Bei tempi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bei tempi
Artista Roberto Vecchioni
Tipo album Studio
Pubblicazione 1985
Durata 35 min : 35 s
Dischi 1
Tracce 8
Genere Pop
Etichetta CGD (20477)
Produttore Michelangelo Romano
Roberto Vecchioni - cronologia
Album precedente
(1984)
Album successivo
(1986)

Bei tempi (1985) è un album del cantautore Roberto Vecchioni che si avvale della collaborazione di Michelangelo Romano.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Come in Hollywood Hollywood anche qui si coglie un nuovo modo di concepire, oltre all'amore, anche l'arte; inoltre si analizza a fondo il rapporto tra la realtà e il sogno, tema molto caro a Vecchioni.

Importante è anche la figura della donna che è dipinta come l'altra faccia della medaglia dell'uomo e non è stretta in ruoli stereotipati.

Esempio calzante di questo tema è Piccolo amore dove la donna è narrata nel suo fare quotidiano e l'amore è riportato a un aspetto terreno e non ideale [...Piccolo amore, piccolo amore/che pena quelli con un grande amore...]. Figura femminile forte è invece Fata stanca di attendere l'uomo partito per la guerra se ne va via. Il brano è un ideale seguito de "Il castello", (in Calabuig...) dalla identica melodia, l'arrangiamento quasi uguale, e le medesime immagini poetiche.

Come racconta lo stesso Vecchioni in 'Luci a San Siro, La mia ragazza è dedicata a Daria Colombo, la sua seconda moglie, e parlando di lei nel finale la paragona al suo lavoro

« la mia ragazza è il mio mestiere »

...volendo indicare l'impegno necessario a portare avanti un rapporto di coppia, impegno simile a quello che si mette in un'attività professionale.

In Millenovantanove, e in Gaston e Astolfo che ne è il prologo, uno stornello cantato da Ornella Vanoni, Vecchioni affronta invece il tema del doppio, ovvero il conflitto tra il Dr. Jekyll e il Mr. Hyde che c'è in ognuno di noi. Lo fa descrivendo i due guerrieri al tempo delle crociate che sono anche amanti, o meglio il pensiero di uno dei due che al ritorno dalla guerra rimprovera all'altro di aver scordato l'amore che li legava. I due guerrieri sono di carattere diversissimo, rissoso e spaccone il primo quanto sensibile il secondo. I due rappresentano parte della stessa personalità di Vecchioni, due parti eternamente in conflitto. Tenerli in equilibrio dovrebbe essere il segreto per una vita felice.

La tematica del doppio è spesso ricorrente nelle canzoni di Vecchioni, oltre che in questo album, la possiamo trovare in Parabola (con il dualismo tra i fratellastri Poeta e Ragioniere), in Canzonenoznac (storia di due personaggi che vengono presentati nel testo come nemici e che credono di essere diversi ma in realtà sono la stessa persona), Montecristo [...c'è al mio posto...un manichino...], Milady [...sono io in tournée, quello a casa è un altro me stesso] e in molte altre canzoni.

Anche in Livingstone (che riprende il tema musicale di Canzone in cerca d'autore) un apparente triangolo amoroso ci riporta invece allo sdoppiamento di personalità dove si ritrova l'esploratore David Livingstone, scomparso nella giungla e poi ritrovato, e il vivere borghese rappresentato dalla vita mondana di Riccione. Anche qui partecipa Ornella Vanoni che canta un verso in lingua tedesca.

Artista[modifica | modifica sorgente]

  • Roberto Vecchioni - voce
  • Aldo Banfi - organo hammond, prophet 5, syntclavier
  • Amedeo Bianchi - sax & clarino
  • Vito Mercurio - basso elettrico
  • Mauro Paoluzzi - chitarra acustica & elettrica, pianoforte, piano elettrico fender, dx7
  • Adriano Pennino - pianoforte & dx7
  • Vittorio Riva - batteria
  • Ornella Vanoni - voce (brani A2, B1)
  • Peppe Vessicchio - pianoforte

Tracce[modifica | modifica sorgente]

LATO A

  1. Bei tempi - 4:57
  2. Livingstone - 3:12
  3. La mia ragazza - 4:56
  4. Piccolo amore - 4:40

LATO B

  1. Gaston e Astolfo (La vera storia di) - 2:30
  2. Millenovantanove - 6:26
  3. Fata - 5:56
  4. Fratel coniglietto - 3:02

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Sergio Secondiano Sacchi - Voci a San Siro - Arcana editrice
  • Paolo Jachia - Roberto Vecchioni Le donne, i cavalier, l'arme, gli amori - Fratelli Frilli editori
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica