Berbero (cavallo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Berbero

Il berbero è un cavallo di origini nordafricane, noto sin dall'antichità.

Origini[modifica | modifica sorgente]

Le origini di questo cavallo si perdono insieme a quelle delle popolazioni del nord Africa. Le prime importazioni in europa si devono ai Romani che li utilizzavano nelle corse al Circo Massimo, fu spesso utilizzato come cavallo da corsa nei palii, durante il pontificato di papa Paolo II nel XV secolo era il protagonista delle corse di cavalli scossi lungo via del Corso a Roma. Importante è anche il suo contributo nella selezione del purosangue inglese infatti era Berbero, Sham lo stallone ribattezzato Godolphin Arabian, uno dei tre capostipiti del cavallo da corsa. È ormai allevato nella sua forma originale solo in ristrette zone del Marocco, Algeria e Libia.

Caratteri morfologici[modifica | modifica sorgente]

  • Presenta, rispetto a suo cugino il cavallo arabo, un aspetto più robusto, un profilo della testa rettilineo e la groppa obliqua.
  • Altezza al garrese: m 1,45-1,55

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Molto nevrile e coraggioso.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi