Battaglie romane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglie romane
Tullo Ostilio in battaglia contro Veienti e Fidenati, dove ottenne una memorabile vittoria[1]
Tullo Ostilio in battaglia contro Veienti e Fidenati, dove ottenne una memorabile vittoria[1]
Data 753 a.C. - 476 d.C.
Luogo Europa, bacino del Mediterraneo, Africa settentrionale, Asia mediterranea
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

Quella che segue è la lista delle battaglie romane, in ordine cronologico.

La lista è in continua evoluzione e potrà subire nel corso del tempo costanti aggiornamenti: in essa, infatti, sono citate soprattutto le battaglie più importanti e famose.

Per consultare invece le guerre che i Romani combatterono dalla fondazione di Roma (753 a.C.) fino alla caduta dell'impero romano d'Occidente (476 d.C.) si veda invece la voce storia delle campagne dell'esercito romano.

Si invitano i lettori a consultare anche la voce Fasti triumphales dove sono riportati i trionfi romani nelle guerre condotte dalla fondazione fino all'epoca augustea.

VIII secolo a.C. (secondo la leggenda)[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
Al tempo di Romolo (753-751 a.C.) Battaglia del lago Curzio tra Romani e Sabini[2]
Al tempo di Romolo (748-746 a.C. circa[3][4]) Battaglia di Fidene dove il primo re di Roma sconfigge i Fidenati
Al tempo di Romolo (737-736 a.C. circa[5]) Battaglia di Cameria tra Romani e Camerii (facenti parte dei prisci Latini)
Al tempo di Romolo (dopo il 737-736 a.C.) prima guerra contro Veio tra Romani e Veienti[6]

VI secolo a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
509 a.C. Battaglia della Selva Arsia tra romani ed Etruschi, dove viene ucciso il console Lucio Giunio Bruto
508/504 a.C. Assedio di Roma ad opera di Lars Porsenna, lucumone etrusco di Chiusi ai danni della stessa Roma[7]

V secolo a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
499 o 496 a.C. Battaglia del Lago Regillo Una delle prime leggendarie vittorie romane: la lega di trenta popoli latini viene vinta grazie all'aiuto divino dei Dioscuri, Castore e Polluce
487 a.C. Battaglia di Preneste I Romani sconfiggono gli Ernici
487 a.C. Battaglia di Velletri I Romani sconfiggono i Volsci
484 a.C. Battaglia di Anzio I Volsci sconfiggono i Romani
484 a.C. Battaglia di Longula I Romani sconfiggono i Volsci
480 a.C. Battaglia di Veio I Romani, ed i loro alleati Latini ed Ernici, sconfiggono gli Etruschi
477 a.C. Battaglia del Cremera Sconfitta e strage della gens Fabia contro Veio presso il fiume Cremera
476 a.C. Battaglia del Gianicolo I Romani sconfiggono i Veienti, che abbandonano il Gianicolo
475 a.C. Battaglia di Veio I Romani sconfiggono i Veienti e gli alleati Sabini
468 a.C. Battaglia di Anzio I Romani sconfiggono una coalizione di Volsci ed Equi
458 a.C. Battaglia del Monte Algido Cincinnato, nominato dittatore sconfigge gli Equi
446 a.C. Battaglia di Corbione Tito Quinzio Capitolino Barbato guida i Romani in una vittoria su Equi e Volsci
437 a.C. Battaglia di Fidene I Romani battono una coalizione di Fidenati, Veienti e Falisci
426 a.C. Battaglia di Fidene I Romani battono una coalizione di Fidenati e Veienti

IV secolo a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
396 a.C. Caduta di Veio I Romani compiono un grande passo avanti nella conquista dell'Etruria
390 a.C. Battaglia del fiume Allia I Galli sconfiggono i Romani sull'Allia, nei pressi di Roma, nell'ambito delle spedizioni celtiche in Italia. Ne seguirà il primo Sacco di Roma del 390 - 386 a.C.
360 a.C. Battaglia dell'Aniene I Romani, guidati da Tito Manlio Torquato Imperioso, sconfiggono i Galli presso l'omonimo fiume
343 a.C. Battaglia del Monte Gauro Il console romano Marco Valerio Corvo sconfigge i Sanniti
341 a.C. Battaglia di Suessula Marco Valerio Corvo sconfigge nuovamente i Sanniti. fine della prima guerra sannitica
340 a.C. Battaglia del Vesuvio I Romani al comando di Publio Decio Mure sconfiggono i ribelli Latini. Decio Mure cade in battaglia
339 a.C. Battaglia di Trifano Il generale romano Tito Manlio Torquato sconfigge definitivamente i Latini
321 a.C. Battaglia delle Forche Caudine I Romani nelle vicinanze di Caudio, sotto il comando dei consoli Spurio Postumio e Tito Verturio Calvino sono accerchiati dai Sanniti, comandati dal loro generale Gaio Ponzio e sono costretti a passare sotto il giogo e a firmare una pace umiliante
316 a.C. Battaglia di Lautulae I Romani sconfiggono i Sanniti, nei pressi dell'attuale Terracina nel quadro della Seconda guerra sannitica
310 a.C. Battaglia del lago Vadimone I Romani sconfiggono gli Etruschi
305 a.C. Battaglia di Boviano I consoli romani Marco Fulvio e Lucio Postumio sconfiggono definitivamente i Sanniti; fine della seconda guerra sannitica

III secolo a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
298 a.C. Battaglia di Camerino I Sanniti sconfiggono i Romani al comando di Lucio Cornelio Scipione nella prima battaglia della terza guerra sannitica
297 a.C. Battaglia di Tiferno I Romani sotto il comando di Quinto Fabio Massimo e Lucio Cornelio Scipione Barbato sconfiggono l'armata sannita condotta da Gellio Stazio
295 a.C. Battaglia di Sentino I Romani sotto Quinto Fabio Massimo Rulliano e Publio Decio Mure sconfiggono i Sanniti e i loro alleati Etruschi e Galli Senoni, forzando Etruschi, Galli e Umbri a trattare la pace
293 a.C. Battaglia di Aquilonia I Romani sconfiggono definitivamente i Sanniti
285 a.C. Battaglia di Arezzo Un esercito romano sotto il comando di Lucio Cecilio è distrutto dai Galli
283 a.C. Battaglia del lago Vadimone Un esercito Romano sotto Publio Cornelio Dolabella sconfigge gli Etruschi e i Galli
282 a.C. Battaglia di Populonia La resistenza etrusca alla dominazione Romana dell'Italia è definitivamente spezzata
280 a.C. Battaglia di Heraclea Primo scontro tra Romani e Greci, questi ultimi guidati da Pirro re dell'Epiro che è vittorioso, ma ad un costo eccessivo
279 a.C. Battaglia di Ascoli Satriano Pirro sconfigge nuovamente i Romani
275 a.C. Battaglia di Benevento Pirro è finalmente sconfitto dai Romani sotto Manio Curio Dentato
264 a.C. Battaglia di Messina I Romani occupano la città di Messina contro le forze di Cartagine e Siracusa
262 a.C. Battaglia di Agrigento Le forze cartaginesi sotto Annibale Giscone e Annone sono sconfitte dai Romani, che controllano così la maggior parte della Sicilia
260 a.C. Battaglia delle Isole Lipari Una forza navale romana è sconfitta dai Cartaginesi
260 a.C. Battaglia di Milazzo Una forza navale romana al comando di C. Duilio sconfigge la flotta cartaginese, dando a Roma il controllo del Mediterraneo occidentale
259 a.C. Battaglia di Sulci Vittoria romana in uno scontro minore con la flotta cartaginese in Sardegna. Inizio dell'interesse romano per l'isola
257 a.C. Battaglia di Tindari Scontro navale minore fra Roma e Cartagine nelle acque di Sicilia
256 a.C. Battaglia di Capo Ecnomo Una flotta cartaginese sotto Amilcare e Annone è sconfitta nel tentativo di arrestare una invasione romana dell'Africa da parte di Marco Atilio Regolo
256 a.C. Battaglia di Adys I Romani guidati da Marco Atilio Regolo sconfiggono i Cartaginesi nel Nord Africa
255 a.C. Battaglia di Tunisi o
del fiume Bagradas
I Cartaginesi guidati da Santippo, un mercenario greco, sconfiggono i Romani alla guida di Regolo, che è catturato
254 a.C. Prima battaglia di Palermo Palermo viene conquistata dai Romani di Gneo Cornelio Scipione Asina e Aulo Atilio Calatino dopo una breve battaglia
251 a.C. Seconda battaglia di Palermo Forze cartaginesi sotto Asdrubale sono sconfitte dai Romani sotto Lucio Cecilio Metello Denter
250 a.C. Assedio di Lilibeo Inizia l'assedio con battaglie navali e terrestri; durerà fino alla fine della Prima guerra romano-punica
249 a.C. Battaglia di Trapani I Cartaginesi sotto Aderbale sconfiggono la flotta del console romano Publio Claudio Pulcro
248 a.C. Battaglie di Monte Erice Inizia la serie di scontri di guerriglia di Amilcare in territorio siciliano fra Palermo e Trapani
241 a.C. Battaglia delle Isole Egadi Una vittoria navale romana sui Cartaginesi pone fine alla Prima guerra romano-punica
225 a.C. Battaglia di Fiesole I Romani sono sconfitti dai Galli del Nord Italia
225 a.C. Battaglia di Talamone I Romani sotto Emilio Papo e Gaio Atilio Regolo sconfiggono un'alleanza di popolazioni celtiche
222 a.C. Battaglia di Clastidio I Romani sotto Marco Claudio Marcello sconfiggono i Galli
219 a.C. Assedio di Sagunto I Saguntini, alleati dei Romani, si arrendono all'assedio dei Cartaginesi di Annibale
218 a.C. Battaglia di Lilibeo Fu il primo scontro navale tra Roma e Cartagine durante la seconda guerra romano-punica
218 a.C. Battaglia di Cissa Primo scontro tra Romani e Cartaginesi in terra spagnola, in cui Gneo Cornelio Scipione Calvo coglie di sorpresa e sconfigge l'esercito di Annone
218 a.C.
(novembre)
Battaglia del Ticino Annibale sconfigge i Romani sotto Publio Cornelio Scipione il Vecchio in un piccolo scontro di cavalleria
218 a.C.
(dicembre)
Battaglia della Trebbia Annibale sconfigge i Romani sotto Tiberio Sempronio Longo, che scioccamente aveva attaccato
217 a.C. Battaglia del fiume Ebro Durante un attacco a sorpresa, i Romani sconfiggono e catturano la flotta cartaginese in Hispania
217 a.C.
(aprile)
Battaglia del Lago Trasimeno In un'imboscata, Annibale distrugge l'esercito Romano di Gaio Flaminio, che è ucciso
217 a.C. Battaglia dell'Agro Falerno Annibale evitò la distruzione del suo esercito con l'inganno, riuscendo a sfuggire alla trappola tesagli da Fabio dopo una piccola schermaglia
216 a.C. Battaglia di Canne
(2 agosto)
Annibale distrugge l'esercito romano di Lucio Emilio Paolo e Gaio Terenzio Varrone. Questa battaglia è considerata uno dei grandi capolavori dell'arte tattica.
216 a.C. Prima battaglia di Nola Il generale romano Marco Claudio Marcello scampa da un attacco di Annibale
216 a.C. Battaglia della Selva Litana In un agguato i Galli Boi distruggono un esercito di 25.000 (o 16.000) romani e socii guidati da Lucio Postumio Albino
215 a.C. Seconda battaglia di Nola Marcello di nuovo respinge un attacco di Annibale
214 a.C. Terza Battaglia di Nola Marcello combatte una battaglia non decisiva con Annibale
212 a.C. Prima Battaglia di Capua Annibale sconfigge i consoli Quinto Fulvio Flacco e Appio Claudio, ma l'esercito romano riesce a salvarsi
212 a.C. Battaglia del Silaro Annibale sconfigge l'esercito del pretore romano Marco Centenio Penula
212 a.C. Battaglia di Erdonia Annibale sconfigge l'esercito romano del pretore Gneo Fulvio Centumalo
211 a.C. Battaglia del Baetis superiore
(Guadalquivir)
Publio e Gneo Cornelio Scipione sono uccisi in battaglia dai Cartaginesi comandati dal fratello di Annibale, Asdrubale
211 a.C. Seconda battaglia di Capua Annibale non è in grado di rompere l'assedio romano della città
210 a.C. Seconda battaglia di Erdonia Annibale distrugge l'esercito romano di Gneo Fulvio Centumalo, che è ucciso
210 a.C. Battaglia di Numistro Battaglia dall'esito infruttuoso tra Annibale e Marcello
209 a.C. Battaglia di Ascoli Annibale sconfigge Marcello in una battaglia non decisiva
209 a.C. Battaglia di Lamia Fu combattuta e vita da Filippo V di Macedonia contro la lega etolica, alleata dei Romani
208 a.C. Battaglia di Baecula I Romani in Spagna sotto Publio Cornelio Scipione (poi Africano) sconfiggono Asdrubale
207 a.C. Battaglia di Grumento Il generale romano Gaio Claudio Nerone combatte una battaglia non decisiva contro Annibale, poi corre al nord per affrontare il fratello di Annibale, Asdrubale, che ha invaso l'Italia
207 a.C. Battaglia del Metauro Asdrubale, alla guida dei rinforzi per Annibale, è sconfitto e ucciso dall'esercito romano di Nerone
207 a.C. Battaglia di Carmona I romani sotto il comando di Publio Cornelio Scipione assediarono la città di Carmona, sottraendola al potere di Asdrubale Giscone
206 a.C. Battaglia di Ilipa Scipione (poi Africano) annienta le rimanenti forze cartaginesi in Spagna
206 a.C. Battaglia del Guadalquivir I Romani sotto il comando di Gaio Lucio Marcio Settimio sconfissero i Cartaginesi comandati da Annone, presso il fiume spagnolo Guadalquivir
206 a.C. Battaglia di Carteia La flotta romana sotto il comando di Gaio Lelio sconfisse quella cartaginese sotto il comando di Aderbale
204 a.C. Battaglia di Crotone Annibale contro il generale romano Sempronio nel Sud Italia
203 a.C. Battaglia dei Campi Magni I Romani sotto Scipione sconfiggono l'esercito cartaginese di Asdrubale Giscone e Siface. Annibale è costretto a tornare in Africa
202 a.C.
(19 ottobre)
Battaglia di Zama Publio Cornelio Scipione (Africano Maggiore) con l'aiuto di Massinissa sconfigge decisivamente Annibale in Nord Africa, mettendo fine alla Seconda guerra romano-punica
200 a.C. Battaglia di Cremona Forze romane sconfiggono i Galli della Gallia Cisalpina

II secolo a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
198 a.C. Battaglia dell'Aous Le forze romane di Tito Quinzio Flaminino sconfiggono i Macedoni di Filippo V
197 a.C. Battaglia di Cynoscephalae I Romani sotto Flaminino sconfiggono definitivamente Filippo in Tessaglia
194 a.C. Battaglia di Piacenza La battaglia venne combattuta e vinta dai Romani contro i Galli Boii
194 a.C. Battaglia di Gythium Con l'assistenza romana, Filopemene della Lega achea sconfigge gli Spartani comandati da Nabide
193 a.C. Battaglia di Mutina Vittoria romana sui Galli presso Modena, l'antica Mutina
191 a.C. Battaglia delle Termopili I Romani sotto Marco Acilio Glabrio sconfiggono Antioco III il Grande e lo costringono a fuggire in Grecia
191 a.C. Battaglia di Corico Tra Gaio Livio Salinatore e Antioco III
190 a.C. Battaglia dell'Eurimedonte Forze romane sotto Lucio Emilio Regillo sconfiggono una flotta seleucide comandata da Annibale, che combatte la sua ultima battaglia
190 a.C. Battaglia di Myonessus Un'altra flotta seleucide è sconfitta dai Romani
190 a.C.
(dicembre)
Battaglia di Magnesia
(presso Smirne)
I Romani sotto Lucio Cornelio Scipione e suo fratello Scipione Africano maggiore sconfiggono Antioco III il Grande nella decisiva vittoria della guerra
189 a.C. Battaglia del Monte Olimpo I Romani, sotto la guida di Geno Manlio Vulsone, alleati con Attalo II del Regno di Pergamo, battono pesantemente un esercito di Celti della Galatia
189 a.C. Battaglia di Ancyra I Romani, sotto la guida di Geno Manlio Vulsone, alleati con Attalo II del Regno di Pergamo, battono per la seconda volta ed in modo definitivo i Celti della Galatia
171 a.C. Battaglia di Callicinus Perseo di Macedonia sconfigge un esercito romano sotto Publio Licinio Crasso
168 a.C.
(22 giugno)
Battaglia di Pidna I Romani sotto Lucio Emilio Paolo Macedonico sconfiggono e catturano il re macedone Perseo, concludendo la Terza guerra macedonica
148 a.C. Battaglia di Pidna Le forze del pretendente macedone Andrisco sono sconfitte dai Romani sotto Quinto Cecilio Metello del punto cruciale della Quarta guerra macedonica
147 a.C. Battaglia di Neferis Le forze romane condotte da Scipione Emiliano ottennero una dicisiva vittoria contro i Cartaginesi durante la terza guerra romano-punica
146 a.C. Battaglia di Cartagine Scipione Emiliano espugna e distrugge Cartagine, concludendo la Terza guerra romano-punica
146 a.C. Battaglia di Corinto I Romani sotto Lucio Mummio sconfiggono le forze della lega achea di Critolao, che è ucciso. Corinto è distrutta e la Grecia entra sotto il diretto controllo romano
113 a.C. Battaglia di Noreia Le forze germaniche calate dal Nord, battono un esercito romano accorrente presso la capitale del Regno del Norico, Noreia
109 a.C. Battaglia del fiume Rodano Un esercito romano sotto la guida di Marco Giunio Silano fu sconfitto da un esercito di celti Elvezi
108 a.C. Battaglia del Muthul Forze romane sotto Cecilio Metello sconfiggono le forze di Giugurta di Numidia
107 a.C. Battaglia di Agen Le armate romane di Lucio Cassio Longino sono annientate dalle tribù germaniche dei Cimbri e Teutoni, oltre a quelle celtico-elvetiche dei Tigurini
105 a.C.
(6 ottobre)
Battaglia di Arausio I Cimbri infliggono una dura sconfitta all'esercito romano di Manlio Massimo
102 a.C. Battaglia di Aquae Sextiae I Romani sotto Gaio Mario spazzano via i Teutoni
101 a.C. Battaglia dei Campi Raudii I Romani sotto Gaio Mario sconfiggono i Cimbri, che sono completamente distrutti

I secolo a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
89 a.C. Battaglia del lago del Fucino Forze romane sotto Lucio Porcio Catone sono sconfitte al Fucino dai ribelli italici nella Guerra sociale
89 a.C. Battaglia di Ascoli (Asculum) L'esercito romano di Gneo Pompeo Strabone sconfigge definitivamente i ribelli nella Guerra sociale
89 a.C. Battaglia del fiume Amnia Tra le forze di Nicomede IV (alleato dei Romani) e quelle di Mitridate VI del Ponto, che ebbero la meglio (vedi prima guerra mitridatica).[8]
89 a.C. battaglia di Protophachium Tra le forze alleate romane di Manio Aquilio unitamente a quelle bitine di Nicomede IV, contro quelle di Mitridate VI del Ponto, che ebbero la meglio (vedi prima guerra mitridatica).[8]
88 a.C. Vespri asiatici Dove furono massacrati 80.000 Italici in tutta la provincia d'Asia
88 a.C. Assedio di Rodi Città alleata dei Romani, da parte di Mitridate VI
87 a.C. Battaglia di Cheronea
(prima)
Combattuta tra i Romani del vice-governatore della provincia di Macedonia Quinto Bruzzio Sura e le forze pontiche di Mitridate VI, guidate dal generale Archelao
87 a.C. Assedio di Atene Da parte di Lucio Cornelio Silla, contro gli Ateniesi che si erano ribellati al potere romano
86 a.C. Battaglia di Cheronea
(seconda)
Forze romane di Lucio Cornelio Silla sconfiggono le forze del Ponto, di Archelao nella Prima guerra mitridatica
85 a.C. Battaglia di Orchomenus Silla sconfigge ancora Archelao nella decisiva battaglia della Prima guerra mitridatica
83 a.C. Battaglia del monte Tifata Silla sconfigge le forze popolari di Gaio Norbano nella Prima guerra civile romana
82 a.C. Battaglia del fiume Asio Quinto Cecilio Metello Pio sconfisse l'armata dei Populares che erano comandati da Gaio Carrina durante la guerra civile
82 a.C. Battaglia di Sacriporto Venne combattuta tra gli Optimates posti sotto il comando di Lucio Cornelio Silla e i Populares posti sotto il comando di Gaio Mario il giovane. Agli Optimates andò la vittoria
82 a.C. Prima battaglia di Clusium Battaglia combattuta durante la guerra civile che vide la vittoria dell'armata degli Optimates, posti sotto il comando di Silla, contro i Populares di Gneo Papirio Carbone.
82 a.C. Battaglia di Faventia Durante la guerra civile gli Optimates sotto il comando di Quinto Cecilio Metello Pio batterono i Populares di Gaio Norbano Balbo
82 a.C. Battaglia di Fidentia Durante la guerra civile gli Optimates di Marco Terenzio Varrone Lucullo batterono i Populares di Lucio Quinzio
82 a.C. Seconda battaglia di Clusium Gneo Pompeo Magno sconfisse un'armata numericamente superiode dei Populares di Gaio Carrina e Gaio Marcio Censorino.
82 a.C. Battaglia di Porta Collina Ancora Silla sconfigge i Sanniti alleati con il partito popolare di Roma nella battaglia decisiva della guerra civile
80 a.C. Battaglia del fiume Baetis Forze ribelli sotto Quinto Sertorio sconfiggono le forze legali romane di Lucio Fulfidia in Spagna
74 a.C. Battaglia di Calcedonia Le forze romane sono battute da quelle di Mitridate VI
74 a.C. Battaglia del fiume Rindaco Lucio Licinio Lucullo batte la cavalleria mitridatica
73 a.C. Battaglia di Cizico Forze romane sotto Lucio Licinio Lucullo sconfiggono le forze di Mitridate VI del Ponto
73 a.C. Battaglia del Vesuvio Le forze ribelli del gladiatore Spartaco distruggono un'armata romana comandata da Gaio Claudio Glabro
72 a.C. Battaglia di Cabira Lucullo sconfigge ancora Mitridate e conquista il Ponto
71 a.C. Battaglia del fiume Sele Marco Licinio Crasso batte Spartaco presso il fiume Sele
70 a.C. assedio di Amiso Durò quasi tre anni da parte di Lucullo
69 a.C. Battaglia di Tigranocerta Lucullo sconfigge l'esercito di Tigrane II, che appoggiava il suocero Mitridate VI del Ponto
68 a.C. Battaglia di Artaxata Lucullo sconfigge ancora Tigrane
68 a.C. Assedio di Nisibis Da parte delle truppe di Lucullo
68 a.C. Battaglia di Comana Pontica Tra Triario e Mitriadate
67 a.C. Battaglia di Zela Mitridate VI sconfigge un legatus di Lucullo, un certo Triario, nella stessa località dove Cesare vent'anni più tardi otterrà una delle sue più memorabili vittorie
66 a.C. battaglia di Nicopoli al Lico Questo scontro vide le forze romane di Pompeo trionfare su quelle di Mitridate, re del Ponto
62 a.C.
(gennaio)
Battaglia di Pistoia Le forze del cospiratore Catilina sono sconfitte dalle forze armate romane governative di Gaio Antonio
58 a.C. Battaglia di Genava
(13 aprile)
Gaio Giulio Cesare sbarra il passaggio a 368.000 Elvezi.
58 a.C.
(10 giugno)
Battaglia del fiume Arar Gaio Giulio Cesare si difende dalla migrazione degli Elvezi
58 a.C.
(luglio)
Battaglia di Bibracte Giulio Cesare di nuovo ferma gli Elvezi
58 a.C.
(10 settembre)
Battaglia in Alsazia (58 a.C.) Giulio Cesare ferma l'esercito germanico agli ordini di Ariovisto
57 a.C. Battaglia del fiume Axona Giulio Cesare inizia la sua campagna contro i Belgi con questa battaglia
57 a.C.
(luglio)
Battaglia del Sabis Giulio Cesare sconfigge i Nervi
57 a.C.
(settembre)
Battaglia di Namur Giulio Cesare chiude la sua campagna contro i Belgi
53 a.C. Battaglia di Carre (Carrhae) Il triumviro Crasso è sconfitto e ucciso dai Parti
52 a.C. Battaglia di Avarico Cesare assedia la città di Avarico sterminando i Galli
52 a.C. Battaglia di Gergovia Cesare subisce una sconfitta non decisiva da Vercingetorige
52 a.C. Battaglia di Alesia Cesare sconfigge il ribelle gallico Vercingetorige in un lungo e duro assedio alla roccaforte gallia di Alesia, completando la conquista romana della Gallia transalpina
49 a.C. Assedio di Marsiglia Giulio Cesare cinge la città costringendola alla resa
49 a.C.
(27 giugno)
Battaglia di Marsiglia Battaglia navale dove Decimo Bruto sconfigge la flotta della città di Marsiglia
49 a.C.
(31 luglio)
Battaglia di Tauroento Battaglia navale dove Decimo Bruto sconfigge nuovamente la flotta della città di Marsiglia e quella romana comandata dal pompeiano Lucio Nasidio
49 a.C.
(24 agosto)
Battaglia del fiume Bagradas Il generale di Cesare, Gaio Curio, è sconfitto in Nord Africa dai pompeiani di Attio Varo e dal re Giuba I di Numidia. Curio si suicida
48 a.C.
(10 luglio)
Battaglia di Durazzo (Dyrrhachium) Cesare evita a stento una pesante sconfitta contro Pompeo in Macedonia
48 a.C.
(9 agosto)
Battaglia di Farsalo Cesare sconfigge definitivamente Pompeo, che fugge in Egitto
47 a.C.
(febbraio)
Battaglia del Nilo Cesare sconfigge le forze del re egizio Tolomeo XIII
47 a.C.
(maggio)
Battaglia di Zela Cesare sconfigge il re Farnace II del Ponto. Questa è la battaglia in cui disse il famoso Veni, vidi, vici. (venni, vidi, vinsi)
46 a.C.
(4 gennaio)
Battaglia di Ruspina Cesare batte le forze del suo ex-legatus di Gallia, Tito Labieno
46 a.C.
(6 febbraio)
Battaglia di Tapso (Thapsus) Cesare sconfigge l'esercito pompeiano di Metello Scipione in Nord Africa
45 a.C.
(17 marzo)
Battaglia di Munda Nella sua ultima vittoria, Cesare sconfigge le forze pompeiane di Tito Labieno e Gneo Pompeo il giovane in Spagna. Labieno è ucciso nella battaglia e il giovane Pompeo catturato e giustiziato
43 a.C.
(14 aprile)
Battaglia di Forum Gallorum Antonio, assediando l'assassino di Cesare, Decimo Bruto, a Modena (Mutina), sconfigge le forze del console Pansa, che è ferito, ma è poi immediatamente sconfitto dall'esercito dell'altro console, Irzio
43 a.C.
(21 aprile)
Battaglia di Modena (Mutina) Antonio è ancora sconfitto in battaglia da Irzio, che è ucciso. Malgrado Antonio fallisca nel prendere Mutina, Decimo Bruto viene ucciso poco più tardi
42 a.C.
(3 ottobre)
Prima battaglia di Filippi I triumviri Marco Antonio e Ottaviano combattono una battaglia decisiva con gli assassini di Cesare Marco Bruto e Cassio. Malgrado Bruto sconfigga Ottaviano, Antonio sconfigge Cassio, che si suicida
42 a.C.
(23 ottobre)
Seconda battaglia di Filippi L'esercito di Bruto è definitivamente sconfitto da Antonio e Ottaviano. Bruto fugge, ma si suicida poco dopo
41 a.C. Battaglia di Perugia Lucio Antonio, fratello di Marco Antonio, e sua moglie Fulvia, sono sconfitti da Ottaviano
39 a.C. Battaglia del monte Tauro Publio Ventidio Basso sconfigge i Parti e le forze di Quinto Labieno il quale muore
38 a.C.
(9 giugno)
Battaglia del Monte Gindaro Publio Ventidio Basso annienta l'esercito Partico di Pacoro I riportando la Siria sotto il totale controllo romano. Il re dei Parti viene ucciso nello scontro, mentre il luogotenente romano celebrerà un grande trionfo a Roma
36 a.C. Battaglia di Naulochus La flotta di Ottaviano, sotto il comando di Marco Vipsanio Agrippa, sconfigge le forze di Sesto Pompeo
31 a.C.
(2 settembre)
Battaglia di Azio (Actium) Ottaviano e Agrippa sconfiggono definitivamente Antonio e Cleopatra in una battaglia navale nei pressi della Grecia
25 a.C. Battaglia di Vellica Le forze romane di Augusto combattono contro i Cantabri ed ottengono una fondamentale vittoria
25 a.C. Assedio di Aracillum Le forze romane di Gaio Antistio Vetere ottengono una nuova vittoria sui Cantabri
16 a.C. Clades Lolliana Le truppe del console Marco Lollio Paolino furono sconfitte da una scorrerie di popolazioni germaniche in Gallia
11 a.C. Battaglia del fiume Lupia Forze romane sotto il figlioccio di Augusto, Druso maggiore, conquistano una vittoria in Germania Magna

I secolo[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
9 d.C.
(settembre)
Battaglia della Foresta di Teutoburgo Arminio a capo di una coalizione germanica che vedeva nei Cheruschi i promotori della rivolta, annientò tre intere legioni romane comandate dal legato Publio Quintilio Varo
15 Battaglia dei Pontes longi ovvero dei Ponti lunghi Combattuta tra il Reno ed il fiume Ems appartiene alla campagna di Germanico e fu combattuta dal suo legato Aulo Cecina Severo e tribù germane condotte da Arminio, principe dei Cherusci
16 Battaglia di Idistaviso Germanico vendica la sconfitta di Teutoburgo sconfiggendo i Germani di Arminio
43 Battaglia di Medway Claudio e il suo generale Aulo Plauzio sconfiggono una confederazione di Britanni
50 Battaglia di Caer Caradock Il capo britannico Carataco è sconfitto e catturato dai Romani di Ostorio Scapola
58 Sacco di Artaxata fu condotto dal comandate romano Gneo Domizio Corbulone durante la guerra in Armenia
60 Battaglia di Camulodunum Boudicca inizia la rivolta contro i Romani catturando e poi saccheggiando la città di Camulodunum (oggi Colchester) poi mosse verso Londinium (Londra)
61 Battaglia della strada Watling L'insurrezione della regina bretone Boudicca contro i Romani è sconfitta da Svetonio Paolino
62 Battaglia di Rhandeia I Romani di Lucio Cesennio Peto sono sconfitti da un esercito di Parti e Armeni comandati dal re Tiridates di Parthia
66 Battaglia di Beth Horon Le forze giudee condotte da Eleazaro ben Simone riuscirono a battere le forze romane accorrenti del governatore di Siria, Cestio Gallo. Iniziava così la prima guerra giudaica
66 Assedio di Ascalona I Romani respingono un esercito assediante di Giudei
67
(fine maggio/giugno)
Assedio di Iotapata Vespasiano assedia ed occupa la città dei Giudei, che erano comandati da Giuseppe Flavio
67
(giugno)
Assedio di Iafa Il legatus legionis Traiano occupa la città galilea di Iafa
67
(inizi luglio)
battaglia del monte Garizim Il legatus legionis Sesto Vettuleno Ceriale sconfigge i Samaritani
67
(settembre)
Battaglia di Ioppe Vespasiano occupa la città giudea di Ioppe (oggi Giaffa)
67 Assedio di Tarichee Vespasiano assedia con successo la città ribelle di Tarichee
67
(ottobre/novembre)
Assedio di Gamala Vespasiano assedia la città ribelle di Gamala
67
(novembre)
Battaglia del Monte Tabor Il legato di Vespasiano, Giulio Placido batte un contingente di Giudei
68
(febbraio)
battaglia del fiume Giordano Le forze romane di Vespasiano trucidarono 15.000 giudei
69 Battaglia di Forum Iulii Gli Otoniani sconfissero una piccolo gruppo di forze ausiliarie dei Vitelliani in Gallia Narbonensis
69 Assedio di Piacenza I Vitelliani attaccano Piacenza, ma, di fronte alla resistenza dei difensori, si ritirano.
69 Battaglia di locus Castorum I Vitelliani attaccano gli Otoniani nelle vicinanze di Cremona, ma vengono sconfitti.
69
(14 aprile)
Prima battaglia di Bedriaco Vitellio, comandante delle armate del Reno, sconfigge l'imperatore Otone e sale al trono
69
(19 ottobre)
Assedio del Campidoglio I Flaviani vengono assediati sul Campidoglio dai Vitelliani, che riescono a sfondare le difese ed a sconfiggerli.
69
(24 ottobre)
Seconda battaglia di Bedriaco Le forze romane sotto il comando di Marco Antonio Primo, comandante dell'esercito del Danubio leale a Vespasiano, sconfiggono le forze dell'imperatore Vitellio
69
(25 ottobre)
Assedio di Cremona Subito dopo la battaglia, i Flaviani assediano i Vitelliani rifugiatisi a Cremona, che alla fine si arresero.
69
(novembre/dicembre)
Assedio di Terracina I Vitelliani riconquistano la rocca caduta nelle mani di soldati passati dalla parte dei vittoriosi Flaviani.
69
(22 dicembre)
Battaglia di Roma Le forze Flaviane guidate da Antonio Primo penetrano a Roma e sconfiggono i Vitelliani. A questa battaglia seguirà la morte di Vitellio.
70
(aprile-agosto)
Assedio di Gerusalemme Tito espugna la città, distruzione dell'antico Tempio di Salomone
71 Assedio di Macheronte Il legatus Augusti pro praetore Sesto Lucilio Basso assedia e occupa la fortezza giudea di Macheronte
73 Assedio di Masada Il legatus Augusti pro praetore Lucio Flavio Silva assedia e occupa la fortezza giudea di Masada
84 Battaglia del monte Graupio Gneo Giulio Agricola sconfigge i Caledoni
86 Battaglia di Tapae Gaio Oppio Sabino è sconfitto dai Daci di Decebalo
88 Battaglia di Tapae Tettio Giuliano sconfigge i Daci di Decebalo

II secolo[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
101 Battaglia di Tapae Traiano sconfigge i Daci di Decebalo
102 Battaglia di Adamclisi L'armata romana condotta dallo stesso Traiano distrugge le forze combinate di Daci e sarmati Roxolani, malgrado i Romani abbiano subito pesanti perdite
106 Battaglia di Sarmizegetusa Regia Un'armata romana condotta da Traiano conquista e distrugge la capitale dei Daci, Sarmizegetusa Regia. Termina così la conquista della Dacia, che viene trasformata in provincia romana
115 Assedio di Hatra Traiano, nel corso delle sue campagne partiche non riesce ad occupare questa forte città della Mesopotamia
115 Assedio di Dura Europos Traiano, nel corso delle sue campagne partiche assedia ed occupa Dura Europos
116 Assedio di Ctesifonte Traiano occupa la capitale dei Parti
165 Assedio di Dura Europos Lucio Vero, nel corso delle sue campagne partiche assedia ed occupa Dura Europos
165 Assedio di Ctesifonte Lucio Vero occupa la capitale dei Parti
170 Battaglia di Carnuntum Il governatore romano della Pannonia superiore e la sua armata, forte di 20.000 soldati, venne sconfitta da un'orda di barbari che poi riuscì a spingersi lungo la via dell'ambra fino all'Italia settentrionale. Era l'inizio delle guerre marcomanniche
170 Assedio di Aquileia I barbari penetrati fino in Italia, assediarono la città di Aquileia senza però riuscire a prenderla
178/179 Battaglia in Marcomannia Il prefetto del pretorio, Tarutieno Paterno, impegnò il nemico germanico di Quadi e Marcomanni per un'intera giornata (tanto era numeroso), riportando alla fine una vittoria risolutiva ai fini della guerra.[9]
193 Battaglia di Cizico Settimio Severo sconfigge il suo rivale della parte orientale Pescennio Nigro
193 Battaglia di Nicea Severo sconfigge nuovamente Nigro
194 Battaglia di Isso Severo sconfigge definitivamente Nigro
197
(17 febbraio)
Battaglia di Lugdunum Settimio Severo sconfigge ed uccide il suo rivale Clodio Albino, assumendo il pieno controllo dell'Impero
197 Assedio di Nisibis Le armate partiche tentarono senza successo di assediare la città, in mano ai Romani, provocando l'inizio delle campagne militari dell'Imperatore Settimio Severo negli anni 197-198[10]
197
(estate)
Assedio di Dura Europos Settimio Severo occupa la città di Dura Europos
197
(estate)
Assedio di Ctesifonte Settimio Severo occupa la capitale dei Parti
197-198 Assedio di Hatra Settimio Severo, nel corso delle sue campagne partiche non riesce ad occuppare questa forte città della Mesopotamia

III secolo[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
217 Battaglia di Nisibis Vide la vittoria dei Parti sulle armate romane in ritirata dopo la morte dell'imperatore romano, Caracalla[11]
218
(8 giugno)
Battaglia di Antiochia Vario Avito sconfigge l'imperatore Macrino per ascendere al trono sotto il nome di Eliogabalo
229 Assedio di Hatra La città alleata e/o occupata dai Romani, viene assediata dai Sasanidi
238
(12 aprile)
Battaglia di Cartagine Truppe leali all'imperatore romano Massimino Trace sconfiggono e uccidono l'imperatore Gordiano II
238
(aprile/maggio)
Assedio di Aquileia Massimino il Trace assediò la città di Aquileia, che si era opposta al suo passaggio. Qui l'imperatore romano fu ucciso dai suoi stessi soldati della legio II Parthica.[12]
239 Assedio di Dura Europos Ardashir I tenta invano di distrugge la roccaforte romana
240 Assedio di Hatra La città alleata e/o occupata dai Romani, viene assediata e poi distrutta dai Sasanidi
243 Battaglia di Resena Le forze romane di Gordiano III sconfiggono i Sasanidi di Sapore I
244 Battaglia di Mesiche L'esercito sasanide di Sapore I sconfigge quello romano di Gordiano III
250 Battaglia di Philippopolis Re Cuiva dei Goti sconfigge un esercito romano
251
(giugno)
Battaglia di Abrittus I Goti sconfiggono e uccidono l'imperatore romano Traiano Decio
252/253 Assedio di Nisibis Occupazione di Nisibis da parte delle truppe sasanidi di Sapore I
252/253 Battaglia di Barbalissos Sapore I sconfigge i Romani
252/253 Assedio di Antiochia I Sasanidi di Sapore I ottengono la resa della città
256 Assedio di Dura Europos Sapore I distrugge la roccaforte romana dopo una tenace resistenza
260
(fine estate)
Battaglia di Edessa Sapore I sconfigge e cattura il l'imperatore romano Valeriano
260 Assedio di Antiochia I Sasanidi di Sapore I ottengono la resa della città
260 Assedio di Cesarea in Cappadocia I Sasanidi di Sapore I ottengono la resa della città
260
(autunno)
Battaglia di Milano (260) Gallieno batte gli Alamanni
268 Battaglia del fiume Nestos Gallieno riesce a respingere una "colonna" militare dell'esercito invasore dei Goti.[13]
268
(novembre)
Battaglia del lago Benaco I Romani sotto Claudio II sconfiggono gli Alemanni.[14]
269
(inizi dell'anno)
Battaglia di Naissus Claudio, sotto l'imperatore Gallieno, sconfigge definitivamente i Goti
271
(gennaio)
Battaglia di Piacenza L'imperatore Aureliano è sconfitto dalle forze alemanne che invadono la penisola italiana
271
(gennaio)
Battaglia di Fano Aureliano sconfigge gli Alemanni, che iniziano a ritirarsi dall'Italia
271 Battaglia di Pavia Aureliano distrugge l'esercito alemanno in ritirata
272 Battaglia di Immae Aureliano sconfigge l'esercito di Zenobia di Palmyra
272 Battaglia di Emesa Aureliano sconfigge definitivamente Zenobia
272 assedio di Palmira Aureliano assedia ed occupa Palmyra
274 Battaglia di Chalons Aureliano sconfigge l'imperatore gallico Tetrico, ristabilendo il controllo centrale in tutto l'Impero
283 Assedio di Ctesifonte L'imperatore Marco Aurelio Caro riuscì ad occupare la capitale dei Sasanidi
285
(luglio)
Battaglia del fiume Margus L'usurpatore Diocleziano sconfigge l'esercito dell'imperatore Carino, che è ucciso
296 Battaglia di Callinicum I Romani sotto il Cesare Galerio sono sconfitti dai Persiani di Narsete
297 Assedio di Ctesifonte I Romani sotto il Cesare Galerio assediano ed occupano la capitale dei Sasanidi
298 Battaglia di Lingones Il Cesare Costanzo Cloro sconfigge gli Alemanni
298 Battaglia di Vindonissa Costanzo sconfigge nuovamente gli Alemanni

IV secolo[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
312 Battaglia di Torino Costantino sconfigge le forze leali di Massenzio
312 Battaglia di Verona Costantino sconfigge il più forte generale di Massenzio
312 Assedio di Aquileia La città fu assediata e cadde nelle mani delle armate di Costantino I, durante la guerra civile tra quest'ultimo e Massenzio.[15]
312
(28 ottobre)
Battaglia di Ponte Milvio Costantino sconfigge Massenzio e assume il controllo della parte occidentale dell'impero
313
(30 aprile)
Battaglia di Tzirallum Licinio sconfigge Massimino Daia, divenendo signore della parte orientale dell'impero
316 Battaglia di Cibalae Costantino sconfigge Licinio
317 Battaglia di Mardia Costantino sconfigge nuovamente Licinio, che gli cede l'Illirico
324
(3 luglio)
Battaglia di Adrianopoli Costantino sconfigge Licinio, che fugge a Bisanzio
324
(luglio)
Battaglia dell'Ellesponto Crispo, figlio di Costantino, sconfigge le forze navali di Licinio
324 Assedio di Bisanzio Le forze di Costantino assediano quelle di Licinio prima dello scontro finale
324
(18 settembre)
Battaglia di Crisopoli (Scutari) Costantino sconfigge definitivamente Licinio, stabilendo il suo unico controllo sull'impero
326 Assedio di Nisibis Fu condotto dal figlio del re sasanide Sapore II, Narsete, nel corso delle sue campagne in Mesopotamia contro l'Impero romano[16]
336 assedio di Amida Da parte di Narsete, figlio (o fratello?) di Sapore II
336 Battaglia di Narasara La battaglia fu vinta dai Romani contro Narsete, figlio o fratello di Sapore II
337/338 assedio di Nisibis Da parte di Sapore II
344 o 348 Battaglia di Singara L'imperatore Costanzo II combatte una battaglia decisiva contro il re persiano Sapore II e sembra l'abbia perduta.[17]
351
(28 settembre)
Battaglia di Mursa Maggiore L'imperatore Costanzo II sconfigge l'usurpatore Magnenzio
353 Battaglia di Mons Seleucus Sconfitta finale di Magnenzio da parte di Costanzo II
356 Battaglia di Reims Il cesare Giuliano è sconfitto dagli Alemanni
357 Battaglia di Strasburgo Giuliano espelle gli Alemanni dalla Valle del Reno
359 Battaglia di Amida I Sasanidi catturano Amida dai Romani
361 Assedio di Aquileia Le truppe di Flavio Claudio Giuliano assediarono la città, anche dopo la morte dell'Augusto Costanzo II.[18]
363 Battaglia di Ctesifonte L'imperatore Giuliano sconfigge Sapore II fuori dalle mura della capitale persiana
363 Battaglia di Maranga L'imperatore Giuliano è ucciso nel corso della battaglia contro i Persiani
366 Battaglia di Thyatira L'imperatore Valente sconfigge Procopio
368 Battaglia di Solicinium I Romani sotto l'imperatore Valentiniano I sconfiggono un'altra incursione alemanna
377 Battaglia dei Salici Le truppe romane combattono una inconcludente battaglia contro i Visigoti di Fritigerno
378 Battaglia di Argentovaria L'imperatore d'Occidente Graziano è vittorioso sugli Alemanni
378
(9 agosto)
Battaglia di Adrianopoli I Visigoti di Fritigerno sconfiggono e uccidono l'imperatore d'Oriente Valente
380 Battaglia di Tessalonica I Goti sconfiggono di nuovo i Romani, comandati da Teodosio
388 Assedio di Aquileia Teodosio I vi assediò e sconfisse Magno Massimo.[19]
388 Battaglia della Sava L'imperatore Teodosio I sconfigge l'usurpatore Magno Massimo
394
(6 settembre)
Battaglia del Frigidus L'imperatore Teodosio I sconfigge e uccide l'usurpatore Flavio Eugenio e il suo generale franco Arbogaste

V secolo[modifica | modifica wikitesto]

Anno/periodo Battaglia schieramenti e svolgimento
401 Assedio di Aquileia La città di Aquileia venne assediata e occupata dalle armate di Alarico.[20]
402
(6 aprile)
Battaglia di Pollenzo Il generale romano Stilicone riporta una vittoria importante sui Visigoti di Alarico
403
(giugno)
Battaglia di Verona Stilicone sconfigge nuovamente Alarico, che si ritira dall'Italia
406 Battaglia di Fiesole L'esercito romano comandato da Stilicone annienta i Goti di Radagaiso
406
(31 dicembre)
Battaglia di Magonza Fu combattuta tra le forze dei Franchi foederati dell'Impero romano d'Occidente e la coalizione di Vandali, Suebi e Alani
410
(24 agosto)
Sacco di Roma I Visigoti sotto Alarico saccheggiano Roma
419 Battaglia dei Monti Nervasos Le forze romane, insieme ai Suebi riuscirono a battere una coalizione di Vandali ed Alani, giunti nella penisola iberica
425 Battaglia di Arles Il generale romano Ezio sconfigge i Visigoti di Teodorico I
432 Battaglia di Ravenna Il generale romano Ezio sconfigge il suo rivale Bonifacio, che è ucciso
436 Battaglia di Narbona Ezio sconfigge nuovamente i Visigoti di Teodorico I
447 Battaglia dell'Utus Attila l'Unno è sconfitto dalle truppe dell'Impero romano d'Oriente
451
(giugno)
Battaglia dei Campi Catalaunici Forze del re visigoto Teodorico I e i Romani di Ezio respingono l'attacco di Attila l'Unno. Teodorico rimane ucciso durante la battaglia
453 Assedio di Aquileia La città di Aquileia fu assediata e distrutta dalle orde degli Unni di Attila.
455 Sacco di Roma I Vandali espugnano e razziano Roma
463 Battaglia di Orleans I Gallo-Romani e i Franchi Salii, sotto il comando di Egidio, sonfissero un esercito dei Visigoti presso Orleans
476
(28 agosto)
Battaglia di Piacenza L'esercito ribelle di Odoacre sconfigge l'esercito del magister militum Oreste, che rimane ucciso sul campo di battaglia. Ravenna si arrende il 4 settembre ed Odoacre depone il sedicenne Romolo Augusto ponendo istituzionalmente fine all'Impero Romano d'Occidente

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Eutropio, Breviarium ab Urbe condita, I, 4.
  2. ^ Plutarco, Vita di Romolo, 18.
  3. ^ Livio, Ab Urbe condita libri, I, 14.
  4. ^ Plutarco, Vita di Romolo, 23.
  5. ^ Plutarco racconta dell'episodio di Cameria, sedici anni dopo la fondazione di Roma (Vita di Romolo, 24, 3-5.).
  6. ^ Plutarco, Vita di Romolo, 25-26.
  7. ^ Strabone, Geografia, V, 2,2.
  8. ^ a b Appiano, Guerre mitridatiche, 18.
  9. ^ Cassio Dione Cocceiano, Storia romana, LXXII, 33.3-4.
  10. ^ Cassio Dione Cocceiano, Storia romana, LXXVI, 9.
  11. ^ Cassio Dione Cocceiano, Storia romana, LXXIX, 26-27.
  12. ^ Erodiano, VIII, 2-5; Historia Augusta, Vita di Massimino, 21.6-23.6; Vita di Massimo e Balbino, 12.1-2.
  13. ^ M.Grant, Gli imperatori romani, Roma 1984, p.232; Alaric Watson, Aurelian and the third century, Londra 1999, pp.215-216.
  14. ^ Watson, pp.215-216.
  15. ^ Panegyrici latini, IV, 27.1; XII, 11.1.
  16. ^ Michele siriaco, Cronaca, VII, 3; Giorgio Cedreno, Compendium Historiarum, pp. 516-517.
  17. ^ Ammiano Marcellino, Storie, XVIII, 5.7.
  18. ^ Ammiano Marcellino, Storie, XXI, 11-12; XXII, 8.49.
  19. ^ Zosimo, Storia nuova, IV, 45.4; 46.2.
  20. ^ Zosimo, Storia nuova, V, 37.2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]