Bell 214

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bell 214
Bell 214B.JPG
Descrizione
Tipo multiruolo/utility
Equipaggio 1 o 2 piloti
Costruttore Stati Uniti Canada Bell
Data primo volo 1970
Data entrata in servizio 1972
Sviluppato dal Bell 205
Altre varianti Bell 214ST
Dimensioni e pesi
Tavole prospettiche
Lunghezza 14.63 m
Altezza 3.90 m
Diametro rotore 15.24 m
Peso a vuoto 3.442 kg
Peso carico 6.260 kg
Peso max al decollo 6.805 kg
Passeggeri 14
Propulsione
Motore un turboalberi Lycoming LTC4B-8D
Potenza 2.185 kW (2.930 shp)
Prestazioni
Velocità di crociera 140 nodi (260 km / h, 161,5 mph)

ref=The International Directory of Civil Aircraft[1]

voci di elicotteri presenti su Wikipedia

Il Bell 214 è un elicottero multiruolo, medio leggero, prodotto dalla Bell e derivato dal Bell UH-1 Iroquois. Da questo velivolo deriva il fratello maggiore Bell 214ST, con cui condivide lo stesso numero di modello, ma che è molto più grande.

Progettazione e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Lo sviluppo del progetto 214 è stato annunciato dalla Bell nel 1970 con il nome "Huey Plus". Il primo prototipo si basava sulla cellula del Bell 205, ma con un nuovo motore Lycoming T53 -L-702 di 1.900 shp. [2]

Il primo prototipo dimostrativo di 214A è stato valutato dalle forze armate iraniane con un'esercitazione sul campo. La dimostrazione venne valutata positivamente e ne seguì un ordine da parte dell'Iran. Nell'intenzione dell'azienda la Bell avrebbe prodotto i primi velivoli nei suoi stabilimenti di Dallas-Fort Worth mentre altri 50 214A e 350 214ST sarebbero stati prodotti successivamente in Iran. L'ordine venne in seguito modificato, ma la produzione fu interrotta a causa della rivoluzione iraniana; le ultime consegne vennero fatte prima della rivoluzione e in totale l'Iran ricevette 296 esemplari di 214A e 39 modelli di 214C.[3]

Simile in dimensioni e aspetto ai Bell 205 o ai Bell 212, il 214 si differenzia per l'utilizzo di un solo, ma potente, motore Lycoming LTC4B-8 da 2.930 shp / 2.185 kW e un aggiornamento dei rotori che gli conferisce una elevata capacità di sollevamento e buone prestazioni ad alte temperature e alta quota.[4]

La Bell ha offerto anche una versione civile di questo mezzo, chiamata 214B "BigLifter". Ottenne l'omologazione al volo nel 1976 e venne prodotta dall'azienda statunitense fino al 1981.Per introdurre questa versione sono state necessarie alcune modifiche come la revisione del motore e l'introduzione di avionica e sistemi di navigazione commerciali.[5]

Storia operativa[modifica | modifica wikitesto]

Si stima che a gennaio 2010 le forze armate iraniane abbiano in dotazione ancora 50 Bell 214A e 25 Bell 214C.[6] Inoltre la struttura di revisione istituita al momento della consegna, l'Iran Helicopter Support & Renewal Company, è ancora attiva e permette l'assistenza tecnica ai velivoli iraniani.

Si stima che volino ancora 41 214Bs con ruoli commerciali, di lotta antincendio, gru volanti. Tra i paesi che utilizzano questi velivoli vi sono Australia(6)[7], Canada(10)[8], e Stati Uniti (15)[9].

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Bell 214 dell' Oman, 1982

Militari[modifica | modifica wikitesto]

  • Ecuador Ecuador - 1 Bell 214B a gennaio 2010[6]
  • Iran Iran - 75 Bell 214s a gennaio 2010.[6]
  • Oman Oman - 5 Bell 214s acquistati nel 1970, con ulteriori unità appartenenti all'Iran ma utilizzate dall'Oman.[10]
  • Venezuela Venezuela - 1 Bell 214 a gennaio 2010.[6]
  • Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti - 3 Bell 214s a gennaio 2010.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Frawley, Gerard: The International Directory of Civil Aircraft, 2003-2004, page 44. Aerospace Publications Pty Ltd, 2003. ISBN 1-875671-58-7
  2. ^ Taylor, John W.R., Jane's All The World's Aircraft 1974-75, Jane's Yearbooks, 1974.
  3. ^ Apostolo, Giorgio. The Illustrated Encyclopedia of Helicopters, p. 54. Bonanza Books, New York, 1984. ISBN 0-517-439352.
  4. ^ Frawley, Gerard. The International Directory of Military Aircraft, p. 34. Aerospace Publications Pty Ltd, 2002. ISBN 1-875671-55-2.
  5. ^ "Bell 214". Jane's Helicopter Markets and Systems. Jane's, 2007. (online subscription article)
  6. ^ a b c d e "World Military Aircraft Inventory". 2010 Aerospace Source Book. Aviation Week and Space Technology, January 2010.
  7. ^ McDermott Aviation, Helicopters, Our Fleet, 2007. URL consultato il 21 novembre 2009.
  8. ^ Transport Canada, Civil Aircraft Register, ottobre 2010. URL consultato il 10 ottobre 2010.
  9. ^ Federal Aviation Administration, FAA REGISTRY - Make / Model Inquiry Results, gennaio 2010. URL consultato il 7 gennaio 2010.
  10. ^ Tom Cooper e Stefan Kuhn, Arabian Peninsula & Persian Gulf Database: Oman (and Dhofar) 1952-1979, The Air Combat Information Group, 9 settembre 2003.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]