Bernardo Celentano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Tasso infermo a Bisaccia, olio su tela, 90x195 cm, 1863, Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Roma

Bernardo Celentano (Napoli, 23 febbraio 1835Roma, 28 luglio 1863) è stato un pittore italiano, esponente del verismo.

Suo primo maestro fu Luigi Stabile; successivamente frequentò l'Accademia di Belle Arti di Napoli dove ebbe per maestro Giuseppe Mancinelli, artista legato alla tradizione accademica. Prima del 1860 si stabilì a Roma, dove svolse una intensa ma breve attività artistica anche nel genere sacro.

Insieme a Domenico Morelli, di cui era amico, e a Filippo Palizzi, fu animatore del movimento di rinnovamento artistico verso un verismo in contrasto con le rigide regole accademiche. Espose soggetti storici a Napoli, Roma, Firenze. Fu sepolto nella Chiesa di Sant'Onofrio al Gianicolo in Roma.

La sua opera più celebre, Il Consiglio dei Dieci, si trova nella Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Michele Biancale, Bernardo Celentano: Napoli 1835 - Roma 1863, Roma, Palombi, 193?.
  • Luigi Celentano, Bernardo Celentano: due settennii nella pittura. Notizie e lettere intime pubblicate nel ventesimo anniversario della sua morte dal fratello Luigi., Roma, Tipografia Bodoniana, 1883.
  • Silvestra Bietoletti, Michele Dantini, L'Ottocento italiano, Giunti.
  • Elena di Majo e Matteo Lafranconi (a cura di), Galleria Nazionale d'Arte Moderna - Le collezioni: Il XIX secolo, Electa, 2006, pp. 82, 204, 217.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 47034880