Battaglia di Meßkirch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Meßkirch
Quadro votivo illustrante la battaglia di Meßkirch
Quadro votivo illustrante la battaglia di Meßkirch
Data 5 maggio 1800
Luogo Meßkirch, Baden-Württemberg
Esito Vittoria francese
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
55.000 uomini 54.500 uomini
Perdite
3.000 uomini circa 477 morti, 1.919 feriti, 1.571 prigionieri
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Meßkirch fu combattuta nel quadro della guerra della seconda coalizione il 5 maggio 1800 a Meßkirch nel Baden-Württemberg (nell'attuale Germania) e vide fronteggiarsi le truppe francesi al comando del generale Jean Victor Marie Moreau e quelle austriache, comandate dal generale Paul Kray von Krajowa, che, nonostante la sostanziale perità di perdite, risultarono sconfitte.

Antefatto[modifica | modifica sorgente]

Il 25 aprile l'armata francese agli ordini del generale Moreau attraversò il Reno fra Kehl e Sciaffusa. La prima mezza-brigata, al comando del generale Gouvion-Saint-Cyr, sbucando da Vieux-Brisach, combatté a St. Georgen im Schwarzwald ed a Friburgo in Brisgovia, attraversò la Foresta Nera, s'impadronì di Stühlingen, a 25 km a sud di Donaueschingen, e partecipò il 3 maggio ai combattimenti sulla piana di Engen.

Gli austriaci si ritirarono a Meßkirch, su di una posizione favorevole per la difesa, che dava loro un'ampia veduta sulla distesa.

Svolgimento della battaglia[modifica | modifica sorgente]

Il 4 ed il 5 maggio gli assalti francesi furono respinti ma presto ripetuti. Gli austriaci si rafforzarono sul fianco destro, ad ovest di Meßkirch. La prima mezza-brigata, allora tenuta come riserva, venne coinvolta. Nonostante il nutrito fuoco nemico, i soldati francesi occuparono Krumbach ed alcune alture dominanti il paese da ovest a nord. Gli austriaci uscirono anche loro ripiegando su Sigmaringen (5 maggio). L'armata francese non lasciarono la presa e si portarono su Biberach, ove il nemico aveva importanti magazzini di rifornimento. Con audacia le truppe francesi attaccarono quelle austriache a difesa della città. Benché superiori numericamente, gli austriaci cedettero terreno dopo una giornata di combattimenti. I francesi progredirono continuamente in direzione di Memmingen.

In memoria[modifica | modifica sorgente]

La battaglia di Meßkirch costituì il sottofondo storico al quadro votivo esposto nella parrocchia di Rohrdorf a Meßkirch. Essa fu offerta dalla popolazione locale in ringraziamento alla Madonna perché il paese era stato risparmiato durante lo svolgimento della battaglia. È l'unica rappresentazione esistente della battaglia.

La battaglia di Meßkirch è ricordata sulla tavola commemorativa posta sull' Arco di Trionfo a Parigi con l'indicazione: MOESKIRCH

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Heinrich Bücheler, Werner Fischer, Roland Kessinger: Die Schlacht bei Meßkirch 5ter Mai 1800: Gedenkband zum 200. Jahrestag. Museumsgesellschaft Meßkirch (Hrsg.). Gmeiner Verlag. Meßkirch. 1. Auflage 2000. ISBN 3-926633-47-6
  • (DE) Gustav Kempf: Unsere Heimat in den Napoleonischen Kriegen. In: Ders.: Das Gögginger Dorfbuch. Gemeinde Göggingen. Göggingen 1969. S. 365 ff.