Ben Sidran

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ben Sidran
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Jazz
Rock
Periodo di attività 1961 – in attività
Album pubblicati 32

Ben Hirsch Sidran (Chicago, 4 agosto 1943) è un pianista, organista e cantautore statunitense, di musica jazz e rock, noto per la sua collaborazione nella Steve Miller Band[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Sidran studiò a Racine in Wisconsin e frequentò l'Università del Wisconsin-Madison nel 1961, dove divenne un membro del gruppo musicale The Ardells insieme a Steve Miller e Boz Scaggs . Quando Miller e Scaggs lasciarono il Wisconsin per la West Coast, Sidran rimase a conseguire una laurea in letteratura inglese. Dopo la laurea nel 1966, Sidran si iscrisse all'Università del Sussex, in Inghilterra, per conseguire un dottorato in American studies.

Sidran si unì a Miller in uno studio di registrazione inglese alcuni anni dopo, suonando nell'album "Children of the Future". Mentre era in Inghilterra, suonò con alcuni musicisti come Eric Clapton, The Rolling Stones, Peter Frampton e Charlie Watts. Dopo un breve periodo a Los Angeles, dove iniziò la carriera di accompagnatore (suonando con Scaggs e il percussionista Jim Keltner) e produttore discografico, Sidran fece ritorno a Madison nel 1971 e mantenne la città universitaria come sua dimora da allora, suonando spesso con artisti di Madison come il batterista Clyde Stubblefield e il tastierista-compositore Leo Sidran, suo figlio. Nel corso degli anni, pur continuando a viaggiare, suonare e produrre, tenne corsi presso l'Università (sul business della musica) e, a partire dal 1981, realizzò una varietà di programmi di jazz per la NPR, (compresa la serie Peabody Award Winning "Jazz Alive") e per la televisione VH1 (dove la sua serie "New Visions", nei primi anni 1990 vinse l'Ace Award).

Come musicista e produttore ha collaborato con Mose Allison, Van Morrison, Diana Ross e Rickie Lee Jones. Ha scritto il libro "Black Talk" (sulla sociologia della musica nera in America), "A Life in the Music" e "Talking Jazz", una raccolta di sue interviste storiche con musicisti jazz.

Sidran è stato definito, dal Chicago Sun Times, come un "uomo del Rinascimento alla deriva in un mondo moderno", e da The Times come "il primo rapper jazz esistenziale", in riferimento al suo misto di umorismo ed erudizione nel suonare "grooves and bebop". Ha continuato a fare il lettore all'università, recentemente sull'argomento "Jews, Music and the American Dream" (musica ebraica e il sogno americano).

"Talking Jazz" comprende un libretto di ottanta pagine con saggi di scrittori, critici e musicisti, foto di Lee Tanner, e 24 CD con conversazioni con 60 musicisti jazz, reegistrate durante i cinque anni al programma NPR, "Sidran on Record". I 24 CD, orchestrati da Sidran, documentano le voci dei musicisti jazz, fra i quali Miles Davis, Art Blakey ed altri.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Anno Album Etichetta
1971 Feel Your Groove, con Blue Mitchell Capitol
1972 I Lead a Life Blue Thumb
1973 Puttin' in Time on Planet Earth Blue Thumb
1974 Don't Let Go Blue Thumb
1976 Free in America Arista
1976 That's Life I guess Bluebird RCA
1977 The Doctor Is In Arista
1978 A Little Kiss in the Night Arista
1979 Live at Montreux Arista
1980 The Cat and the Hat Horizon Records
1981 Get to the Point Polystar
1982 Old Songs for the New Depression Island
1983 Bop City Island / Go Jazz
1984 Live with Richard Davis
1985 On the Cool Side Windham Hill
1986 Have You Met...Barcelona? Orange Blue
1987 On the Live Side Windham Hill
1988 Too Hot to Touch Windham Hill
1990 Cool Paradise Go Jazz
1994 Life's a Lesson Go Jazz
1996 Mr. P's Shuffle Go Jazz
1997 Go Jazz All-Stars Go Jazz
1998 Live at Celebrity Lounge Go Jazz
2000 Concert For Garcia Lorca Go Jazz
2002 Walk Pretty, The Music of Alec Wilder Go Jazz
2004 Nick's Bump Nardis Records
2005 Bumpin' At The Sunside Nardis
2006 Live à fip Bonsai Music
2008 Cien Noches Nardis
2009 Dylan Different Nardis
2010 Dylan Different Live at the New Morning Bonsai Music
2013 Don't Cry for No Hipster Nardis

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ben Sidran | Biography, AllMusic, 14 agosto 1943. URL consultato il 16 agosto 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 49409381 LCCN: n81003495