Battaglione di disciplina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Battaglione di disciplina è un'unità militare di fanteria, di solito della grandezza di un battaglione, formata, in tempo di guerra, da militari condannati o puniti per vari motivi, dalla diserzione al tradimento, fino ai reati comuni, che scontano la pena combattendo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di reparti d'assalto, utilizzati nella prima linea di combattimento. Esso comprende di solito soldati di diverse armi inquadrati in tali unità, compresi ufficiali degradati, soldati della riserva, polizia militare, e reclute.

Il nome inglese, Penal battalion o "March battalion", deriva dal fatto che tali battaglioni stazionavano di solito a sinistra in caserma, dopo che il reggimento rientrava dal fronte, e che si spostavano in combattimento a marce forzate.

Questi battaglioni sono stati usati estensivamente da molti eserciti europei nei secoli XIX e XX, soprattutto britannico, polacco, tedesco, austro-ungarico, russo e francese.

Reparti[modifica | modifica sorgente]

Gran Bretagna[modifica | modifica sorgente]

Francia[modifica | modifica sorgente]

Germania[modifica | modifica sorgente]

URSS[modifica | modifica sorgente]

Italia[modifica | modifica sorgente]

  • ”Battaglione di rigore” del Genio Lavoratori della RSI

Media[modifica | modifica sorgente]

  • Il film di guerra del 1967 Quella sporca dozzina, di Robert Aldrich, racconta di una impresa di una unità militare penale USA.
  • "Shtrafbat", film del 2004 del regista russo Nikolai Dostal [1]
  • Lo scrittore Sven Hassel ha scritto diversi romanzi sulla sua esperienza in un battaglione di disciplina di carristi della Wehrmacht durante la seconda guerra mondiale.
  • Nelle strisce a fumetti " Sturmtruppen ", di Bonvi appaiono come personaggi ricorrenti due soldati appartenenti al "27º Battaglione Corazzato (di disciplinen)". Vengono presentati come uomini dalla scorza rude, che non temono i pericoli della prima linea e non si sottomettono alla volontà dei superiori in grado (sono spesso protagonisti di episodi in cui salvano i loro commilitoni dalle angherie del Sergente). Il nome è un diretto omaggio alle opere di Hassel in cui i protagonisti sono proprio appartenenti al 27º reggimento corazzato di disciplina.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]