Bernhard Molique

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wilhelm Bernhard Molique

Wilhelm Bernhard Molique (Norimberga, 7 ottobre 1802Stoccarda, 10 maggio 1869) è stato un violinista e compositore tedesco. Fu apprezzato violinista - tanto da guadagnarsi le lodi di Hector Berlioz - e stimato compositore; figura di una certa levatura nel panorama musicale del suo tempo, oggi è tristemente dimenticato.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studia violino presso l'Università di Monaco di Baviera sotto il parmense Pietro Rovelli. Nel 1826 viene chiamato a Stoccarda come direttore musicale.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Se il Molique violinista ricevette una circostanziata educazione che lo portò ad essere il celebrato virtuoso elogiato persino da Berlioz, il Molique compositore per certo operò da autodidatta. La sua musica risente dell'influenza di Mozart, Beethoven, Mendelssohn e in particolare del collega Louis Spohr, nonostante sia rimasta sempre lontana dalla pressione della nuova scuola tedesca di Franz Liszt e dello stesso Berlioz.

Sono circa settanta le opere classificate e catalogate come sue, pochissime delle quali note al grande pubblico. Di queste sono oggi particolarmente apprezzate quelle concertanti, come il Concertino per oboe e orchestra, che si è fregiato dell'interpretazione di autentici maestri dell'ancia doppia come Heinz Holliger. Il suo Concerto per violoncello e orchestra fu portato con grande acclamazione del pubblico sul palco del teatro di Baden-Baden nel 1860, con Léon Jacquard al violoncello sotto la direzione del solito Hector Berlioz: sorprendentemente, nonostante il successo ottenuto, la partitura dello stesso non fu mai data alle stampe. Autore inoltre di apprezzati lied per pianoforte, fu maestro e mentore del violinista Henry Blagrove.

Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

Musica orchestrale[modifica | modifica wikitesto]

  • Concertino in Fa minore per violino, Op. 1
  • Concerto per violino e orchestra no. 1 in Mi Op. 4 (pubblicato nel 1830)
  • Concerto per violino e orchestra no. 2 in La maggiore, Op. 9 (pubblicato nel 1833)
  • Concerto per violino e orchestra no. 3 in Re minore, Op. 10
  • Concerto per violino e orchestra no. 4 in Re Op. 14 (pubblicato nel 1839)
  • Concerto per violino e orchestra no. 5 in La minore, Op. 21
  • Concerto per violino e orchestra no. 6, Op. 30
  • Concerto per violoncello e orchestra in Re, Op. 45 (pubblicato nel 1854)
  • Concerto per flauto e orchestra in Re minore, Op. 69
  • Concerto per clarinetto e orchestra in Fa minore (1824)

+ Concertino per oboe e orchestra in sol minore

Musica da camera[modifica | modifica wikitesto]

  • Quartetti per archi Op. 16 e 17
  • Tre quartetti per archi Op. 18
  • Trio concertante per pianoforte, violino e violoncello, Op. 27
  • Quartetto per archi in Fa minore, Op. 28
  • Quintetto per flauto, violino, due viole e violoncello, Op. 35
  • Quartetto per archi in Si bemolle, Op. 42 (pubblicato nel 1854)
  • Quartetto per archi in La minore, Op. 44 (pubblicato da Kistner of Leipzig nel 1853)
  • Sonata per concertina e pianoforte, Op. 57 (1857)
  • Trio per pianoforte, violino e violonceoo in Fa, Op. 52 (pubblicato nel 1858)
  • Quartetto per pianoforte ed archi in Mi bemolle, Op. 71 (pubblicato postumo nel 1870)

Musica sacra[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 69119325 LCCN: n89670888