenne il dottorato all'università di Pavia per poi divenire docente di filosofia e astrologia nella medesima università (1377).

Nel 1380 ottenne una cattedra all'università di Bologna, ma nel 1384 si spostò a Padova. Nel 1388 fu riassunto all'università di Pavia, ma un processo per eresia (1396) lo costrinse a spostarsi (1407) all'università di Padova, dove mantenne l'insegnamento fino al 1411.

Contestò molte regole della meccanica aristotelica e sostenne l'applicazione di nuovi strumenti matematici per sostituire le regole obsolete.

Commentò Witelo e Thomas Bradwardine.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]