Betty Carter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Betty Carter
Fotografia di Betty Carter
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Jazz
Periodo di attività 1948-1998

Betty Carter (Flint, 16 maggio 192926 settembre 1998) è stata una cantante statunitense di musica jazz famosa per la sua tecnica di improvvisazione e per il peculiare stile vocale.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Betty Carter, il cui vero nome era Lillie Mae Jones è nata a Flint, nel Michigan ed è cresciuta a Detroit, dove il padre era direttore di coro in una chiesa. Ha studiato pianoforte al Conservatorio di Detroit. Ha vinto un concorso per giovani talenti ed ha iniziato ad esibirsi regolarmente nel circuito dei club locali, cantando e suonando il pianoforte. All’età di 16 anni ha cantato con Charlie Parker ed ha poi suonato con Dizzy Gillespie e Miles Davis. Betty Carter ha progressivamente affinato la sua abilità di canto scat, suonando con Lionel Hampton alla fine degli anni ‘40. Negli anni ‘50 Betty Carter ha effettuato registrazioni con King Pleasure e con il trio di Ray Bryant. Il suo primo album solista, Out There with Betty Carter, è uscito nel 1958. La carriera di Betty Carter ha avuto un calo negli anni ‘60 e ‘70, malgrado una serie di duetti con Ray Charles nel 1961 portò un certo successo. Nel 1963 è stata in tour in Giappone con Sonny Rollins. Nel 1980 è stata oggetto di un film documentario di Michelle Parkerson, But then, She's Betty Carter. Negli ultimi anni della sua vita, Betty Carter cominciò finalmente a ricevere ampio riconoscimento; nel 1987 firmò un contratto con la Verve Records, che ha ristampato la maggior parte degli album della sua etichetta Bet-Car su CD e li ha resi disponibili ad un pubblico più ampio. Nel 1988 ha vinto un Grammy Award per il suo album Look What I Got! e cantato in una edizione del The Cosby Show. Nel 1994 si è esibita alla Casa Bianca ed ha preso parte alla celebrazione del 50º anniversario della Verve alla Carnegie Hall. Nel 1997 le è stato assegnato un riconoscimento (National Medal of Arts) dal presidente Bill Clinton. Betty Carter è rimasta attiva come cantante jazz fino alla sua morte, causata da un tumore al pancreas nel 1998, all'età di 69 anni. Come Art Blakey e Charles Mingus, Betty Carter ha spesso reclutato giovani artisti come membri dei suoi gruppi di accompagnamento, dichiarando spesso di aver imparato molto da questi giovani collaboratori. Nel 1993 Betty Carter ha contribuito a lanciare il programma Jazz Ahead per giovani musicisti al Kennedy Center for the Performig Arts di Washington, D.C.. Si è inoltre dedicata con impegno negli ultimi decenni di vita all’insegnamento della musica.

Controllo di autorità VIAF: 12491025 LCCN: n81075858