Bergenia crassifolia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bergenia a foglie carnose
Dreyrasteinbroti.jpg
Bergenia crassifolia
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Saxifragales
Famiglia Saxifragaceae
Genere Bergenia
Specie B. crassifolia
Nomenclatura binomiale
Bergenia crassifolia
(L.) Fritsch, 1889

La Bergenia crassifolia è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Saxifragaceae, originaria della Siberia.


Presenta delle fioriture a pannocchia di colore bianco, rosa, porpora, rosso e grandi foglie verde lucido rotondeggianti. Raggiunge un'altezza massima di 30 cm ed è facile da coltivare dato che si adatta a qualsiasi tipo di terreno, anche calcareo. A seconda della specie fiorisce da dicembre ad aprile.

Le piante tendono a crescere occupando tutto il terreno a loro dispozizione. Se ne consiglia la coltivazione come pianta tappezzante.


Coltivazione[modifica | modifica sorgente]

Terreno: si adatta a qualsiasi tipo di terreno, basta che sia ben drenato.

Esposizione: si adatta a qualunque esposizione (sole, ombra, mezz'ombra).

Temperatura: sopporta bene sia temperature molto fredde che molto calde.

Annaffiature: richiede abbondanti annaffiature: mantenere il terreno sempre umido, ma evitare i ristagni. Si possono ridurre le annaffiature in inverno durante il periodo di riposo vegetativo.

Potatura: non richiede potature. È opportuno rimuovere i fiori appassiti per prolungarne la fioritura.

Concimazioni: nel periodo vegetativo ogni 15-20 giorni con concime per piante fiorite.

Propagazione: a marzo (o settembre nei climi miti) è possibile dividere i cespi mantenendo su ciascuno delle radici vigorose.

Malattie e avversità[modifica | modifica sorgente]

Raramente soffrono di malattie. Può subire attacchi fungini.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica