Bharata Muni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Bharata Muni (... – ...) è stato un musicologo e scrittore indiano. Visse probabilmente, secondo una leggenda, fra il 400 e il 200 a.C..

Nātyāchārya Māni Mādhava Chākyār, famoso artista e studioso del teatro sanscrito, nel dramma Abhiṣeka Nataka

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Celebre per aver scritto probabilmente il Nāṭya Śāstra (Nātyaśāstra नाट्य शास्त्र), il più importante testo teorico del dramma classico indiano, comprendente anche la danza e la musica, la cui composizione viene datata fra il 200 a.C. e il 200 d.C. Il dubbio proviene dal testo stesso, dove verso la fine si legge: "Poiché egli solo è l'attore principale, assumendo molti ruoli, per questo è chiamato Bharata" (35.91)[1]

La leggenda narra che fu la divinità Brahma a consegnargli il libro.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Manmohan Ghosh, Ed. Natyashastra. Asiatic Society, Calcutta, 1950
  2. ^ (IT) Marzia Colitti, Dove va lo sguardo va il cuore. Un discorso sulla danza indiana, Catania, Akkuaria, 2005, pag. 7. ISBN 978-88-89418-28-4.

Controllo di autorità VIAF: 38006392