Battaglia del Silaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia del Silaro
Piana del fiume Sele (o Silaro) dove avvenne lo scontro tra le due armate, romana e cartaginese
Piana del fiume Sele (o Silaro) dove avvenne lo scontro tra le due armate, romana e cartaginese
Data 212 a.C.
Luogo fiume Sele - Italia
Esito Vittoria dei Cartaginesi
Schieramenti
Comandanti
Perdite
8.000 armati[1] Moderate
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia del Silaro fu combattuta nel 212 a.C. fra gli eserciti di Annibale e del pretore Marco Centenio Penula, ex-centurione romano a cui venne affidato il comando di una nuova armata. I cartaginesi uscirono vittoriosi, distruggendo l'intero esercito romano, formato da 8.000 uomini.[1] Questa è una delle poche battaglie dove Annibale si trovò in decisa superiorità numerica: aveva con sé 25.000-30.000 uomini contro 8.000 nemici.[1] La distruzione dell'esercito romano non alterò in ogni caso significativamente la situazione romana e cartaginese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Periochae, 25.5.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie
Fonti storiografiche moderne