Battaglia di Caer Caradoc

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Caer Caradoc
Data 50 d.C.
Luogo Sconosciuto, forse Herefordshire Beacon o Caer Caradoc Hill
Esito Decisiva vittoria romana
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
Numero sconosciuto, ma inferiore a quello dei britanni Numero sconosciuto
Perdite
Numero sconosciuto Numero sconosciuto
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Caer Caradoc, combattuta nel 50 d.C., rappresentò lo scontro decisivo tra le forze d'occupazione romane, comandate, da Publio Ostorio Scapula, e quelle della resistenza britannica guidata da Carataco. La vittoria ottenuta dai romani segnò la sconfitta delle popolazioni indigene e pose definitivamente termine alla resistenza di Carataco, rendendo saldo, in questo modo, il dominio romano nel sud della provincia della Britannia.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Conquista romana della Britannia e Britannia romana.

Carataco scelse per la battaglia un'area collinare, piazzando sulle zone più alte le sue truppe, che erano composte da Ordovici e, forse, Siluri. Fece poi approntare degli ostacoli per i romani. Di fronte a loro c'era un fiume, forse il Severn. Scapula, sebbene riluttante, non poté frenare i suoi uomini, che volevano attaccare le linee nemiche. Attraversato il fiume, i romani si trovarono bersagliati dalle armi da lancio dei britanni, ma riuscirono ad avanzare in formazione da testuggine. Smantellati gli ostacoli che erano stati innalzati dai nemici, i romani si incunearono tra le file nemiche e le scompaginarono grazie alla loro superiorità nel corpo a corpo e a quella delle armi. La battaglia era vinta e in modo schiacciante.

La moglie e la figlia di Carataco furono catturate, mentre suo fratello si arrese. Il leader britannico riuscì invece a fuggire a nord, tra i briganti, dove fu però fatto prigioniero dalla regina Cartimandua, alleata romana, e consegnato ai nemici. Portato in trionfo a Roma dall'imperatore Claudio. Con un discorso, convinse però i romani a risparmiare la vita a lui e alla sua famiglia.

Si discute ancora su quale sia stato il luogo della battaglia. La fortezza collinare di Caer Caradoc Hill, nel Shropshire, è stata connessa alla battaglia in virtù del suo nome. Una leggenda locale ubica invece questo scontro a British Camp, nelle Malvern Hill, ma il fiume Severn, sebbene visibile da quel sito, è troppo distante per essere il fiume menzionato da Tacito[1], questo è troppo lontano. È stato suggerito anche un luogo appena a ovest di Caersws.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tacito, Annali XII, 33-38.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Sheppard Frere, Britannia: a History of Roman Britain, 3rd edition, 1978, p. 64