Battaglia di Vincy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Vincy
Data 21 marzo 717
Luogo Vincy, Cambrai, Aisne, Piccardia, Francia
Esito Vittoria degli Austrasiani
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
Sconosciuti Sconosciuti
Perdite
Consistenti Sconosciute
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Vincy fu combattuta a Vincy-Reuil-et-Magny, vicino a Cambrai, in Piccardia, nel moderno dipartimento dell'Aisne, tra Carlo Martello ed il re dei Franchi, Chilperico II, ed il suo maggiordomo di Neustria Ragenfrido.

Chilperico e Ragenfrido stavano ritornando in Neustria dopo la sconfitta subita nella Battaglia di Amblève. Carlo evitò di inseguirli, ma si preoccupò di riorganizzare l'esercito, reintegrando le perdite e recuperando le energie. Scelse il momento di attaccare (primavera del 717), riagganciò l'esercito Neustriano, lo seguì ed il 21 marzo gli inflisse un'altra severa sconfitta a Vincy ed inseguì il re ed il suo maggiordomo sino a Parigi.

Dopo questo successo, Carlo proclamò re d'Austrasia il merovingio Clotario IV, in opposizione a Chilperico e sostitui l'arcivescovo di Reims. Con questa sconfitta le speranze di ripresa di Chilperico ed il suo maggiordomo Ragenfrido erano quasi nulle.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Medioevo Portale Medioevo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Medioevo