Bec Rawlings

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Bec Hyatt)
Bec Rawlings
Dati biografici
Nome Rebecca Rawlings
Nazionalità Australia Australia
Altezza 168 cm
Peso 52 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Categoria Pesi paglia
Squadra Australia Impact MMA
Carriera
Soprannome Rowdy
Combatte da Australia Brisbane, Australia
Vittorie 5
per knockout 1
per sottomissione 3
Sconfitte 3
 

Rebecca "Bec" Rawlings, nota prima del 2014 come Bec Hyatt (Launceston, 11 febbraio 1989), è una lottatrice di arti marziali miste australiana.

Combatte nella divisione dei pesi paglia per l'organizzazione UFC.

In passato è stata una contendente al titolo di categoria della promozione Invicta FC nel 2013 venendo sconfitta da Carla Esparza.

Grazie al suo look stravagante, alla sua forte personalità, ai suoi sforzi in fatto di promozione sui social network e alla spettacolarità dei suoi incontri in breve tempo Bec è divenuta una delle più popolari e amate lottatrici di MMA del mondo[1].

È stata premiata Favourite Female Fighter ai Women’s Mixed Martial Arts Awards nel 2012 come la lottatrice preferita dai fan di WMMA superando il volto femminile dell'UFC Ronda Rousey di ben 70 voti[2].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Bec inizia a praticare sport da combattimento solamente nel 2010 e quindi intraprende subito il suo percorso nelle MMA senza alcun precedente background in altri sport simili.

Atletica e di grosse dimensioni per i pesi paglia, Bec è nota per il suo stile aggressivo e il suo notevole cardio, tant'è che generalmente rende meglio negli ultimi round di una sfida.

Ha solide basi in tutti gli aspetti delle arti marziali miste, vantando uno striking grezzo ma potente e un buon uso di tecniche di sottomissione. Seppur migliorando continuamente sotto l'aspetto tecnico Bec ha il suo tallone d'Achille nella difesa dai takedown, lacuna che ha inciso moltissimo nelle sue sconfitte in Invicta FC.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

Rebecca Rawlings, nata e cresciuta in Tasmania, inizia fin da piccola a praticare vari sport, ma successivamente abbandona le pratiche agonistiche per mancanza di motivazioni. Per far fronte alla preoccupante obesità che la colpiva riprende solo nel 2010 iniziando a praticare arti marziali miste grazie ai consigli del marito Dan Hyatt, un professionista delle MMA dal 2009.

Esordisce come professionista nell'ottobre 2011 a soli 10 mesi dalla nascita del suo secondo figlio Enson: a causa delle poche opportunità che la Tasmania poteva offrire in fatto di incontri di MMA femminili Bec fu costretta a confrontarsi in un incontro di pesi gallo, finendo KO contro la più grossa avversaria Rhiannon Thompson.

Il 2012 fu l'anno dell'ascesa di Bec Hyatt che grazie alla sua notevole abilità nel farsi promuovere e notare ottenne la possibilità di lottare nella divisione dei pesi paglia, categoria di peso nella quale può far valere tutta la sua potenza atletica, e ottiene quattro successi consecutivi con tre differenti finalizzazioni, ripulendo di fatto la divisione da possibili altri contendenti a livello nazionale.

Invicta Fighting Championships[modifica | modifica sorgente]

Nel novembre 2012 si unisce alla divisione dei pesi paglia nella neonata organizzazione statunitense Invicta FC, promozione solamente femminile che puntava a diventare la lega di riferimento delle WMMA e che notò il potenziale sportivo e mediatico della giovane star australiana.

L'esordio era previsto nel gennaio 2013 contro la forte thaiboxer scozzese Joanne Calderwood, #8 dei ranking, mentre il main event della serata doveva essere la sfida per il titolo di categoria tra Carla Esparza e Ayaka Hamasaki: successivamente Hamasaki non poté competere per la cintura in quanto era impegnata nella difesa del titolo giapponese Jewels e la sostituta brasiliana Claudia Gadelha diede forfait per infortunio, Joanne Calderwood si rifiutò di lottare per il titolo con così poco preavviso e così ad accettare la sfida titolata contro Esparza fu proprio Bec; l'evento divenne così Invicta FC 4: Esparza vs. Hyatt.

Il debutto coincise così con l'immediata sfida per il neonato titolo dei pesi paglia Invicta FC: la più esperta Carla Esparza, #4 dei ranking di categoria, fece valere la sua ottima lotta portando ripetutamente a terra Hyatt ed ottenendo una netta vittoria ai punti con tutti e tre i giudici di gara che le assegnarono un punteggio di 50–45, ma Bec mise comunque in grossa difficoltà la rivale statunitense e terminò l'incontro in una fase di ground and pound che avrebbe potuto premiare l'eccentrica lottatrice tasmana.

