Benjamin Harrison

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Benjamin Harrison
Benjamin Harrison, head and shoulders bw photo, 1896.jpg

23º presidente degli Stati Uniti
Durata mandato 4 marzo 1889 - 4 marzo 1893
Predecessore Grover Cleveland
Successore Grover Cleveland

Dati generali
Partito politico Repubblicano
Tendenza politica Conservatore
Firma Firma di Benjamin Harrison

Benjamin Harrison (North Bend, 20 agosto 1833Indianapolis, 13 marzo 1901) è stato un politico statunitense. È stato il 23º Presidente degli Stati Uniti d'America. La sua presidenza fu in mezzo ai due mandati di Grover Cleveland.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque il 20 agosto 1833 a North Bend, nell'Ohio, studiò legge a Cincinnati e qui venne scelto come procuratore. Durante la guerra di secessione servì nell'esercito come colonnello nel 70º Reggimento di fanteria dei Volontari dell'Indiana e nel 1886 fu eletto senatore. Nel 1888 fu candidato dai Repubblicani alla Presidenza. Harrison non aveva grandi meriti, ma veniva da una famiglia illustre. Il padre era stato per lungo tempo rappresentante parlamentare dell'Ohio, il nonno William Henry Harrison era stato Presidente degli USA e il bisnonno, Benjamin Harrison V, era stato uno dei firmatari della Dichiarazione di Indipendenza. Alle elezioni presidenziali del 1889 batté Cleveland per voti elettorali ma non per voti popolari; fu comunque eletto Presidente.

Da Presidente, egli si dimostrò ben più arrendevole di Cleveland nei confronti di un Congresso che tendeva a spendere, tant'è che quello eletto nel 1888 venne ribattezzato come "il Congresso milionario".

Alle elezioni presidenziali del 1892 si trovò a sfidare di nuovo Grover Cleveland, ma questa volta perse. A fine mandato Harrison si ritirò a vita privata a Indianapolis, nell'Indiana, e sposò in seconde nozze la vedova Mary Scott Lord Dimmick il 6 aprile 1896, a New York City. In seguito partecipò alla Prima Conferenza di Pace tenutasi a L'Aia nel 1899 e nel 1900 prestò la sua attività diplomatica al servizio della Repubblica del Venezuela in merito alle sue dispute territoriali scoppiate con la Gran Bretagna nel 1900. Morì per una influenza il 13 marzo 1901. Venne sepolto presso il Crown Hill Cemetery di Indianapolis.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Gian Antonio Stella, Corriere della Sera, 22 febbraio 2002

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Presidente degli Stati Uniti Successore
Stephen Grover Cleveland 1889-1893 Stephen Grover Cleveland

Controllo di autorità VIAF: 102441725 LCCN: n50026594