Beaver & Krause

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beaver & Krause
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Musica elettronica
Musica sperimentale
Periodo di attività 1967-1975
Album pubblicati 5

I Beaver & Krause sono stati un gruppo musicale di musica elettronica composto da Paul Beaver e Bernie Krause.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1967 pubblicarono The Nonesuch Guide to Electronic Music, album considerato un'opera pionieristica della musica elettronica.

Nello stesso anno, Paul Beaver fece conoscere il sintetizzatore Moog al cantante-batterista dei Monkees Micky Olenz. Lo strumento verrà successivamente adoperato nel loro album Pisces, Aquarius, Capricorn & Jones Ltd. Nello stesso periodo, Beaver diresse alcuni seminari dedicati alla musica ed al cinema negli LA Studios.

Nel mese di giugno del 1967, i Beaver & Krause si esibirono al Festival di Monterey dove fecero conoscere al pubblico il funzionamento del sintetizzatore Moog. Grazie a quella dimostrazione, lo strumento venne scoperto da gruppi musicali che includono i Doors, Simon & Garfunkel e i Byrds. Ciò contribuì a lanciare la moda dei sintetizzatori, conclusa durante la prima metà degli anni Settanta.

Bernie Krause fece conoscere la tastiera a George Martin, produttore dei Beatles, ed a George Harrison nel 1968. Quest'ultimo lo adoperò nel suo album Electronic Sound, uscito durante l'anno seguente, e comprendente un'intera esibizione di Krause nel lato A.

Nel 1968, i Beaver & Krause pubblicarono l'album Ragnarok, al quale fecero seguito Sanctuary (1970), Gandharva (1971), ed All Good Men (1972), che anticiparono le sonorità della new age e dell'electronica.

La loro traccia "Spaced" (contenuta in Wild Sanctuary) fu usata come fonte per il logo sonoro della THX Sound (Deep Note).

Mike Bloomfield e Ronnie Montrose collaborarono insieme nella traccia "Saga of the Blue Beaver" dei Beaver & Krause.

In seguito alla morte prematura di Paul Beaver, deceduto nel 1975 all'età di 49 anni, Krause iniziò una carriera da solista.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • The Nonesuch Guide To Electronic Music (1967)
  • Ragnarok Electronic Funk (1969)
  • In A Wild Sanctuary (1970)
  • Gandharva (1971)
  • All Good Men (1972)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica