Beelzebufo ampinga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rana diavolo
Beelzebufo BW.jpg
Stato di conservazione
Status none EX.svg
Estinto
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Amphibia
Ordine Anura
Famiglia Leptodactylidae
Genere Beelzebufo
Specie B. ampinga
Nomenclatura binomiale
Beelzebufo ampinga
Evans, Jones, & Krause, 2008

La rana diavolo (Beelzebufo ampinga Evans, Jones, & Krause, 2008) è un anfibio anuro vissuto nel tardo Cretaceo. Il nome del genere deriva da belzebù e bufo (rospo in latino). Il nome della specie ampinga è una parola malgascia che significa "scudo".

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I primi frammenti fossili, provenienti dal Madagascar, sono stati trovati nel 1993 da David W. Krause, della Stony Brook University, e l'animale è stato descritto in un articolo dello stesso Krause e degli studiosi dello University College London Susan E. Evans e Marc E. H. Jones, pubblicato sul sito dei Proceedings of the National Academy of Sciences nel 2008.

I frammenti fossili ritrovati mostrano che poteva crescere fino a 40 centimetri di lunghezza (una dimensione superiore a quella della rana Golia e di qualunque anuro oggi vivente) e si può ipotizzare un peso di circa 4-5 chili. È stato supposto che il Beelzebufo potesse ingoiare anche cuccioli di dinosauri.

Gli animali viventi più vicini al Beelzebufo sono le Ceratophrys, le "rane cornute" del Sud America. Ciò è stato interpretato come una prova che nel tardo Cretaceo il Madagascar e l'America del Sud erano ancora uniti.

Confronto tra una rana diavolo e una rana toro

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lista degli anfibi preistorici

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]