Bayonetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bayonetta
Bayonetta logo.png
Titolo originale ベヨネッタ
Data di pubblicazione Giappone 29 ottobre 2009
Stati Uniti / Unione europea 8 gennaio 2010
Wii U: Mondo ottobre 2014
Genere Azione
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma PlayStation 3, Wii U, Xbox 360
Supporto DVD-ROM, Blu-ray Disc, Nintendo Optical Disc
Fascia di età BBFC: 15
CERO: D
ESRB: M
OFLC: MA15+
PEGI: 18
USK: 18
Periferiche di input joypad, Dualshock 3, Sixaxis, Wii U Gamepad

Bayonetta (ベヨネッタ Beyonetta?) è un videogioco d'azione per PlayStation 3, Xbox 360 e Wii U sviluppato da Platinum Games, distribuito da SEGA e ideato da Hideki Kamiya, l'autore della serie Devil May Cry.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Bayonetta è l'ultima discendente rimasta dell'antico clan delle Streghe di Umbra che non ha ricordo della propria giovinezza; liberata da una bara sul fondo di un lago, si ritrova subito catapultata nel millenario scontro tra angeli e demoni, in cui la parte dei cattivi sembra ricoperta dai primi. Nel tentativo di recuperare la memoria, Bayonetta si mette così sulle tracce di una gemma conosciuta come l'Occhio destro, appartenente ad un set chiamato gli Occhi del Mondo. La sua ricerca la conduce a Vigrid, una città sulle coste francesi dalle forti tendenze religiose. Facendosi strada tra schiere di angeli, Bayonetta incontra individui legati al suo passato, come Luka Redgrave, che ritiene Bayonetta responsabile per la morte del padre poco dopo averla liberata dalla sua bara, la strega di Umbra Jeanne, e una bambina di nome Cereza, che chiama Bayonetta "mamma". Combattendo attraverso orde di angeli, Bayonetta scopre la verità su se stessa, le streghe di Umbra e i Saggi di Lumen, rispettivamente detentori dei poteri di oscurità e luce. Scopre inoltre che lei è nata dal rapporto proibito tra una strega e uno degli ultimi rimasti dei Saggi di Lumen, Padre Balder, l'orchestratore di tutto; Bayonetta in realtà è un elemento chiave nel suo piano per la resurrezione della Creatrice, Jubileus, di cui è la portatrice dell'Occhio sinistro, e Cereza è in realtà la stessa Bayonetta da bambina, rubata al suo tempo per far sì che l'occhio si risvegli. Con l'aiuto di Jeanne, sopravvissuta alla battaglia finale con Bayonetta, le due streghe riescono a sconfiggere Jubileus, con solo metà del suo reale potere. Alcuni mesi dopo, credute morte da tutti, in realtà, Bayonetta e Jeanne entrambe sopravvissute e continuano la loro lotta contro gli angeli.Il gioco termina con Bayonetta che prende del rosmarino(portato da Luka),che secondo lei si adattava meglio in quel momento perché (come detto da Luka a metà gioco) è l'aroma della memoria,il gioco termina con le parole di Bayonetta "e ora facciamo un po' di casino ragazzi!"

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

Bayonetta[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Bayonetta (personaggio).
« Ho dimenticato di dirti perché do la caccia a quelli come voi. E' per compassione, siete troppo brutti per vivere. »

La protagonista del gioco.

Bayonetta è una strega misteriosa, svegliatasi alla vita del mondo moderno dopo un sonno secolare. Si sa che è nata da una relazione tra una Strega di nome Rosa e il Saggio di Lumen, Padre Balder. Dopo che sua madre venne imprigionata e suo padre esiliato, venne addestrata alle arti oscure dalle Streghe di Umbra, nonostante la vedessero come la "pecora nera" del clan. Dopo la fine della caccia alle streghe, insieme a Jeanne, è l'ultima sopravvissuta del clan. Bayonetta è una giovane donna bellissima, dalla figura alta, esile e piuttosto formosa. Caratteristici sono i suoi lunghissimi capelli neri che compongono il suo abbigliamento, assummendo le sembianze di una tuta di pelle, e con i quali può utilizzare la cosiddetta Chioma malefica e le Apoteosi, utilizzando i suoi capelli per evocare demoni utilizzati per attaccare, abilità ottenuta facendo un patto con un demone conosciuto come Madama Butterfly. La sua personalità ribelle e sfacciata le consente di mantenere la calma anche su nemici superiori, come le Virtù Cardinali.

Rodin[modifica | modifica sorgente]

« I combattimenti sono solo tuoi. Sono qui solo per vedere i miei capolavori in azione. »

Trafficante d'armi, barista e titolare del locale noto come Le Porte dell'Inferno. Egli è un demone, un ex- angelo sempre disposto a vendere i suoi prodotti a Bayonetta in cambio delle aureole sottratte agli angeli che uccide. Inoltre, portandogli degli LP d'oro di inni angelici, Rodin utilizzerà la melodia angelica per far uscire allo scoperto i demoni più pericolosi e utilizzarli per le sue armi.

Acquistando il Biglietto di Platino al costo di un milione di aureole, Rodin potrà tornare alla sua forma originale, quella di Padre Rodin.

Luka Redgrave[modifica | modifica sorgente]

« Non sono il tuo animale domestico. Il nome è Luka. Un nome che faresti meglio a ricordare! »

Soprannominato "Cheshire" da Bayonetta, Luka è un abile giornalista e artista della fuga, che sta braccando Bayonetta per rivelarne la vera identità, poiché crede che lei sia la responsabile della morte di suo padre, Antonio Redgrave, di cui è possibile trovare gli appunti durante il gioco. Pur non avendo particolari abilità, Luka porta nelle larghe maniche del suo cappotto un gadget speciale in grado di lanciare un rampino che gli permette di accedere a posti impervii o per fuggire da situazioni scomode. Le sue qualità più evidenti sono la personalità ribelle e la fortuna sfacciata.

Cereza[modifica | modifica sorgente]

« Mammina! »

Una bambina che segue Bayonetta per gran parte del gioco, insistendo che lei è sua madre.

Poiché braccata dalle forze angeliche, Bayonetta e Luka trascorrono gran parte del gioco prendersi cura di lei come i suoi guardiani, proteggendola e facendola felice. Somiglia incredibilmente a Bayonetta, ed è in seguito rivelato che Cereza non è altri che la stessa Bayonetta da bambina, portata nel presente da Padre Balder. Forse per questo, lei possiede delle capacità magiche, dato che può vedere gli Angeli, e persino incantare degli occhiali per un breve periodo per permettere a Luka di vederli anche lui. Alla fine, viene riportata nel suo tempo.

Gerarchia della Laguna[modifica | modifica sorgente]

Nemici[modifica | modifica sorgente]

  • Affinity: Angeli della Terza Sfera

I primi nemici e i più semplici nemici che si devono affrontare. Sono servi del Paradiso che occupano la parte più inferiore della gerarchia angelica, il girone della Terza Sfera degli Angeli. Ve ne sono di molti tipi; il più comune brandisce una lancia con la lama a forma di sole, mentre altri brandiscono mazze chiodate o strumenti musicali dai colpi energetici, come trombe e tube.

  • Dear & Decorations: Angeli della Terza Sfera

I Dear, dai volti anziani, sono circondati dalle loro Decorazioni, simili ai putti del Rinascimenti italiano. Benché posseggano poteri limitati, i Dear, in presenza delle loro decorazioni, possono proteggersi con uno scudo difficile da penentrare.

  • Enchant: Angeli della Terza Sfera

Gli Enchant, per la loro forma di "ruota da carro", sono più simili ai Troni. Di solito si muovono in gruppi, e attaccano prendendo fuoco o dividendosi a metà. Possono essere trovati appiattiti sui pavimenti o appesi ai soffitti o alle pareti.

  • Applaud: Arcangeli della Terza Sfera

Gli Applaud sono un gradino sopra gli Affinity, e quindi sono classificati come Arcangeli. Un Applaud è molto simile ad un Affinity, ma più grande e forte. Sempre come gli Affinity, possono brandire diversi tipi di armi, come una lancia con la lama a forma di sole o una lama seghettata, che può essere utilizzata come una coppia di spade o come arco.

  • Irenic: Principati della Terza Sfera

Essi sono delle automobili angeliche che compaiono solo durante il capitolo "Route 666". Possono raggiungere delle velocità elevatissime e sono i messaggeri del paradiso. Possono essere distrutti in pochi colpi, e attaccano semplicemente facendo cadere ostacoli o lanciando mine, nonostante molto spesso abbiano il supporto di un Affinity posto sulla cappotta. Una variante più pericolosa invece presenta una Joy.

  • Ardor: Principati della Terza Sfera

Sono angeli simili agli Affinity, ma rivestiti con una corazza rossa e armati di una grande spada e di un ampio scudo che lo difende dalla maggior parte degli attacchi. Rappresentano il grado più alto della Terza Sfera.

  • Beloved: Potestà della Seconda Sfera

Sono degli esseri enormi, e se ne possono trovare di vari tipi. I Beloved normali sono dei giganti con la faccia da bambino, che brandiscono una grossa ascia bipenne, mentre altri, con il volto più vecchio e barbuto, brandiscono bastoni che lanciano sfere infuocate.

  • Kinship: Potestà della Seconda Sfera

Dalla forma di navi, sono molto potenti, e hanno varie capacità, come lanciare una serie di missili guidati, sparare raggi laser distruttivi e attaccare tutti i passeggeri indesiderati con dei ganci artigliati. Guidano le schiere angeliche in battaglia e pare che l'Arca dell'Alleanza fosse nient'altro che un Kinship.

  • Fairness: Virtù della Seconda Sfera

Appaiono come cani corazzati avvolti tra le fiamme, il potere su cui si basano le loro abilità.

  • Grace & Glory: Virtù della Seconda Sfera

Grace, avvolto dalle fiamme, e Glory, padrone del fulmine, sono Virtù della Seconda Sfera. L'arma che li contrandistingue sono un paio di grossi artigli metallici. Di solito appaiono insieme, e sono potenti e abili combattenti in mischia. Assomigliano ad Agni e Rudra, demoni gemelli del fuoco e vento, di Devil May Cry 3.

  • Fearless: Domini della Seconda Sfera

Sono canidi corazzati simili ai Fainess, con cui spesso si manifestano, con la differenza che usufruiscono dell'elemento fulmine e di una coda retrattile dotata di lame affilate. Sono simbolo della potenza divina e si dice che i fulmini siano loro opera.

  • Harmony: Domini della Seconda Sfera

Sono angeli volanti simili a delle mante, dotati di una coda a tridente e di poteri basati sui fulmini.

  • Inspired: Troni della Prima Sfera

Dalla forma di grossi serpenti rossastri simili a draghi. Sputano sfere di fuoco o colpiscono il nemico con la grossa coda. Tuttavia, pur essendo Troni, gli Inspired ricordano dei Serafini, angeli dal grado più alto, raffigurati come draghi serpentini.

  • Braves: Cherubini della Prima Sfera

Assomigliano a dei Beloved in miniatura, ma più veloci e pericolosi. Si manifestano come tre Braves che "indossano" l'aureola della Seconda Sfera, ma, unendosi in un unico gigantesco Braves, delle dimensioni di un Beloved, Cherubino con l'aureola della Prima Sfera.

  • Golem: Congegno Occulto

Nemico affrontato da Bayonetta due volte, si tratta di un'arma creata tempo addietro dalle Streghe di Umbra e dai Saggi di Lumen per proteggere i rispettivi territori. Assomiglia ad una enorme sfera composta da blocchi, blocchi che si spostano per poter assumere varie forme, simili a quelle dei demoni invocati dalla protagonista con le Apoteosi. L'unico suo punto debole è il nucleo rosso che si trova al suo interno; nella sua forma originale è impossibile colpirlo, solamente durante le trasformazioni rimane scoperto e indifeso.

  • Gracious & Glorious: Serafini della Prima Sfera

Assomigliano in tutto e pertutto a Grace & Glory, solo che sono più potenti e veloci. Inoltre posseggono rispettivamente un'armatura nera e una bianca.

  • Joy: Serafini della Prima Sfera

Angelo dalla fattezze femminili. Essendo le Joy membri dei Serafini della Prima Sfera, possono essere considerate come uno dei nemici più forti di tutto il gioco. La loro agilità, unita alle capacità di duplicarsi e di assumere molteplici forme, trasformando parti del corpo in armi, le rende molto pericolose.

Boss[modifica | modifica sorgente]

  • Jeanne
« Ora che ti sei risvegliata, mia bella addormentata, è tempo di finire il combattimento. »

Strega di Umbra rivale di Bayonetta. Questo perché, cinquecento anni fa, lei fu scelta come potenziale erede del clan, e, dovendo scegliere un'avversaria contro cui battersi, scelse Bayonetta. Dopo la vittoria delle Streghe sui Saggi di Lumen, e la successiva caccia alle streghe, Jeanne, nel tentativo di proteggere il tesoro del clan, l'Occhio Sinistro, chiuse Bayonetta in una bara, poi getta sul fondo di un lago.

Dopo che Balder le fece il lavaggio del cervello e la costrinse a lavorare per lui, Jeanne si schiera dalla parte degli angeli e delle Virtù Cardinali, scontrandosi con Bayonetta per ben quattro volte. sconfitta definitivamente a Isla del Sol, Jeanne apparentemente muore per l'esplosione di due razzi, ma in realtà sopravvive, e riesce a salvare Bayonetta dal diventare l'occhio sinistro di Jubileus, aiutandola poi contro quest'ultima. Jeanne ha le stesse abilità di Bayonetta, ottenute facendo un patto con un demone conosciuto come Madama Styx.

Personificazione della virtù cardinale della fortezza e portatore di fiamma. Come tutte le altre Virtù, Fortitudo vanta dimensioni colossali, con la forma di un drago a due teste in armatura, di colori differenti per entrambe le teste (il blu a sinistra e il rosso a destra), con un grande volto rovesciato sul petto, con il quale riesce a comunicare. Oltre alla forza smisurata, Fortitudo possiede poteri basati sul fuoco, come sputare sfere infuocate o ricoprire interi paesaggi di lava. Il clone di Fortitudo, Courage, è simile al suo originale, ma con abilità più ridotte. Come tutte le Virtù Cardinali, Fortitudo parla in Enochiano, l'antica lingua degli Angeli, che solo i Saggi di Lumen e le streghe di Umbra capiscono.

Personificazione della virtù cardinale della moderazione e manipolatore del vento. Come tutte le altre Virtù, Temperantia vanta dimensioni colossali. Il suo corpo, simile per forma a quello di una matrioska, è paragonato ad un castello, mentre le braccia, delle maniche alle quali sono attaccati dei tubi, ad alberi. In tutto il suo corpo vi sono disseminati dei "nervi", i soli punti oltre al volto in cui è possibile ferirlo. Oltre alla forza smisurata, Temperantia possiede poteri basati sul vento e le tempeste, essendo capace di provocare violente bufere con la sua sola presenza. Oltre a ciò, può sparare proiettili di vento dalle dita tubiformi, dagli occhi e dalla fronte, generare tornadi simili a serpenti o spade. Il suo clone, Temperance, è praticamente identico al suo originale, ma senza punti nevralgici e con abilità più ridotte.

Personificazione della virtù cardinale della giustizia e portatrice di vita. Come tutte le altre Virtù, Iustitia vanta dimensioni colossali. Il suo corpo è un aggregato di volti (sette in tutto) fusi in una sfera, dalla bocca dei quali fuoriescono innumerevoli tentacoli, di cui tre presentano volti di bambino (alla cui radice è presente un "cuore") con i quali la Virtù riesce a comunicare, mentre gli altri tre (per un totale di sei tentacoli) sono dei bulbi spinati che permettono all'angelo di attaccare in vari modi, come emanare miasmi velenosi o secernere linfa immobilizzante. Il suo clone, Justice, è praticamente identico al suo originale, ma presenta un solo lato, in altre parole, tre tentacoli con quello principale dal viso di bambino, e quindi un solo cuore.

Personificazione della virtù cardinale della prudenza e controllore dei mari. Come tutte le altre Virtù, Sapientia vanta dimensioni colossali. Il suo aspetto è quello di un drago-lucertola corazzato e pesantemente armato con missili, laser e altre armi. Il suo elemento naturale è quello dell'acqua. Non solo è un nuotatore potente, ma può galleggiare sull'acqua, nonostante la sua massa, e può generare un vortice. Il suo clone, Prudence, è praticamente identico al suo originale, ma dell'arsenale originale presenta solo due serie di lanciarazzi posti sui talloni.

  • Padre Balder
« Il mio nome è Balder, ma se preferisci puoi chiamarmi... padre. »

L'ultimo dei Saggi di Lumen, il cui nome, Balder, è lo stesso del dio della luce e della bellezza norreno. È l'antagonista principale del gioco, capo del Gruppo Solstice, Occhio Destro della Creatrice e padre di Cereza / Bayonetta. Cinquecento anni prima, Balder fu il primo ad attaccare, seppur indirettamente, le streghe di Umbra, concependo con la strega Rosa, Bayonetta, l'Occhio Sinistro, il che condannò non solo i suoi compagni Saggi, sterminati dalle Streghe dopo una sanguinosa guerra, ma anche le stesse streghe di Umbra, aizzando gli umani in una caccia alle streghe che portò al completo sterminio del clan. Diventato il capo di una potente corporazione, la Solstice, attira Bayonetta a se tramite una versione passata di se stessa, in modo da risvegliare il suo Occhio Sinistro. Balder combatte contro Bayonetta, che apparentemente lo uccide, ma successivamente la cattura, inserendola nell'occhio sinistro di Jubileus, mentre lui prende posto in quello destro. Tuttavia, Jeanne li segue e libera Bayonetta dal suo destino, lasciando che Balder venga consumato dalla Creatrice, innescando la sua resurrezione.

Come l'ultimo dei Saggi Lumen e Occhio destro di Jubileus, Balder è incredibilmente potente. I suoi poteri sono la fotocinesi, con la quale crea lame e raggi energetici, pirocinesi, generando sfere di fuoco o colonne di lava, telecinesi, con la quale riesce a stradicare interi palazzi e a comandare un satellite spaziale a distanza, e l'assorbimento di energia demoniaca, con la quale riesce a ripristinare la sua energia assorbendo quella dei demoni.

  • Jubileus

Boss finale di Bayonetta, la Creatrice che Balder e le Virtù Cardinali tentano di far risorgere. Il vero nome di Jubileus, come scritto nel mito, è in realtà costruito da una serie di sillabe impronunciabili agli esseri umani, che rimangono incapaci di catturare la sua vera gloria. Prima dei tempi, quando il Primo Armageddon divise l'universo in luce, buio e caos, Jubileus cadde in un sonno profondo. Durante il gioco non compare mai, ma le Virtù Cardinali e Padre Balder, un volta sconfitti, esclamano Che la grazia di Jubileus sia con te!. Durante il finale, in cui si scopre che gli Occhi del Mondo non sono altri che gli occhi di Jubileus, rappresentati da Balder, il destro, e da Bayonetta, il sinistro, Balder cattura Bayonetta, prendendo posto entrambi nella statua di Jubileus, scagliandola poi nello spazio. Mentre Jeanne salva Bayonetta dal suo destino e può combattere contro la dea, Balder è letteralmente consumato dalla Creatrice, che risorge. Jubileus viene finalmente sconfitta quando Bayonetta evoca un potentissimo demone, la Regina di Saba, che con un pugno la scaglia verso il sole. I poteri di Jubileus sono superiori a qualsiasi altro nemico affrontato. Il fulcro della sua energia sono le gigantesche ciocche dei suoi capelli, che pianta nello scenario circostante per scagliare gli attacchi. Su ogni ciocca è presente un volto, in grado di scagliare attacchi di fuoco, di ghiaccio o di fulmine, oltre a poter trasformare l'ambiente circostante in un mare di lava, una distesa di ghiaccio o in un tornado, oltre che generare piccole galassie in grado di trasformare temporaneamente Bayonetta nella piccola Cereza e un buco nero capace di scagliarla nello spazio. Tuttavia, dato che questa è solo metà del suo potere, quello reale rimarrà sconosciuto.

Armi[modifica | modifica sorgente]

