Be-Bop-A-Lula

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Be Bop a Lula

Artista Gene Vincent
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1956
Durata 2 min : 36 s
Genere Rockabilly
Rock
Etichetta Capitol Records
Produttore Bill "Sheriff Tex" Davis
Registrazione 4 maggio 1956

Be-Bop-A-Lula è una popolare canzone rock 'n' roll registrata per la prima volta nel 1956 da Gene Vincent e dai Blue Caps. Il brano è classificato alla posizione #103 della classifica stilata da Rolling Stone delle "500 migliori canzoni di tutti i tempi".

Origini della canzone[modifica | modifica sorgente]

La composizione del brano è stata accreditata a Gene Vincent ed al suo manager, Bill "Sheriff Tex" Davis nel 1956. Tuttavia esistono prove[1] che la canzone fosse stata scritta, almeno in parte, già nel 1955, quando Vincent si stava riprendendo da un incidente in motocicletta all'ospedale militare di Norfolk (Virginia). In quell'occasione, Vincent conobbe Donald Graves, che presumibilmente scrisse il testo del brano, mentre Vincent compose la melodia. La canzone arrivò al produttore Bill Davis, che comprò i diritti di Graves sul brano, pagandoli 50 dollari (anche se le fonti sulla somma del pagamento variano), e al suo posto accreditò se stesso. Davis dichiarò di aver scritto il brano insieme a Gene Vincent dopo aver sentito il brano Don't Bring Lulu, e Vincent stesso in alcune occasioni ha dichiarato di aver scritto la canzone ispirato dal fumetto "Little Lulu".

La frase "Be-Bop-A-Lula" è quasi identica a "Be-Baba-Leba", il titolo di una canzone R&B di discreto successo di Helen Humes, che nel 1945 arrivò al terzo posto, e che ottenne ancora più popolarità quando fu registrata da Lionel Hampton con il titolo Hey! Ba-Ba-Re-Bop. Questa frase, o qualcosa di molto simile, era molto frequente nei circoli jazz dei primi anni quaranta, al punto di dare il proprio nome ad un genere, il bebop. Probabilmente si tratta di una interpretazione fonetica dell'esclamazione "Arriba! Arriba!" usato nel linguaggio latinoamericano[2].

Registrazione di Gene Vincent[modifica | modifica sorgente]

Nel 1956, Gene Vincent eseguì il brano durante uno show radiofonico presso una emittente in Virginia, e ne registrò demo per l'etichetta Capitol Records, che stava cercando un cantante giovane che rivaleggiasse con Elvis Presley. La Capitol invitò Gene Vincent per registrare il brano presso gli studi di Owen Bradley a Nashville (Tennessee) il 4 maggio 1956. Il gruppo che accompagnò Vincent includeva Cliff Gallup (chitarra), "Wee" Willie Williams (chitarra), "Jumpin'" Jack Neal (basso), e Dickie "Be Bop" Harrell (batteria)[3]. Quando il brano fu registrato, Harrell fece quanto più rumore in sottofondo, affinché fosse certo che la propria famiglia sentisse che lui "era nel disco".

Il disco fu distribuito nel giugno 1956 dalla Capitol con il codice F3450, e ricevette immediatamente un'ottima accoglienza. Nell'aprile 1957 la Capitol annunciò di aver venduto oltre due milioni di copie del singolo. Be Bop a Lula raggiunse la settima posizione della Billboard Hot 100, ottenendo ottimi riscontri anche nelle altre classifiche.

Gene Vincent cantò Be Bop A Lula anche nel film Gangster cerca moglie.

Versioni successive[modifica | modifica sorgente]

L'immensa popolarità della canzone, aumentata via via nel corso degli anni, ha reso Be Bop a Lula un vero e proprio standard, interpretato dal vivo o registrato da innumerevoli artisti, fra cui Tom Jones, Elvis Presley, Jerry Lee Lewis, The Beatles, Suicide, David Cassidy, The Everly Brothers, Foghat, John Lennon, Paul McCartney, Gene Summers, Carl Perkins, Raul Seixas, Demented Are Go, Stray Cats, Queen, Eric Burdon e Francesco Guccini.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ How Be Bop A Lula Came to Be?
  2. ^ Peter Gammond, The Oxford Companion to Popular Music, 1991, ISBN 0-19-311323-6
  3. ^ http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:Or8niipFP1AJ:www.rockabillyhall.com/gvbebop.html+be-bop-a-lula&hl=en&ct=clnk&cd=3&gl=uk&client=firefox-a
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica