Battaglia di Montmartre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Montmartre
Data 30 marzo 1814
Luogo Montmartre, Parigi, Francia
Esito Vittoria della coalizione
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
23.000 uomini 107.000 uomini
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Montmartre fu combattuta il 30 marzo 1814 dalle truppe del Primo Impero francese comandate da Auguste Marmont e Bon Adrien Jeannot de Moncey e le forze austro-russo-prussiane della sesta coalizione. La battaglia si concluse con la netta vittoria della coalizione.

Antefatti[modifica | modifica sorgente]

Le due principali armate della coalizione si riunirono a Meaux il 28 marzo 1814, dando origine ad una forza di oltre centomila uomini che si diresse immediatamente verso la capitale francese, rimasta quasi completamente indifesa.

Battaglia[modifica | modifica sorgente]

Le forze della coalizione attaccarono Parigi da est e da nord. Il maresciallo Moncey, a capo della guardia nazionale, tentò di fermare l'avanzata nemica a Clichy ma entrambi i suoi corpi furono respinti alle 16.00 senza troppi problemi dagli alleati in enorme soprannumero. L'intera guardia nazionale si ritirò dal distretto di Montmartre lasciando campo libero alle forze alleate che entrarono a Parigi. Marmont iniziò a negoziare i trattati di pace dopo questa sconfitta.

Dopo la battaglia[modifica | modifica sorgente]

Mentre le truppe alleate entravano nella capitale francese dando vita alla battaglia di Parigi il maresciallo Marmont iniziò a negoziare con il nemico, dando inizio ad una serie di eventi che culmineranno con l'abdicazione di Napoleone.