Beautiful Lies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beautiful Lies
Beautiful Lies (film 2010).png
Titolo originale De vrais mensonges
Lingua originale francese
Paese di produzione Francia
Anno 2010
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere commedia, sentimentale
Regia Pierre Salvadori
Sceneggiatura Pierre Salvadori, Benoît Graffin
Produttore Philippe Martin
Casa di produzione Les Films Pelléas
Fotografia Gilles Henry
Montaggio Isabelle Devinck
Musiche Philippe Eidel
Costumi Virginie Montel
Interpreti e personaggi

Beautiful Lies è un film del 2010 diretto da Pierre Salvadori e interpretato da Audrey Tautou.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La parrucchiera Èmilie (Audrey Tautou) riceve un'anonima lettera d'amore, scritta da Jean (Sami Bouajila), il suo timido dipendente al salone. La ragazza inizialmente non la considera neppure, ma poi decide di inviarla alla madre per farle vivere ancora l'emozione di essere amata, poiché la donna è separata da numerosi anni dal marito, che a giorni la informerà di voler divorziare da lei per sposare la giovane amante incinta. Maddy (Nathalie Baye), la mamma di Èmilie, è al settimo cielo dopo aver letto quelle stupende parole ma, aspettandosene altre e non ricevendone, costringe la figlia a scrivere di mano sua varie lettere da parte dell'amante anonimo. Un giorno Èmilie, dopo aver scoperto che Jean è un uomo molto acculturato e intelligente che però si accontenta di lavorare come tuttofare nel suo salone, decide, per non averlo al negozio, di mandarlo a fare delle commissioni, tra cui quella di inviare delle lettere dopo aver attaccato il francobollo. Una di queste lettere è quella scritta dalla ragazza per la madre e, dato che i francobolli sono finiti, Jean la imbuca direttamente nella cassetta della posta di Maddy che, scambiandolo per il suo amante, lo segue, accorgendosi che lavora nel negozio di sua figlia. Èmilie, sempre più preoccupata di essere scoperta, parla con Jean e, dopo avergli spiegato tutto, lo prega di uscire con la madre per qualche giorno, solo per farla felice prima della brutta notizia dell'ex marito. Jean inizialmente rifiuta ma poi accetta, nonostante soffra molto. Dopo la prima serata insieme, Maddy chiama la figlia e le racconta com'è andata dicendole che Jean le ha recitato la prima lettera ricevuta a memoria. Èmilie scopre quindi che era lui che le aveva scritto la lettera anonima. Jean però, non reggendo più la situazione, decide di andarsene, nonostante gli scongiuri di Èmilie. Inoltre Maddy li sente parlare e discutere di nascosto, scoprendo tutto. Alla fine, dopo essere passati vari mesi, Maddy manda una lettera anonima e Jean dicendogli che vuole incontrarlo a una mostra d'arte perché ha finalmente capito i suoi sentimenti per lui. Jean, pensando sia Èmilie, ci va. Alla mostra Jean incontra Èmilie, lì perché era un'esposizione del padre. Dopo che il ragazzo le chiede se lei gli ha scritto la lettera, Èmilie capisce che è stata opera della madre per farli incontrare e, dopo avergli risposto affermativamente, i due si baciano e si abbracciano.

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le scene esterne del film sono state girate a Sète, nella regione di Linguadoca-Rossiglione.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola venne presentata in anteprima il 22 ottobre 2010 a Montpellier[1] e il 24 novembre in Svizzera.[1] È uscito nelle sale cinematografiche francesi l'8 dicembre 2010.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Scheda Date di uscita, imdb.com, 28 agosto 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema