Benedict Cumberbatch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Benedict Cumberbatch all'anteprima de La talpa a Londra, nel 2011

Benedict Timothy Carlton Cumberbatch (Londra, 19 luglio 1976) è un attore britannico, noto principalmente per i suoi ruoli in Hawking, Espiazione, Amazing Grace, L'altra donna del re e come Khan in Into Darkness - Star Trek (2013). Nel 2010 ottiene la parte di protagonista nella serie televisiva Sherlock, dove veste i panni del brillante e stravagante investigatore Sherlock Holmes. Il 25 agosto 2014 ha vinto l'Emmy Award come miglior attore protagonista di film/miniserie TV per l'episodio Sherlock: His Last Vow[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Londra, in Inghilterra, è figlio di Timothy Carlton e Wanda Ventham, entrambi attori.[2] Frequentò la Brambletye School, nel West Sussex, e la Harrow School, a nord di Londra, e lì iniziò a recitare.[2] Finiti gli studi obbligatori trascorse un anno sabbatico come insegnante d'inglese in un monastero tibetano.[3] Concluse i suoi studi all'università di Manchester studiando drammaturgia. Dopo la laurea, continuò a studiare recitazione alla London Academy of Music and Dramatic Art.[3][2]

Dal 2001 ha recitato in numerosi ruoli da protagonista in opere classiche all'Open Air Theatre di Regent's Park, Almeida Theatre, Royal Court Theatre e al Royal National Theatre.[4]

Benedict Cumberbatch durante le riprese di Sherlock, nel 2010

Debuttò in televisione nel 2002 interpretando Jeremy nel film per la televisione Fields of Gold e apparve in numerose serie televisive britanniche tra cui Tipping the Velvet, Cambridge Spies, Heartbeat, Fortysomething, Spooks e Testimoni silenziosi. Nel 2004 interpretò Stephen Hawking in Hawking, venne candidato ai premi BAFTA come migliore attore e vinse il Golden Nymph al Festival de Télévision de Monte-Carlo come migliore attore in un film per la televisione.[2] Apparve poi nella miniserie della BBC Dunkirk nel ruolo del tenente Jimmy Langley. L'anno successivo interpretò Edmund Talbot, il protagonista della miniserie To the Ends of the Earth basata sulla trilogia di William Golding.

Ottenne una candidatura ai Laurence Olivier Awards come miglior attore non protagonista per avere interpretato Tesman in Hedda Gabler all'Almeida Theatre e al Duke of York's Theatre nel 2005.

Nel 2005, mentre si trovava a KwaZulu-Natal in Sudafrica per le riprese della miniserie To the Ends of the Earth, Benedict e i due colleghi Denise Black e Theo Landey furono catturati da un gruppo di locali: fu chiesto loro se avevano droga, denaro e armi e in seguito le loro mani furono legate con i lacci delle loro scarpe. I tre vennero portati in mezzo alla campagna sconfinata. Fatti uscire dall'auto, furono messi in posizione china pronti per essere uccisi, ma grazie alla presenza di alcune luci improvvise nelle vicinanze, i rapitori fuggirono via, lasciando i tre sconvolti, ma liberi.[5]

Nel 2006 interpretò William Pitt in Amazing Grace, film che racconta la storia di William Wilberforce, leader del movimento contro la schiavitù che portò nel 1807 all'abolizione della tratta degli schiavi e infine nel 1833 anche della schiavitù nell'impero britannico. Per questo ruolo ottenne una candidatura ai London Critics Circle Film Awards come miglior esordiente britannico. Dopo questo successo apparve in ruoli importanti in Espiazione e L'altra donna del re.[6]

Recitò a fianco di Tom Hardy nell'adattamento televisivo del libro Stuart: A Life Backwards nel 2007 e nel 2008 ottenne una candidatura ai Satellite Award come miglior attore in una miniserie per la sua interpretazione in The Last Enemy.[2] L'anno successivo interpretò Luke Fitzwilliam in Miss Marple - È troppo facile e Bernard nell'adattamento televisivo di Small Island, questa sua interpretazione gli vale la sua seconda candidatura ai BAFTA.

Nel 2009 partecipò al film sulla vita di Charles Darwin Creation e nel 2010 apparve in The Whistleblower.

Nel 2011 interpretò Peter Guillam nell'adattamento cinematografico del romanzo di John le Carré La talpa diretto da Tomas Alfredson, recitando a fianco di Gary Oldman, Colin Firth e Tom Hardy.[6] Nello stesso anno apparve nel film di Steven Spielberg War Horse e venne eletto attore dell'anno dalla rivista GQ.[6][7]

Cumberbatch all'anteprima di 12 anni schiavo

Dal 2010 incarna il detective Sherlock Holmes nella serie televisiva della BBC creata da Mark Gatiss e Steven Moffat Sherlock.[2]

Ha doppiato Sauron e il drago Smaug nei film della trilogia prequel del Signore degli Anelli Lo Hobbit. Per Smaug ha anche recitato le espressioni tramite la tecnica del motion capture; alla fine ha ricevuto una candidatura come miglior personaggio animato in un film live action.

