Beauharnais

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Blasone di Famiglia

Il Casato di Beauharnais o Beauharnois è una casata nobiliare francese. È rappresentata[non chiaro] dal duca di Leuchtenberg, discendente in linea maschile da Eugène de Beauharnais.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Originari della Bretagna, i Beauharnais (o Beauharnois) si è affermarono nel XIV secolo ad Orléans. Quando la città fu assediata nel 1429, Jehan Beauharnais svolse un ruolo nella sua difesa e così facendo testimoniò al processo per la riabilitazione di Giovanna d'Arco. I Beauharnais fornirono il regno con soldati e magistrati, e le alleanze contratte in vari ambiti, compreso quello universitario di legge a Orléans. Nel XVI secolo, ci furono Beauharnais a Orléans come magistrati, commercianti, canonici ed altre professioni.

Dalla fine del XVI secolo fino alla fine del XVII, gli uffici del presidente e del tenente generale al baliato e Présidial di Orléans furono tramandate ereditariamente attraverso la famiglia Beauharnais. Il più eminente di questi magistrati fu Francesco IV de Beauharnais, Sieur de La Grillère (a Vouzon, Loir-et-Cher), nato a Orléans nel 1600 e morto nel 1681.

Alla fine del XVII secolo, l'ufficio lieutenant général du bailliage d'Orléans, fu ceduto ad un ramo alleato, i Curault. Il più eminente dei Beauharnais così si indirizzò verso una carriera nella marina e l'amministrazione coloniale nelle Americhe. Un altro François de Beauharnais (1665-1746) divenne intendente della Nuova Francia (corrispondente al Canada francese), dove gli fu concessa un seigneurie nel 1707. Suo nipote, Francesco V de Beauharnais, fu creato chef d'escadre des armées royales, poi governatore della Martinica.

I Beauharnais di Orléans furono anche grandi proprietari terrieri, grazie alla loro molte signorie nella regione. Nel XV secolo furono seigneurs de la Chaussée (o Miramion), feudo della parrocchia di Saint-Jean-de-Braye, nei sobborghi di Orléans. Ebbero anche interessi a Sologne fino agli inizi del XVI e Guillaume de Beauharnais possedeva la tenuta di Villechauve, a Sennely. Alcuni anni dopo, i Beauharnais acquistaroo la confinante seigneurie di la Grillère, a Vouzon, di cui rimasero in possesso fino al principio del XVIII secolo (quando passò, con il matrimonio tra una Beauharnais ed un membro della famiglia Choiseul-Gouffier).

Il 20 aprile 1752, Francesco V, marchese de Beauharnais (1714-1800), governatore della Martinica, bisnonno materno del futuro Napoleone III di Francia, acquistò la seigneurie di La Ferté-Avrain, in Sologne. Fu elevato al rango di marchese con lettere patenti del luglio 1764 con il titolo di La Ferté-Beauharnais, nome che il comune porta ancora (dipartimento di Loir-et-Cher).

Genealogia[modifica | modifica sorgente]

Coat of arms Maximilien de Leuchtenberg.svg Genealogia parziale (linee maschile e femminile)

  • Guglielmo I Beauharnais
  • Guglielmo II Beauharnais
  • Jean Beauharnais
  • William III Beauharnais
  • William IV Beauharnais
  • Francesco I de Beauharnais
  • François de Beauharnais (fine XVI - principio XVII secolo), primo presidente del Présidial d'Orléans (en 1598) e lieutenant général au bailliage ; deputato del Terzo Stato agli Stati generali del 1614 ; seigneur di la Grillère, a Vouzon (Loir-et-Cher).

sposato Anne Brachet; 7 figli, incluso

  • Jean de Beauharnais (1606–1661), maître d'Hôtel ordinaire du roi;

sposato con Marie Mallet ; 3 figli incluso

sposatosi nel 1663 con Marguerite Françoise Pivart de Chastullé ; 14 figli, incluso

sposato con Renée Hardouineau; 2 figli maschi

sposatosi 2 volte -

  1. sua cugina Marie-Anne Pivart de Chastullé
  2. Marie-Euphémie Tascher de la Pagerie.

Due figli dal primo matrimonio:

Nel 1779 sposò Marie-Josèphe-Rose (conosciuta come "Joséphine") Tascher de la Pagerie. Due figli:

Stemma del Duca di Leuchtenberg Massimiliano di Beauharnais
  • Claude de Beauharnais (1717–1784), comte des Roches-Baritaud.
    • Claude de Beauharnais (1756–1819), comte des Roches-Baritaud, sposò in prime nozze Adrienne de Lezay-Marnésia
      • Stéphanie (1789+1860) principessa imperiale, nel 1806 sposò Carlo II, granduca di Baden, madre presunta di Kaspar Hauser.

Membri per matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Membri del Casato Beauharnois[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • A. Pommier, "Recherches sur les Beauharnais du XVIIe siècle à Orléans", dans Bulletin de la Société historique et archéologique de l'Orléanais, t. XXIII, n° 235 (1937).
  • R. Gallon, Les Beauharnais, Orléans, La Galerie des Ventes d'Orléans, 1979.
  • Christian Poitou, "Napoléon III et la Sologne", dans La Sologne et son passé, 9, Bulletin du Groupe de Recherches Archéologiques et Historiques de Sologne, t. XIII, n° 2, avril-juin 1991.