Battaglia di Beda Fomm

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Beda Fomm
Data 6-7 febbraio 1941
Luogo Beda Fomm, Libia
Esito Vittoria britannica
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
2000 uomini
50 Crusader
20'000 uomini
16 M13 200 pezzi anticarro
Perdite
insignificanti tutti i carri catturati e distrutti,20'000 prigionieri
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

Preludio[modifica | modifica sorgente]

La battaglia di Beda Fomm fu l'ultima fase dell'Operazione Compass, la conquista della Cirenaica e l'annientamento dell'intera 10ª armata italiana da parte di 4 esigue ma mobilissime divisioni britanniche;dopo la caduta di Derna(29 gennaio 1941) ai resti dell'armata italiana guidata dal generale d'armata Giuseppe Tellera (accompagnati da numerosi civili italiani fuggiti da Derna e Bengasi) non rimaneva che la fuga verso la Tripolitania,sulle vie di Agedabia ed El Agheila,ma un distaccamento inviato dal generale O'Connor(parte del 7th mechanized regiment,del 22th Rifle Guards e della Combe Force) riuscirono a precederli e bloccarli il pomeriggio del 5 febbraio;verso sera ai britannici si aggiunse la quarta divisione corazzata,mentre la 6th divisione australiana si avvicinava da Jebel Akdar.

La cattura della città[modifica | modifica sorgente]

Il 6 febbraio la Combe Force affrontò l'unico elemento meccanizzato in forza agli italiani,la Brigata Corrazzata Speciale del generale Babini,riuscendo a respingerla con poche perdite;lo sforzo finale italiano si compì il giorno dopo,ma si concluse con la morte del generale Tellera:con l'arrivo della 7 divisione e degli australiani,gli italiani si arresero,con la perdita di 20'000 prigionieri (tra cui lo stesso Babini). A mezzogiorno dello stesso giorno, O'Connor poté scrivere al generale Wavell "fox killed in the open "("volpe uccisa a cielo aperto"):l'ultimo ostacolo alla presa della Cirenaica restavano le oasi di Giarabub e Cufra.



Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]