Nonostante la sconfitta la popolarità di Bec Hyatt negli Stati Uniti crebbe a dismisura e l'Invicta le diede spazio in tutti i successivi eventi.

In aprile si sbarazzò velocemente della thaiboxer serba-austriaca Jasminka Cive (record: 5-0) con una leva al braccio durante il primo round; proprio con la Cive Hyatt ebbe un pre-gara infuocato con parecchio trash-talking da ambo le parti.

In luglio affrontò la prodigiosa teenager giapponese Mizuki Inoue, precoce campionessa di MMA e shoot boxing e #10 dei ranking: Hyatt soffrì il veloce e tecnico striking della rivale e le sue proiezioni a terra nei primi due round, venendo sconfitta ai punti con tutti i giudici che diedero proprio le prime due riprese alla lottatrice asiatica; in seguito Hyatt riportò uno strappo al legamento collaterale mediale e dovette far fronte ad uno stop.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica sorgente]

Nel dicembre 2013 la prestigiosa promozione UFC mise sotto contratto 11 lottatrici dei pesi paglia Invicta FC allo scopo di creare la nuova divisione femminile nella promozione e di lanciare una stagione del reality show The Ultimate Fighter incentrata su tali atlete[3]: Bec fu tra le scelte di Dana White.

Dal gennaio 2014 in seguito alla separazione dal marito Bec tornò ad utilizzare il cognome di famiglia Rawlings.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Gli incontri segnati su sfondo grigio si riferiscono ad incontri di esibizione non ufficiali o comunque non validi per essere integrati nel record da professionista.

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
NU Stati Uniti Justine Kish The Ultimate Fighter 20 10 settembre 2014 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Torneo dei Pesi Paglia TUF 20, Primo turno
Sconfitta 5–3 Giappone Mizuki Inoue Decisione (unanime) Invicta FC 6: Coenen vs. Cyborg 13 luglio 2013 3 5:00 Stati Uniti Kansas City, MO, Stati Uniti
Vittoria 5–2 Austria Jasminka Cive Sottomissione (armbar) Invicta FC 5: Penne vs. Waterson 5 aprile 2013 1 3:30 Stati Uniti Kansas City, MO, Stati Uniti
Sconfitta 4–2 Stati Uniti Carla Esparza Decisione (unanime) Invicta FC 4: Esparza vs. Hyatt 5 gennaio 2013 5 5:00 Stati Uniti Kansas City, KS, Stati Uniti Per il titolo dei Pesi Paglia Invicta FC
Vittoria 4–1 Australia Christina Tatnell KO Tecnico (pugni) Nitro MMA: Nitro 7 20 ottobre 2012 1 0:37 Australia Brisbane, Australia
Vittoria 3–1 Australia Rachel Sheridan Decisione (maggioranza) Valor Fight 1: Resolution 9 giugno 2012 3 3:00 Australia Launceston, Australia
Vittoria 2–1 Australia Daniela Marjanovic Sottomissione (rear naked choke) Australian FC 3 14 aprile 2012 1 0:21 Australia Melbourne, Australia
Vittoria 1–1 Australia Sarah Morrison Sottomissione (armbar) Brace For War 14 18 febbraio 2012 2 1:30 Australia Canberra, Australia
Sconfitta 0–1 Australia Rhiannon Thompson KO (calcio alla testa) Brace For War 12 5 ottobre 2011 1 2:30 Australia Hobart, Australia Incontro di Pesi Gallo

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Bec ha due figli maschi, Zake ed Enson: quest'ultimo è stato battezzato così in onore del lottatore di MMA Enson Inoue.
  • Bec divorziò dal marito Dan Hyatt nel 2013, e nei mesi successivi fece sapere pubblicamente di essere stata vittima per anni di violenze domestiche da parte dell'ex compagno[4]; lo stesso Dan "The Riot" Hyatt è un atleta professionista di MMA attivo prevalentemente nei circuiti australiani[5]. Nel gennaio 2014 avviò la procedura necessaria per riottenere il cognome di famiglia, cognome che iniziò subito ad adottare in tutti i media.
  • Bec in ogni suo incontro negli Stati Uniti fa il suo ingresso portando sulle spalle una bandiera dell'Australia, e anche le sue divise personalizzate recano diversi riferimenti alla sua nazione di provenienza.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Underdog Bec Hyatt is quickly making a name for herself.
  2. ^ 2012 Women’s Mixed Martial Arts Awards.
  3. ^ UFC acquires 11 fighters from Invicta FC, launches women’s strawweight division with ‘TUF 20′.
  4. ^ Bec Hyatt Releases Statement About Abusive Husband; How She Left.
  5. ^ Sherdog - Dan "The Riot" Hyatt.