Battaglia del Totopotomoy Creek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Totopotomoy Creek
Una fase della battaglia di Totopotomoy Creek
Una fase della battaglia di Totopotomoy Creek
Data 28-30 maggio 1864
Luogo Contea di Hanover, Virginia
Schieramenti
Comandanti
Perdite
679 morti e feriti
52 prigionieri[1]
811 morti e feriti
348 prigionieri[1]
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Totopotomoy Creek (detta anche battaglia di Bethesda Church, Crumps Creek, Shady Grove Road e Hanovertown) è stata un episodio della guerra di secessione americana combattuto nel maggio 1864 nell’ambito della campagna Terrestre del generale Grant contro l’Armata Confederata della Virginia Settentrionale del generale Lee

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

A seguito della battaglia di North Anna, Grant continuò con la sua strategia che era quella di cercare di aggirare il fianco destro di Lee spingendolo verso una grande battaglia in campo aperto.

Il 27 maggio 1864, raggiunta la sponda settentrionale del Pamunkey River, la cavalleria nordista costruì una testa di ponte verso la sponda meridionale del fiume. L’indomani Lee attaccò le linee nordiste nei pressi di battaglia di Haw's Shop nel tentativo di respingerle[2].

L’azione a Haw’s Shop permise a Lee di farsi un’idea delle posizioni di Grant ma le forze confederate continuavano ad essere a corto di rifornimenti e di uomini a causa del sabotaggio alla linea ferroviaria centrale della Virginia. Per questo motivo Lee chiese al generale de Beauregard. Questi, preoccupato dalla minaccia rappresentata dalle forze di Benjamin Franklin Butler (che erano quasi alle porte di Richmond) a inizialmente non volle concedere aiuti. Solo l’intervento del presidente confederato Jefferson Davis spinse de Beauregard ad inviare a Lee 7.000 uomini[3].

Il 29 maggio Grant avanzò verso Totopotomoy Creek[4] dove si scontrò con le linee nemiche composte dalle truppe del generalmaggiore Richard Heron Anderson e del generalmaggiore Ambrose Powell Hill e da una divisione (guidata da John C. Breckinridge) che era appena tornata dalla Valle dello Shenandoah[5].

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 maggio Grant ordinò un’avanzata generale ma gli uomini di Lee respinsero l’attacco. Il generale George G. Meade comandante dell’Armata del Potomac diede disposizione ai suoi uomini di riserva di sostenere l’operazione ma questi arrivarono troppo tardi per avere effetti sulla battaglia[6].

Nel frattempo i due eserciti si scontravano anche più a est nella battaglia di Old Church[7].

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante le perdite da ambo le parti, la battaglia non comportò significativi risultati per nessuno[8].

Ciò che maggiormente preoccupava Lee erano le notizie circa ulteriori rinforzi che stavano per arrivare a Grant: circa 16.000 uomini sotto il comando del generalmaggiore William Farrar Smith che, su indicazione di Butler si erano separati dall’Armata del James e discendendo lungo il corso del fiume James e dello York River stavano raggiungendo il Pamunkey.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Trudeau, p. 259
  2. ^ Salmon, pp. 288-90; Kennedy, pp. 287-90
  3. ^ Grimsley, pp. 153-54; Trudeau, p. 251
  4. ^ Il ruscello prese il nome dal capo della tribù indiana dei Pamunkey. Cfr Virginia
  5. ^ Trudeau, pp. 252-53; Salmon, p. 290;
  6. ^ Trudeau, p. 253
  7. ^ Kennedy, p. 291
  8. ^ Kennedy, p. 290

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Eicher, David J. The Longest Night: A Military History of the Civil War. New York: Simon & Schuster, 2001. ISBN 0-684-84944-5.
  • Furgurson, Ernest B. Not War but Murder: Cold Harbor 1864. New York: Alfred A. Knopf, 2000. ISBN 0-679-45517-5.
  • Grant, Ulysses S. Personal Memoirs of U. S. Grant. 2 vols. Charles L. Webster & Company, 1885–86. ISBN 0-914427-67-9.
  • Grimsley, Mark. And Keep Moving On: The Virginia Campaign, May–June 1864. Lincoln: University of Nebraska Press, 2002. ISBN 0-8032-2162-2.
  • Jaynes, Gregory. The Killing Ground: Wilderness to Cold Harbor. Alexandria, VA: Time-Life Books, 1986. ISBN 0-8094-4768-1.
  • Kennedy, Frances H., ed. The Civil War Battlefield Guide. 2nd ed. Boston: Houghton Mifflin Co., 1998. ISBN 0-395-74012-6.
  • King, Curtis S., William G. Robertson, and Steven E. Clay. Staff Ride Handbook for the Overland Campaign, Virginia, 4 May to 15 June 1864: A Study on Operational-Level Command. Ft. Belvoir, VA: Defense Technical Information Center, 2005. OCLC 640114524.
  • McPherson, James M. Battle Cry of Freedom: The Civil War Era. Oxford History of the United States. New York: Oxford University Press, 1988. ISBN 0-19-503863-0.
  • Rhea, Gordon C. Cold Harbor: Grant and Lee, May 26 – June 3, 1864. Baton Rouge: Louisiana State University Press, 2002. ISBN 0-8071-2803-1.
  • Salmon, John S. The Official Virginia Civil War Battlefield Guide. Mechanicsburg, PA: Stackpole Books, 2001. ISBN 0-8117-2868-4.
  • Trudeau, Noah Andre. Bloody Roads South: The Wilderness to Cold Harbor, May–June 1864. Boston: Little, Brown & Co., 1989. ISBN 978-0-316-85326-2.
  • Welcher, Frank J. The Union Army, 1861–1865 Organization and Operations. Vol. 1, The Eastern Theater. Bloomington: Indiana University Press, 1989. ISBN 0-253-36453-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]