Belle Île

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Belle Île
Belle-Île-en-Mer
Belle Ile SPOT 1271.jpg
Geografia fisica
Localizzazione Oceano Atlantico
Coordinate 47°19′55″N 3°10′02″W / 47.331944°N 3.167222°W47.331944; -3.167222Coordinate: 47°19′55″N 3°10′02″W / 47.331944°N 3.167222°W47.331944; -3.167222
Superficie 83,76 km²
Sviluppo costiero 80 km
Altitudine massima 63 m s.l.m.
Geografia politica
Stato Francia Francia
Centro principale Le Palais
Demografia
Abitanti 5.120 (2008)
Densità 56.5 ab./km²
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Belle Île

[senza fonte]

voci di isole della Francia presenti su Wikipedia

Belle-Île o Belle-Île-en-Mer (ar Gerveur in bretone moderno e Guedel in bretone antico) è un'isola francese al largo della costa della Bretagna. È la più grande delle isole della Bretagna e si trova a 14 km dalla penisola Quiberon.

Amministrativamente l'isola costituisce il Cantone di Belle-Île che si divide a sua volta in quattro comuni:

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il paesaggio dell'isola è vario: alle aspre scogliere della parte ovest (la Cote Sauvage) si alternano spiaggie (la più estesa delle quali è quella denominata Les Grand Sabies) e porti navigabili (Le Palais e Sauzon). Il clima è di tipo oceanico, con inverni più miti e meno piovosi che nella terraferma.

Fiction[modifica | modifica wikitesto]

Quest'isola è stato il luogo delle riprese della miniserie televisiva francese Dolmen, nella quale l'isola è chiamata Ty Kern. I menhir utilizzati nella fiction, però, non sono presenti realmente sull'isola; sono state posizionate delle ricostruzioni in plastica per girare le scene e tolte successivamente.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Su quest'isola sono stati girati gli esterni del film "L'uomo che uccideva a sangue freddo" (Traitement de choc) che è un film del 1973 diretto da Alain Jessua; protagonisti sono Annie Girardot e Alain Delon.

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

L'isola fa da ambientazione a diversi eventi che Alexandre Dumas ha narrato nell'ultimo romanzo del ciclo dei moschettieri, Il visconte di Bragelonne. Qui Porthos dopo aver fortificato il castello, trova la morte in uno scontro a fuoco nelle grotte di Locmaria. Secondo quanto scritto nel libro, in antichità veniva chiamata Calonesa, fusione di due parole greche che significano "isola bella".

Citata anche nel libro "Noi due come un romanzo" di Paola Calvetti, Belle Ile diventa il luogo in cui una volta all'anno l'architetto Federico, sposato e residente a New York, ed Emma, libraia milanese titolare del negozio Sogni&Bisogni, si incontrano.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]