Battaglia di Oriskany

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Oriskany
Il generale Herkimer durante la battaglia in un quadro del 1901
Il generale Herkimer durante la battaglia in un quadro del 1901
Data 6 agosto 1777
Luogo vicino Oriskany, Stato di New York
Esito vittoria tattica dei britannici
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
Stati Uniti: 720-740 uomini
Onedida: 60-100 uomini
500 uomini
Perdite
385 morti
50 feriti
30 prigionieri
Indiani: 65 tra morti o feriti
Lealisti: 7 morti, 21 feriti o dispersi
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Oriskany fu combattuta il 6 agosto 1777 nei pressi dell'omonima cittadina oggi parte dello Stato di New York, nell'ambito dei più ampi eventi della campagna di Saratoga della guerra di indipendenza americana: una forza statunitense sotto il generale Nicholas Herkimer, accompagnata da guerrieri indiani alleati della tribù Oneida e diretta a soccorrere la guarnigione assediata di Fort Stanwix, cadde in un'imboscata tesale da una forza mista composta da lealisti britannici del King's Royal Regiment of New York e indiani della Confederazione irochese e di altre tribù, guidati da Sir John Johnson e dal capo mohawk Joseph Brant.

I lealisti e gli irochesi attaccarono la colonna di Herkimer in una piccola vale a circa 10 km a est di Fort Stanwix: nello scontro gli statunitensi furono sconfitti con la perdita di circa 450 uomini (tra cui Herikmer, ferito a morte) mentre lealisti ed irochesi ebbero circa 150 perdite; la riuscita dell'imboscata fu parzialmente compensata dal successo di una contemporanea sortita della guarnigione di Fort Stanwix, che portò al saccheggio del campo base dei lealisti.

Lo scontro viene ricordato come uno dei pochi della guerra in cui quasi tutti i contendenti erano originari del Nord America, vista l'assenza di contingenti propriamente britannici; per la Confederazione irochese, inoltre, lo scontro segnò l'inizio di una sanguinosa guerra civile, con gli Oneida contrapposti alle altre nazioni

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra