Berretti verdi (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Berretti verdi
Berretti verdi.png
John Wayne e George Takei in una scena del film
Titolo originale The Green Berets
Paese di produzione USA
Anno 1968
Durata 141 min.
Colore colore
Audio sonoro
Genere guerra
Regia John Wayne, Ray Kellogg, John Gaddis
Soggetto Robin Moore
Sceneggiatura John Wayne, Ray Kellogg
Produttore Michael Wayne, John Wayne
Fotografia Winton C. Hoch
Montaggio Otho Lovering
Musiche Miklos Rozsa
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Berretti verdi (The Green Berets) è un film di guerra del 1968, ambientato durante la guerra in Vietnam, diretto, interpretato e prodotto da John Wayne, una delle più famose star di Hollywood di schieramento repubblicano.[1][2]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Due reparti delle American Special Forces, (i famosi Berretti Verdi), dopo un duro addestramento, partono per il Vietnam per combattere i vietcong. Qui si sviluppano le problematiche di una guerra non convenzionale (forse la prima studiata dagli analisti) nella quale il nemico utilizzava i civili come scudi e si infiltrava all'interno dell'esercito sud vietnamita.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Tratto da un romanzo di Robin Moore, il film è stao girato in Georgia.

Un soldato sud vietnamita viene interpretato dall'attore caratterista George Takei, già noto interprete della serie cult Star Trek. Mentre sono state eliminate le scene che vedevano in un brevissimo cameo l'allora neo attore ventiquattrenne Chuck Norris.[senza fonte]

Il film termina con una romantica inquadratura di un tramonto sul Mar della Cina che in vero si trova ad Est del Vietnam.

Controversie e critica[modifica | modifica sorgente]

Il film, ambientato durante la guerra del Vietnam, fu accusato all'epoca di essere guerrafondaio e reazionario, tanto che quando nel 1968 uscì nelle sale furono organizzati parecchi picchetti davanti ai vari cinema per impedirne la visione[3].

Il film è stato accusato di aver glorificato la guerra del Vietnam e nel 2005 l'influente critico cinematografico Roger Ebert lo ha elencato nella sua lista dei film più odiati, la Roger Ebert's Most Hated, per essere un film dalla mano pesante e dalla visione marcatamente all'antica.[4]

Citazioni[modifica | modifica sorgente]

Berretti Verdi viene ironicamente narrato nel libro The Short-Timers, dal quale è stato tratto il film bellico Full Metal Jacket (1987), di Stanley Kubrick. La proiezione per i militari in servizio in Vietnam desta anche lì accese discussioni, tra combattenti e non, i primi consapevoli dell'inverosimiglianza del film, i secondi viceversa entusiasti. L'autore cita lo sfondone scenico menzionato sopra e la partecipazione di Takei oramai celebre.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dowell, Pat. - "John Wayne, Man and Myth". - The Washington Post. - 25 settembre 1995.
  2. ^ Judis, John. - "Kevin Phillips, Ex-Populist: Elite Model". - The New Republic. 22 maggio 2006.
  3. ^ È successo un '68. Giunti Editore Firenze Italy, 2000, ISBN 8844013215. Pag. 49.
  4. ^ The Green Berets, recensione di Roger Ebert rogerebert.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]