Berle-Kari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Berle-Kari o Berle-Kåre (... – ...) è stato un capo vichingo vissuto nel IX secolo in Norvegia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Abitò a Berle (lingua norrena: Berðla), nell'odierna Bremanger nella contea di Sogn og Fjordane. Il Landnámabók lo cita come figlio di Vemund e fratello di Skjoldolf, uno dei primi coloni d'Islanda.

Secondo la Egils saga, Kari fu un berserkr. Ebbe tre figli: Olvir Hnufa, che divenne scaldo alla corte di Harald I di Norvegia, Eyvind Lambi, che fu uno degli hersir di Harald, ed una figlia, Salbjorg, la quale sposò Kveldulf Bjalfason.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia di Berle-Kari

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]