Bellum Africum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La guerra africana
Titolo originale Bellum Africum
Rimini083.jpg
statua di Caio Giulio Cesare
Autore Caio Giulio Cesare
1ª ed. originale circa 48 a.C.
Genere diario
Lingua originale latino

Il Bellum Africum o Bellum Africanum (in latino: La guerra africana) è un'opera facente parte del Corpus Caesarianum. La paternità dell'opera è oggetto di discussione tra gli studiosi, sebbene si creda che l'autore sia un ufficiale dell'esercito di Gaio Giulio Cesare, in passato identificato con Aulo Irzio o Gaio Oppio. Il contenuto dell'opera fornisce i resoconti delle campagne di Cesare contro i suoi nemici repubblicani nella provincia romana dell'Africa.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marchesi, p. 349.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]