Beshaba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beshaba
Divinità di Dungeons & Dragons
Titolo(i) Vergine della Sfortuna, Signora del Destino
Piano di esistenza Riposo del Guerriero (precedentemente le Distese del Destino e della Disperazione)
Divinità (Potere) Intermedia
Allineamento Neutrale malvagio
Aree di influenza Cattiva sorte, disgrazia, sfortuna, incidenti
Superiore Tempus

Beshaba è una divinità immaginaria del gioco di ruolo fantasy Dungeons & Dragons; , presente in varie ambientazioni, fra cui Forgotten Realms, nella quale appartiene al pantheon faerûniano.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È sorella di Tymora e, insieme a lei, è stata generata dalla divisione dell'antica dea della fortuna Tyche durante il Cataclisma dell'Alba. Dalla loro venuta al mondo Beshaba e Tymora, ed i loro rispettivi seguaci, lottano incessantemente.

Ha un carattere capriccioso, invidioso e vendicativo e invita i suoi seguaci a diffondere disgrazie, cosicché gli altri la preghino per poter evitare la malasorte. La dea viene più temuta che venerata e nessuno scorda mai di nominarla e invitarla, durante le cerimonie importanti o nei momenti di festa, per non recarle offesa. Oltre che diffondere paura e godere delle disgrazie altrui, a Beshaba sono particolarmente invisi i fortunati: a questi deve essere riservato l'assaggio della malasorte per ristabilire il giusto equilibrio.

Suoi seguaci sono assassini, aruspici, giocatori d'azzardo, ladri e sadici. I suoi chierici la pregano a mezzanotte e si approfittano della paura diffusa fra la gente, per far elargire loro ospitalità, cibo e ricche donazioni.

Il suo simbolo sono delle corna di cervo nere su campo rosso

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

giochi di ruolo Portale Giochi di ruolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi di ruolo