Bernardo Storace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bernardo Storace (1637 circa – 1707 circa) è stato un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sulla vita di Storace si sa quasi nulla. L'unica cosa che si conosce sul suo conto, e cioè che nel 1664 fu vice maestro di cappella presso il Senat della città di Messina, ci perviene dall'intestazione dell'unico suo lavoro giunto sino ai giorni nostri: Selva di varie compositioni d'intavolatura per cimbalo et organo , la quale fu pubblicata per l'appunto nel 1664 a Venezia. Incerti sono anche i luoghi di nascita e di morte del compositore.

Questa sua raccolta, consistente in una serie di variazioni su famose danze dell'epoca (variazioni sul modello del basso), si divide in due gruppi: il primo contiene nove variazioni sul passamezzo, romanesca, spagnoletta, monica e Ruggiero utilizzanti un modello di basso a 24 battute, mentre le passacaglie e la ciaccona, facenti parte del secondo gruppo, adottano uno schema di basso a 4 battute ripetute più volte.

Appartenente alla scuola romano-napoletana, egli rappresenta il collegamento tra Girolamo Frescobaldi e Bernardo Pasquini.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Spartiti liberi di Bernardo Storace in International Music Score Library Project, Project Petrucci LLC.

Controllo di autorità VIAF: 46947754 LCCN: n81079996