Nel 2010 ha recitato in The Children’s Monologues all'Old Vic di Londra, un'opera prodotta dalla Dramatic Need e diretta da Danny Boyle.[8][4] Nel febbraio del 2011 ha recitato al Royal National Theatre, a serate alterne, sia il ruolo del dottor Frankenstein che della creatura a fianco di Jonny Lee Miller nell'adattamento teatrale del romanzo di Mary Shelley.[4][9][6]

Nel 2013 ha partecipato al sequel di Star Trek diretto da J.J. Abrams in cui veste i panni di John Harrison, nome fittizio di Khan, uno degli antagonisti dell'Enterprise più famosi della serie televisiva originale.

Gli ultimi mesi del 2013 lo hanno visto protagonista del film Il quinto potere (The Fifth Estate), diretto da Bill Condon, in cui veste i panni del fondatore di WikiLeaks Julian Assange. Apparve anche in ruoli secondari nei film 12 anni schiavo, diretto da Steve McQueen, e I segreti di Osage County, diretto da John Wells, mentre è tornato a essere protagonista nel cortometraggio Little Favour, diretto da Patrick Viktor Monroe.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Ha avuto una lunga relazione di 12 anni con l'attrice Olivia Poulet, conosciuta all'università; la loro relazione si è conclusa nel 2011.[6][10] Ha avuto una relazione di un anno con la decoratrice inglese Anna James, conclusasi nel 2012.[11]

Nel 2005 ha rischiato la vita durante un viaggio in Africa insieme a degli amici. Il gruppo è stato rapito da alcuni abitanti del posto per poi essere rilasciato in un territorio desolato senza una spiegazione[12][13].

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Benedict Cumberbatch all'anteprima mondiale de Lo Hobbit - La desolazione di Smaug a Los Angeles, nel dicembre 2013

Attore[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatore[modifica | modifica sorgente]

Premi e candidature[modifica | modifica sorgente]

2004 Monte-Carlo TV Festival (Golden Nymph):

  • Vinto miglior attore in un film per la televisione per Hawking (2004);

2005 British Academy Film Awards (BAFTA TV Award):

2006 Monte-Carlo TV Festival (Golden Nymph):

2008 London Critics Circle Film Awards (ALFS Award):

2008 Satellite Awards:

  • Candidato come miglior attore in una miniserie o film per la televisione per The Last Enemy (2008);

2010 British Academy Film Awards (BAFTA TV Award):

2010 Satellite Awards:

  • Candidato come miglior attore in una miniserie o film per la televisione per Sherlock (2010);

2011 British Academy Film Awards (BAFTA TV Award):

2011 British Independent Film Awards:

  • Candidato come miglior attore non protagonista per La talpa (2011);

2011 Broadcasting Press Guild Awards:

2011 National Television Awards, UK:

2011 TV Quick Awards, UK:

2012 Central Ohio Film Critics Association:

2012 Laurence Olivier Awards:

  • Vinto miglior attore teatrale per Frankenstein (2011);

2012 British Academy Film Awards (BAFTA TV Award):

2012 Critics' Choice Television Award:

  • Vinto miglior attore in un film o miniserie tv per Sherlock (2010);

2012 Emmy Awards:

  • Candidato come miglior attore in una miniserie o film per la televisione per Sherlock (2010);

2013 Emmy Awards:

  • Candidato come miglior attore protagonista in una miniserie o film per la televisione per Parade's End (2012);

2014 Saturn Award

2014 Emmy Awards:

  • Vinto miglior attore protagonista in un film o miniserie tv per Sherlock (2010);

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Benedict Cumberbatch è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Primetime Emmy Awards 2014: The winners list, CNN, 26 agosto 2014. URL consultato il 26 agosto 2014.
  2. ^ a b c d e f (EN) Benedict Cumberbatch on playing Sherlock Holmes, The Guardian, 17 luglio 2010. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  3. ^ a b (EN) Benedict Cumberbatch plays Edmund Talbot, BBC, 19 maggio 2005. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  4. ^ a b c (EN) Benedict Cumberbatch: 'I felt like I had rabies or that I was a king', The Guardian, 7 novembre 2010. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  5. ^ Benedict Cumberbatch Sherlock Series Three and GQ Cover - GQ.COM (UK)
  6. ^ a b c d e (EN) Benedict Cumberbatch interview: On the couch with Mr Cumberbatch, The Guardian, 4 settembre 2011. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  7. ^ (EN) Actor: Benedict Cumberbatch, GQ, 21 settembre 2011. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  8. ^ (EN) The Children's Monologues., Dramatic Need. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  9. ^ (EN) A monster double act for Danny Boyle's Frankenstein, Daily Mail, 29 ottobre 2010. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  10. ^ (EN) Sherlock Holmes' star Benedict Cumberbatch splits from university sweetheart after ten years together, Daily Mail, 18 marzo 2011. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  11. ^ Sherlock Holmes actor Benedict Cumberbatch splits from girlfriend Anna Jones | Mail Online
  12. ^ http://www.people.com/people/article/0,,20733679,00.html
  13. ^ http://www.telegraph.co.uk/culture/tvandradio/9009080/Sherlock-star-Benedict-Cumberbatch-survived-kidnap-attempt-in-South-Africa.html
  14. ^ per la rete televisiva Joi e le edizioni in DVD
  15. ^ per i canali Italia 1 e Italia 2

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 95049263 LCCN: no2008096009