  • Pistole: comuni pistole semiautomatiche, si usano solo durante una piccola parte del tutorial all'inizio del gioco, fino a quando Rodin non consegnerà a Bayonetta le Scarborough Fair.
  • Scarborough Fair: l'ottenimento è automatico non appena completato il Prologo. Queste quattro pistole, fabbricate Rodin, prendono i nomi di prezzemolo, salvia, rosmarino e timo. Permettono di incanalare la magia, in modo da ottenere una potenza maggiore rispetto alle comuni pistole. Le versioni di Jeanne, chiamata All 4 One, invece, prendono il nome di Athos, Porthos, Aramis e D'Artagnan.
  • Rose d'onice: si ottiene dopo aver consegnato a Rodin il primo lp angelico, che apparirà solo dopo aver sconfitto il Beloved nel Capitolo I. Sono doppiette estremamente potenti, che prendono il nome dalle fate note per raccogliere i fiori d'onice che fioriscono solo nell'Inferno. Le versioni di Jeanne prendono il nome di Rose di Granato.
  • Shuraba: si ottiene dopo aver consegnato a Rodin il secondo lp angelico, che apparirà solo dopo aver sconfitto i due Beloved nel capitolo II. È una katana demoniaca che prende il nome dagli Asura, gli dei-demone della mitologia indiana. La versione di Jeanne prende il nome di Uccisore di angeli.
  • Kulshedra: si ottiene dopo aver consegnato a Rodin il terzo lp angelico, le cui parti possono essere trovate nel versetto 4 e nel versetto 9 del Capitolo III. È una frusta, che prende il nome da una creatura simile ad un serpente del folklore albanese, conosciuta anche come Bolla. La versione di Jeanne prende il nome di Vritra, un enorme serpente o dragone della mitologia indiana.
  • Durga: si ottiene dopo aver consegnato a Rodin il quarto lp angelico, le cui parti possono essere trovate nei versetti 2, 4 e 7 del Capitolo V. Sono un paio di grossi artigli, il cui potere può variare da fulmine a fuoco, che prendono il nome dall'omonima divinita induista. La versione di Jeanne prende il nome di Kali, dalla dea della morte induista.
  • Odette: si ottiene dopo aver consegnato a Rodin il quinto lp angelico, le cui parti possono essere trovate nei versetti 1, 2 e 9 del Capitolo VI. Sono un paio di pattini intrisi del potere del ghiaccio, i cui attacchi sono in grado di congelare i nemici. Prendono il nome dall'omonima protagonista dell'opera teatrale Il lago dei cigni. La versione di Jeanne prende il nome di Karen, dalla protagonista della fiaba Le scarpette rosse, di Hans Christian Andersen.
  • Colonnello Kilgore: si ottiene dopo aver consegnato a Rodin il sesto lp angelico, le cui parti possono essere trovate nei versetti 1, 5 e 7 del Capitolo IX. Consistono in un paio di laciarazzi dalle munizioni esplosive. Prendono il nome da William "Bill" Kilgore, il tenente colonnello del film Apocalypse Now. La versione di Jeanne prende il nome di Col. Slade, da Frank Slade, il tenente colonnello del film Scent of a Woman - Profumo di donna.
  • Sai-fon: si ottiene dopo aver consegnato a Rodin il settimo e ultimo lp angelico, ottinibile dopo aver concluso 100 capitoli a difficoltà Normale o superiore. Sono un paio di pistole collegate tra loro da una catena, in modo che siano simili a dei nunchaku. Il loro nome deriva dal soprannome d'infanzia dell'artista di arti marziali Bruce Lee. La versione di Jeanne prende il nome di Tang-long, dal personaggio interpretato da Bruce Lee in uno dei suoi film.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Hideki Kamiya, insoddisfatto della direzione intrapresa dal franchise da lui creato Devil May Cry, non potendo più lavorarci sopra decide di fare un titolo analogo che ne rappresenti la naturale evoluzione e annuncia così la lavorazione di Bayonetta[1].

L'8 ottobre 2009 è stata resa disponibile una demo sul PlayStation Network e sul MarketPlace di Xbox Live giapponese.

Il 3 dicembre 2009, invece, è stata resa disponibile la demo sia sul PlayStation Network che su Xbox Live Marketplace americani ed europei.

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Il 13 settembre 2012 è stato annunciato il seguito Bayonetta 2 in esclusiva per Wii U. Nel Gennaio 2013 è stato rilasciato un trailer raffigurante lo staff Platinum Games a lavoro. All'E3 2013 è stato mostrato il primo action trailer. La data d'uscita è prevista per ottobre 2014 e nella confezione asiatica sarà incluso un disco contenente il primo capitolo rimasterizzato, mentre in America uscirà sotto forma di contenuto scaricabile gratuito. Per la versione europea non si sa se seguirà l'esempio asiatico (Disco di Bayonetta 2 + Disco di Bayonetta) o quello americano (Disco di Bayonetta 2 + codice di download per scaricare gratis Bayonetta).

Note[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi