Beauveria bassiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Beauveria bassiana
Beauveria bassiana on sugar beet root maggot USDA.jpg
Beauveria bassiana su una larva
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Phylum Ascomycota
Classe Ascomycetes
Sottoclasse Sordariomycetidae
Ordine Hypocreales
Famiglia Clavicipitaceae
Genere Beauveria
Specie B. bassiana
Nomenclatura binomiale
Beauveria bassiana
(Bals.-Criv.) Vuill., 1912
Cavallette uccise da B. bassiana

Beauveria bassiana (Bals.-Criv.) Vuill., Bulletin de la Société Botanique de France 59: 40 (1913) [1912].

Beauveria bassiana è un fungo endofita con proprietà entomopatogene utilizzato nella lotta biologica, in grado di causare danni a diversi tipi di insetti agendo come parassita.

Il fungo provoca una malattia conosciuta come calcino o malattia del baco da seta. Quando le spore del fungo entrano in contatto con il corpo di un insetto, germinano, entrano nel corpo e vi sviluppano, uccidendo l'insetto. Dopo la morte dell'insetto una schiuma bianca si sviluppa sul cadavere producendo nuove spore. Gran parte degli insetti che vivono sul suolo hanno sviluppato difese naturali contro la Beauveria bassiana, tuttavia molti altri ne sono suscettibili.

Il fungo non infetta l'uomo né gli altri mammiferi ed è pertanto considerato un insetticida naturale contro insetti infestanti come le termiti.

È attualmente allo studio il suo utilizzo come mezzo di controllo della zanzara Anopheles, portatrice della malaria, attraverso la dispersione delle spore sulle aree infestate,

Il nome della specie è un omaggio al naturalista italiano Agostino Bassi che nel 1835, grazie ad un'approfondita sperimentazione dimostrò che il mal del calcino del baco da seta era causato dal fungo.

La Beauveria bassiana è la forma anamorfica (forma di riproduzione asessuale) della specie Cordyceps bassiana.

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Beauveria densa (Link) F. Picard, Amtl. Ber. Versamml. Deutsch. Naturf. Aerzte 13: 200 (1914)
  • Beauveria doryphorae R. Poiss. & Patay, (1935)
  • Beauveria effusa (Beauverie) Vuill., Bull. Soc. bot. Fr. 59: 40 (1912)
  • Beauveria globulifera (Speg.) F. Picard, Ann. Ecole Nat. Agr. Montpell. (1914)
  • Beauveria shiotae (Kuru) Langeron, in Brumpt, Magyar. Tud. Akad. Értes.: 1839 (1936)
  • Beauveria stephanoderis (Bally) Petch, Trans. Br. mycol. Soc. 10(4): 249 (1926)
  • Beauveria sulfurescens (J.F.H. Beyma) J.J. Taylor, Mycologia 62(4): 823 (1970)
  • Botrytis bassiana Bals.-Criv., Arch. Triennale Lab. Bot. Crittog. 79: 127 (1836)
  • Botrytis effusa Beauverie, in Rappaz 14: 25 (1911)
  • Botrytis stephanoderis Bally, in Friederichs & Bally 6: 106 (1923)
  • Cordyceps bassiana Z.Z. Li, C.R. Li, B. Huang & M.Z. Fan, Chinese Science Bulletin 9: (2001).
  • Isaria densa (Link) Giard, Compte rendu hebdomadaire des Sciences de l'Academie des sciences, Paris 113: 270 (1891)
  • Isaria shiotae Kuru, J. Taihoku Soc. Agric. 2: 351 (1932)
  • Penicillium bassianum (Bals.-Criv.) Biourge, Cellule 33(1): 101 (1923)
  • Penicillium densum (Link) Biourge, Cellule 33(1): 102 (1923)
  • Spicaria bassiana (Bals.-Criv.) Vuill.,: 153 (1910)
  • Spicaria densa (Link) Vuill., Bull. Séanc. Soc. Sci. Nancy 11: 153 (1910)
  • Sporotrichum densum Link, Magazin Ges. naturf. Freunde, Berlin 3: 13 (1818)
  • Sporotrichum epigaeum var. terrestre Dasz., Bull. Soc. bot. Genève, 2 sér. 4: 291 (1912)
  • Sporotrichum globuliferum Speg., An. Soc. cient. argent. 10(2-3): 278 (1880)
  • Sporotrichum sulfurescens J.F.H. Beyma, Verh. K. Akad. Wet., tweede sect. 62: 16 (1928)
  • Tritirachium shiotae (Kuru) Langeron, Annls Parasit. hum. comp. 22: 98 (1947)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Beauveria bassiana in Index Fungorum, CABI Bioscience.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia